HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO


HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Milano, Museo del Novecento e Gallerie d'Italia: ''New York New York''





Fino al 17 settembre, al Museo del Novecento, Gallerie d'Italia di Milano: Arte Italiana, La riscoperta dell'America


Franca D.Scotti



La mostra ''NEW YORK NEW YORK. Arte Italiana: la riscoperta dell'America'', a cura di Francesco Tedeschi con Francesca Pola e Federica Boragina, è promossa dal
Comune di Milano - Cultura, Museo del Novecento e Intesa Sanpaolo - Gallerie d'Italia, in collaborazione con la casa editrice Electa.

Il percorso espositivo si snoda tra le due sedi museali e comprende oltre 150 opere, fondandosi, come scrive il curatore, ''su una serie di fatti, incontri e occasioni che hanno dato all'arte italiana del Novecento l'opportunità di conseguire un'attenzione e una presenza internazionale utile a collocarla in posizione preminente nell'ambito della stessa idea di modernità'', centralità raggiunta ''tramite una serie di legami
di diverso genere con gli Stati Uniti d'America, e in particolare con l'ambiente e la città di New York, che diventa, non solo simbolicamente, il centro della cultura artistica del Novecento, a partire dagli anni dell'immediato secondo dopoguerra.




Vengono però qui considerati anche episodi precedenti, che hanno contribuito a preparare il terreno per vicende che si sono chiaramente manifestate in seguito, anche per le diverse maturazioni delle situazioni storiche attraversate dai due paesi''.
La mostra presenta attraverso le loro opere, le storie degli artisti italiani che hanno viaggiato, soggiornato, lavorato, esposto negli Stati Uniti, e in particolare a New York, o solo immaginato il nuovo mondo, tutti alla ricerca di uno spirito più libero e di modelli differenti rispetto alla vecchia Europa.

Un racconto articolato e complesso che parte dagli anni Venti, quando Fortunato Depero, futurista di primo piano, si reca per un lungo soggiorno negli Stati Uniti (vi giunge nell'autunno del 1928 e vi si ferma circa due anni), diventando simbolicamente il punto di partenza dell'incontro con la realtà americana, fino al
biennio 1967-68, quando Ugo Mulas pubblica New York: The New Art Scene (New York: arte e persone), il libro nel quale raccoglie le immagini scattate dal 1964 agli artisti americani di punta dell'epoca.
Nello stesso periodo sono poi organizzate importati rassegne tra cui la grande mostra del 1949 dedicata all'arte italiana al Museum of Modern Art di New York - la prima volta che il MoMA dedica un'esposizione di grande rilievo alla produzione artistica contemporanea di un paese - e una doppia rassegna nel 1968 dedicata alla recente
arte italiana al Jewish Museum of Art di New York.




Negli spazi del Museo del Novecento è restituito l'immaginario americano e, in particolar modo, il rapporto intenso con la città di New York così come percepito dagli artisti italiani, con opere di Afro, Paolo Baratella, Corrado Cagli, Pietro Consagra, Giorgio De Chirico, Fortunato Depero, Tano Festa, Lucio Fontana, Emilio
Isgrò, Sergio Lombardo, Titina Maselli, Costantino Nivola, Gastone Novelli, Vinicio Paladini, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Alberto Savinio, Toti Scialoja, Tancredi, Giulio Turcato.

Una sezione a sé è dedicata all'opera fotografica di Ugo Mulas in relazione a New York e agli artisti statunitensi.

«Nella prima metà del Novecento i confini fisici dell'espressione artistica si sgretolano, e quelle che prima erano classificabili come 'influenze di culture altre' diventano ora fonte di ispirazione comune per gli artisti di ogni luogo, anche e soprattutto in Italia. Il Museo del Novecento è testimone prezioso di questa
fase, documentata attraverso la propria collezione e approfondita ora con questa mostra che si inserisce perfettamente nel contesto storico-artistico del suo percorso» dichiara Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano.


«La collaborazione con Gallerie d'Italia e il suo Cantiere del '900 consente di
affondare ulteriormente lo sguardo su questo periodo cruciale dell'arte moderna, in cui il mondo diventa al tempo stesso più grande e più vicino all'immaginario di tutti gli artisti che, ciascuno con il proprio linguaggio, meticciano la propria cultura con tradizioni e suggestioni provenienti da oltreoceano.»

Nelle Gallerie d'Italia a Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, è invece proposta un'ampia ricostruzione dei rapporti con le istituzioni, le gallerie e i collezionisti americani che hanno valorizzato la presenza artistica italiana sul territorio americano.

150 opere provenienti da prestigiosi musei nazionali e stranieri, consente un'originale lettura dell'arte italiana del secolo scorso in una prospettiva internazionale, approfondendo il rapporto con il mondo, la cultura e i caratteri estetici di un'America vista, interpretata e rappresentata. Questa nuova mostra rafforza ulteriormente la collaborazione con il Comune di Milano attraverso la sinergia con il Museo del Novecento, la realtà museale che svolge in città un ruolo di primo piano nella promozione dell'arte moderna.

A partire dalla mostra XX Century Italian Art, tenutasi nel 1949 al Museum of Modern Art di New York, sono presentati alle Gallerie d'Italia alcuni capolavori di Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà, Giorgio Morandi, Massimo Campigli, Marino Marini, Virgilio Guidi, Renato Guttuso, Fausto Pirandello,
Armando Pizzinato, Alberto Viani, per poi proseguire con opere di autori degli anni Cinquanta e Sessanta tra i quali Carla Accardi, Afro, Gianfranco Baruchello, Enrico Baj, Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Alik Cavaliere, Ettore Colla, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Domenico Gnoli, Lucio Fontana, Pino Pascali,
Achille Perilli, Michelangelo Pistoletto, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Giuseppe Santomaso, Mario Schifano, Francesco Somaini, Toti Scialoja ed Emilio Vedova.




Allo scopo di mettere in evidenza il dialogo con gli artisti d'oltreoceano saranno esposti anche alcuni capolavori dei massimi esponenti dell'arte statunitense come Alexander Calder, Willem De Kooning, Arshile Gorky, Franz Kline, Conrad Marca Relli e Cy Twombly, per sottolineare le loro relazioni con il nostro paese,
attraverso i contatti da loro intrattenuti con artisti e collezionisti.

La mostra è accompagnata da un catalogo ELECTA, con saggio introduttivo di Francesco Tedeschi che inquadra la mostra con il racconto degli artisti italiani che hanno guardato l'America dal 1929 al 1968.
Molti i contributi di storici dell'arte, critici, curatori: Nicoletta Boschiero su Fortunato Depero, Katherine Robinson su Giorgio de Chirico, Sergio Cortesini su La Comet Art Gallery e Corrado Cagli, Federica Boragina sull'immagine di
New York nell'arte italiana dal 1949 al 1968, Davide Colombo sulla mostra Twentieth-Century Italian Art al MoMA nel 1949, Nicol Mocchi su Giorgio Morandi, Raffaele Bedarida sulla galleria Catherine Viviano e la promozione dell'arte italiana negli anni Cinquanta negli Stati Uniti, Sharon Hecker sul collezionista Joseph
Pulitzer, Carlo Pirovano su Alberto Burri, Kevin McManus sugli artisti italiani nelle università americane, Luca Massimo Barbero su Lucio Fontana e Tancredi a New York, Paola Bonani sulla Rome-New York Art Foundation, Carla Subrizi sulla mostra New Realists e il confronto con l'immaginario Pop, Francesca Pola su
Ugo Mulas e la nuova scena artistica americana. +

NEW YORK NEW YORK Arte Italiana: la riscoperta dell'America
Sede Museo del Novecento - Via Marconi 1
Gallerie d'Italia, Milano - Piazza della Scala 6
Fino al 17 settembre 2017
Catalogo Electa
mail c.museo900@comune.milano.it
mail info@gallerieditalia.com

Aprile 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Milano, Museo del Novecento e Gallerie d'Italia: ''New York New York''





Fino al 17 settembre, al Museo del Novecento, Gallerie d'Italia di Milano: Arte Italiana, La riscoperta dell'America


Franca D.Scotti



La mostra ''NEW YORK NEW YORK. Arte Italiana: la riscoperta dell'America'', a cura di Francesco Tedeschi con Francesca Pola e Federica Boragina, è promossa dal
Comune di Milano - Cultura, Museo del Novecento e Intesa Sanpaolo - Gallerie d'Italia, in collaborazione con la casa editrice Electa.

Il percorso espositivo si snoda tra le due sedi museali e comprende oltre 150 opere, fondandosi, come scrive il curatore, ''su una serie di fatti, incontri e occasioni che hanno dato all'arte italiana del Novecento l'opportunità di conseguire un'attenzione e una presenza internazionale utile a collocarla in posizione preminente nell'ambito della stessa idea di modernità'', centralità raggiunta ''tramite una serie di legami
di diverso genere con gli Stati Uniti d'America, e in particolare con l'ambiente e la città di New York, che diventa, non solo simbolicamente, il centro della cultura artistica del Novecento, a partire dagli anni dell'immediato secondo dopoguerra.




Vengono però qui considerati anche episodi precedenti, che hanno contribuito a preparare il terreno per vicende che si sono chiaramente manifestate in seguito, anche per le diverse maturazioni delle situazioni storiche attraversate dai due paesi''.
La mostra presenta attraverso le loro opere, le storie degli artisti italiani che hanno viaggiato, soggiornato, lavorato, esposto negli Stati Uniti, e in particolare a New York, o solo immaginato il nuovo mondo, tutti alla ricerca di uno spirito più libero e di modelli differenti rispetto alla vecchia Europa.

Un racconto articolato e complesso che parte dagli anni Venti, quando Fortunato Depero, futurista di primo piano, si reca per un lungo soggiorno negli Stati Uniti (vi giunge nell'autunno del 1928 e vi si ferma circa due anni), diventando simbolicamente il punto di partenza dell'incontro con la realtà americana, fino al
biennio 1967-68, quando Ugo Mulas pubblica New York: The New Art Scene (New York: arte e persone), il libro nel quale raccoglie le immagini scattate dal 1964 agli artisti americani di punta dell'epoca.
Nello stesso periodo sono poi organizzate importati rassegne tra cui la grande mostra del 1949 dedicata all'arte italiana al Museum of Modern Art di New York - la prima volta che il MoMA dedica un'esposizione di grande rilievo alla produzione artistica contemporanea di un paese - e una doppia rassegna nel 1968 dedicata alla recente
arte italiana al Jewish Museum of Art di New York.




Negli spazi del Museo del Novecento è restituito l'immaginario americano e, in particolar modo, il rapporto intenso con la città di New York così come percepito dagli artisti italiani, con opere di Afro, Paolo Baratella, Corrado Cagli, Pietro Consagra, Giorgio De Chirico, Fortunato Depero, Tano Festa, Lucio Fontana, Emilio
Isgrò, Sergio Lombardo, Titina Maselli, Costantino Nivola, Gastone Novelli, Vinicio Paladini, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Alberto Savinio, Toti Scialoja, Tancredi, Giulio Turcato.

Una sezione a sé è dedicata all'opera fotografica di Ugo Mulas in relazione a New York e agli artisti statunitensi.

«Nella prima metà del Novecento i confini fisici dell'espressione artistica si sgretolano, e quelle che prima erano classificabili come 'influenze di culture altre' diventano ora fonte di ispirazione comune per gli artisti di ogni luogo, anche e soprattutto in Italia. Il Museo del Novecento è testimone prezioso di questa
fase, documentata attraverso la propria collezione e approfondita ora con questa mostra che si inserisce perfettamente nel contesto storico-artistico del suo percorso» dichiara Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano.


«La collaborazione con Gallerie d'Italia e il suo Cantiere del '900 consente di
affondare ulteriormente lo sguardo su questo periodo cruciale dell'arte moderna, in cui il mondo diventa al tempo stesso più grande e più vicino all'immaginario di tutti gli artisti che, ciascuno con il proprio linguaggio, meticciano la propria cultura con tradizioni e suggestioni provenienti da oltreoceano.»

Nelle Gallerie d'Italia a Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, è invece proposta un'ampia ricostruzione dei rapporti con le istituzioni, le gallerie e i collezionisti americani che hanno valorizzato la presenza artistica italiana sul territorio americano.

150 opere provenienti da prestigiosi musei nazionali e stranieri, consente un'originale lettura dell'arte italiana del secolo scorso in una prospettiva internazionale, approfondendo il rapporto con il mondo, la cultura e i caratteri estetici di un'America vista, interpretata e rappresentata. Questa nuova mostra rafforza ulteriormente la collaborazione con il Comune di Milano attraverso la sinergia con il Museo del Novecento, la realtà museale che svolge in città un ruolo di primo piano nella promozione dell'arte moderna.

A partire dalla mostra XX Century Italian Art, tenutasi nel 1949 al Museum of Modern Art di New York, sono presentati alle Gallerie d'Italia alcuni capolavori di Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà, Giorgio Morandi, Massimo Campigli, Marino Marini, Virgilio Guidi, Renato Guttuso, Fausto Pirandello,
Armando Pizzinato, Alberto Viani, per poi proseguire con opere di autori degli anni Cinquanta e Sessanta tra i quali Carla Accardi, Afro, Gianfranco Baruchello, Enrico Baj, Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Alik Cavaliere, Ettore Colla, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Domenico Gnoli, Lucio Fontana, Pino Pascali,
Achille Perilli, Michelangelo Pistoletto, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Giuseppe Santomaso, Mario Schifano, Francesco Somaini, Toti Scialoja ed Emilio Vedova.




Allo scopo di mettere in evidenza il dialogo con gli artisti d'oltreoceano saranno esposti anche alcuni capolavori dei massimi esponenti dell'arte statunitense come Alexander Calder, Willem De Kooning, Arshile Gorky, Franz Kline, Conrad Marca Relli e Cy Twombly, per sottolineare le loro relazioni con il nostro paese,
attraverso i contatti da loro intrattenuti con artisti e collezionisti.

La mostra è accompagnata da un catalogo ELECTA, con saggio introduttivo di Francesco Tedeschi che inquadra la mostra con il racconto degli artisti italiani che hanno guardato l'America dal 1929 al 1968.
Molti i contributi di storici dell'arte, critici, curatori: Nicoletta Boschiero su Fortunato Depero, Katherine Robinson su Giorgio de Chirico, Sergio Cortesini su La Comet Art Gallery e Corrado Cagli, Federica Boragina sull'immagine di
New York nell'arte italiana dal 1949 al 1968, Davide Colombo sulla mostra Twentieth-Century Italian Art al MoMA nel 1949, Nicol Mocchi su Giorgio Morandi, Raffaele Bedarida sulla galleria Catherine Viviano e la promozione dell'arte italiana negli anni Cinquanta negli Stati Uniti, Sharon Hecker sul collezionista Joseph
Pulitzer, Carlo Pirovano su Alberto Burri, Kevin McManus sugli artisti italiani nelle università americane, Luca Massimo Barbero su Lucio Fontana e Tancredi a New York, Paola Bonani sulla Rome-New York Art Foundation, Carla Subrizi sulla mostra New Realists e il confronto con l'immaginario Pop, Francesca Pola su
Ugo Mulas e la nuova scena artistica americana. +

NEW YORK NEW YORK Arte Italiana: la riscoperta dell'America
Sede Museo del Novecento - Via Marconi 1
Gallerie d'Italia, Milano - Piazza della Scala 6
Fino al 17 settembre 2017
Catalogo Electa
mail c.museo900@comune.milano.it
mail info@gallerieditalia.com

Aprile 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Milano, Museo del Novecento e Gallerie d'Italia: ''New York New York''





Fino al 17 settembre, al Museo del Novecento, Gallerie d'Italia di Milano: Arte Italiana, La riscoperta dell'America


Franca D.Scotti



La mostra ''NEW YORK NEW YORK. Arte Italiana: la riscoperta dell'America'', a cura di Francesco Tedeschi con Francesca Pola e Federica Boragina, è promossa dal
Comune di Milano - Cultura, Museo del Novecento e Intesa Sanpaolo - Gallerie d'Italia, in collaborazione con la casa editrice Electa.

Il percorso espositivo si snoda tra le due sedi museali e comprende oltre 150 opere, fondandosi, come scrive il curatore, ''su una serie di fatti, incontri e occasioni che hanno dato all'arte italiana del Novecento l'opportunità di conseguire un'attenzione e una presenza internazionale utile a collocarla in posizione preminente nell'ambito della stessa idea di modernità'', centralità raggiunta ''tramite una serie di legami
di diverso genere con gli Stati Uniti d'America, e in particolare con l'ambiente e la città di New York, che diventa, non solo simbolicamente, il centro della cultura artistica del Novecento, a partire dagli anni dell'immediato secondo dopoguerra.




Vengono però qui considerati anche episodi precedenti, che hanno contribuito a preparare il terreno per vicende che si sono chiaramente manifestate in seguito, anche per le diverse maturazioni delle situazioni storiche attraversate dai due paesi''.
La mostra presenta attraverso le loro opere, le storie degli artisti italiani che hanno viaggiato, soggiornato, lavorato, esposto negli Stati Uniti, e in particolare a New York, o solo immaginato il nuovo mondo, tutti alla ricerca di uno spirito più libero e di modelli differenti rispetto alla vecchia Europa.

Un racconto articolato e complesso che parte dagli anni Venti, quando Fortunato Depero, futurista di primo piano, si reca per un lungo soggiorno negli Stati Uniti (vi giunge nell'autunno del 1928 e vi si ferma circa due anni), diventando simbolicamente il punto di partenza dell'incontro con la realtà americana, fino al
biennio 1967-68, quando Ugo Mulas pubblica New York: The New Art Scene (New York: arte e persone), il libro nel quale raccoglie le immagini scattate dal 1964 agli artisti americani di punta dell'epoca.
Nello stesso periodo sono poi organizzate importati rassegne tra cui la grande mostra del 1949 dedicata all'arte italiana al Museum of Modern Art di New York - la prima volta che il MoMA dedica un'esposizione di grande rilievo alla produzione artistica contemporanea di un paese - e una doppia rassegna nel 1968 dedicata alla recente
arte italiana al Jewish Museum of Art di New York.




Negli spazi del Museo del Novecento è restituito l'immaginario americano e, in particolar modo, il rapporto intenso con la città di New York così come percepito dagli artisti italiani, con opere di Afro, Paolo Baratella, Corrado Cagli, Pietro Consagra, Giorgio De Chirico, Fortunato Depero, Tano Festa, Lucio Fontana, Emilio
Isgrò, Sergio Lombardo, Titina Maselli, Costantino Nivola, Gastone Novelli, Vinicio Paladini, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Alberto Savinio, Toti Scialoja, Tancredi, Giulio Turcato.

Una sezione a sé è dedicata all'opera fotografica di Ugo Mulas in relazione a New York e agli artisti statunitensi.

«Nella prima metà del Novecento i confini fisici dell'espressione artistica si sgretolano, e quelle che prima erano classificabili come 'influenze di culture altre' diventano ora fonte di ispirazione comune per gli artisti di ogni luogo, anche e soprattutto in Italia. Il Museo del Novecento è testimone prezioso di questa
fase, documentata attraverso la propria collezione e approfondita ora con questa mostra che si inserisce perfettamente nel contesto storico-artistico del suo percorso» dichiara Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano.


«La collaborazione con Gallerie d'Italia e il suo Cantiere del '900 consente di
affondare ulteriormente lo sguardo su questo periodo cruciale dell'arte moderna, in cui il mondo diventa al tempo stesso più grande e più vicino all'immaginario di tutti gli artisti che, ciascuno con il proprio linguaggio, meticciano la propria cultura con tradizioni e suggestioni provenienti da oltreoceano.»

Nelle Gallerie d'Italia a Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, è invece proposta un'ampia ricostruzione dei rapporti con le istituzioni, le gallerie e i collezionisti americani che hanno valorizzato la presenza artistica italiana sul territorio americano.

150 opere provenienti da prestigiosi musei nazionali e stranieri, consente un'originale lettura dell'arte italiana del secolo scorso in una prospettiva internazionale, approfondendo il rapporto con il mondo, la cultura e i caratteri estetici di un'America vista, interpretata e rappresentata. Questa nuova mostra rafforza ulteriormente la collaborazione con il Comune di Milano attraverso la sinergia con il Museo del Novecento, la realtà museale che svolge in città un ruolo di primo piano nella promozione dell'arte moderna.

A partire dalla mostra XX Century Italian Art, tenutasi nel 1949 al Museum of Modern Art di New York, sono presentati alle Gallerie d'Italia alcuni capolavori di Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Carlo Carrà, Giorgio Morandi, Massimo Campigli, Marino Marini, Virgilio Guidi, Renato Guttuso, Fausto Pirandello,
Armando Pizzinato, Alberto Viani, per poi proseguire con opere di autori degli anni Cinquanta e Sessanta tra i quali Carla Accardi, Afro, Gianfranco Baruchello, Enrico Baj, Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi, Alik Cavaliere, Ettore Colla, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Domenico Gnoli, Lucio Fontana, Pino Pascali,
Achille Perilli, Michelangelo Pistoletto, Arnaldo Pomodoro, Mimmo Rotella, Giuseppe Santomaso, Mario Schifano, Francesco Somaini, Toti Scialoja ed Emilio Vedova.




Allo scopo di mettere in evidenza il dialogo con gli artisti d'oltreoceano saranno esposti anche alcuni capolavori dei massimi esponenti dell'arte statunitense come Alexander Calder, Willem De Kooning, Arshile Gorky, Franz Kline, Conrad Marca Relli e Cy Twombly, per sottolineare le loro relazioni con il nostro paese,
attraverso i contatti da loro intrattenuti con artisti e collezionisti.

La mostra è accompagnata da un catalogo ELECTA, con saggio introduttivo di Francesco Tedeschi che inquadra la mostra con il racconto degli artisti italiani che hanno guardato l'America dal 1929 al 1968.
Molti i contributi di storici dell'arte, critici, curatori: Nicoletta Boschiero su Fortunato Depero, Katherine Robinson su Giorgio de Chirico, Sergio Cortesini su La Comet Art Gallery e Corrado Cagli, Federica Boragina sull'immagine di
New York nell'arte italiana dal 1949 al 1968, Davide Colombo sulla mostra Twentieth-Century Italian Art al MoMA nel 1949, Nicol Mocchi su Giorgio Morandi, Raffaele Bedarida sulla galleria Catherine Viviano e la promozione dell'arte italiana negli anni Cinquanta negli Stati Uniti, Sharon Hecker sul collezionista Joseph
Pulitzer, Carlo Pirovano su Alberto Burri, Kevin McManus sugli artisti italiani nelle università americane, Luca Massimo Barbero su Lucio Fontana e Tancredi a New York, Paola Bonani sulla Rome-New York Art Foundation, Carla Subrizi sulla mostra New Realists e il confronto con l'immaginario Pop, Francesca Pola su
Ugo Mulas e la nuova scena artistica americana. +

NEW YORK NEW YORK Arte Italiana: la riscoperta dell'America
Sede Museo del Novecento - Via Marconi 1
Gallerie d'Italia, Milano - Piazza della Scala 6
Fino al 17 settembre 2017
Catalogo Electa
mail c.museo900@comune.milano.it
mail info@gallerieditalia.com

Aprile 2017

CHIUDI ...


L'Arco di Palmira trionfa ad Arona





La cerimonia di inaugurazione sarà molto suggestiva e prevede un'introduzione da parte della nuova filarmonica aronese

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Viva Vivaldi a Venezia




Dal 13 maggio 2017 al Museo Diocesano di Venezia per la prima volta la musica si vede e si respira
Un nuovo format artistico spettacolare per narrare l'autore delle Quattro Stagioni

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Cremona: Anno delle celebrazioni monteverdiane





Inaugurata la mostra ''Monteverdi e Caravaggio. Sonar stromenti e figurar la musica''
Il Monteverdi Festival apre con Orfeo al Teatro Ponchielli il 5 e 6 maggio
Il 2 e 3 giugno crociera musicale sul Po tra Cremona, Mantova e Venezia

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Guggenheim Abu Dhabi: The Creative Act, Performance, Processo, Presenza





Abu Dhabi Tourism & Culture Authority celebra l'apertura di The Creative Act: Performance, Processo, Presenza
Seconda mostra della collezione del Guggenheim Abu Dhabi

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Apre il ristorante Gourmet Royal: confermato alla guida Maurizio Lazzarin




Una nuova stagione con tante novità dello sperimentatore di soluzioni enogastronomiche alternative alla più tradizionale cucina del Lario
.
Franca D.Scotti

... CONTINUA

Viaggi del gusto: il cibo come motivazione essenziale





Roberta Garibaldi, Ambasciatore per l'Italia del World Food Travel Association illustra per Citterio le nuove tendenze sul fenomeno del food travel


Franca D.Scotti

... CONTINUA

SUNSILK: i tuoi capelli, i tuoi alleati


CAPELLI LISCI D'ESTATE? NO PANIC! SUNSILK CO-CREATIONS LISCIO PERFETTO, PER RAGGIUNGERE QUALSIASI DESTINAZIONE CON CAPELLI PERFETTAMENTE LISCI E SETOSI ... CONTINUA

CARMELA BOCCOMINO nuova PR dei brand SVR e FILORGA


Siamo lieti di annunciare che Carmela Boccomino, già Pr Manager di Elizabeth Arden Italy e Global Pr & Events Manager di La Perla, si occuperà dell'ufficio stampa di Filorga e SVR. ... CONTINUA

Capelli sani e vibranti al colore? Nuova linea COLOR FULL firmata RAHUA

 
La chioma è la cornice del nostro viso ed è troppo importante per non meritarsi il meglio per renderla morbida e lucente. Per i capelli che hanno subito un trattamento colorante, bisognerà scegliere un prodotto particolarmente indicato per far risaltare le sfumature del colore. ... CONTINUA

Geometrie preziose, luce intensa e design iper-raffinato nelle nuove collezioni di gioielli MORELLATO per la primavera-estate 2017

 
La preziosità delle nuove collezione di gioielli Morellato dedicati all'Estate, risplende nei colori della nuova collezione TESORI, dove l'eleganza e la regalità del blu accendono di colore i pendenti, i girocolli, gli orecchini, i bracciali e gli anelli. Design iper raffinato per creazioni che vivono da sole o da abbinare insieme in occasioni davvero speciali. ... CONTINUA

Courmayeur : Royal Driving Experience




Nella splendida Courmayeur un nuovo modo di concepire il divertimento su 4 ruote: Royal Driving Experience, la pista, l'unica su fondo asfaltato in tutto il Nord Italia, creata dal Grand Hotel Royal e Golf dal 1854 protagonista delle vacanze più esclusive ai piedi del Monte Bianco.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Milano, Museo del Novecento e Gallerie d'Italia: ''New York New York''





Fino al 17 settembre, al Museo del Novecento, Gallerie d'Italia di Milano: Arte Italiana, La riscoperta dell'America


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Carolina Crescentini in RAY-BAN ROUND

 
La nostra brava e bella attrice Carolina Crescentini ha scelto di indossare un modello da vista della RAY-BAN molto aggraziato e che le dona particolarmente: RAY-BAN ROUND. ... CONTINUA

Tecnologie innovative e all'avanguardia di medicina estetica


Il Dottor Mirko Manola, presenta due innovativi trattamenti NON chirurgici, utili per il ringiovanimento del viso e della pelle, senza doversi sottoporre a interventi, ma eseguibili nel suo studio medico.
Ultherapy è un vero e proprio lifting non chirurgico, mentre Change Your Skin è il trattamento che permette un miglioramento cutaneo rendendo la pelle più liscia e compatta eliminando eventuali imperfezioni. ... CONTINUA

Il brand americano SALLY HANSEN propone smalti speciali per avere anche a casa risultati come dall'estetista


Durante gli anni Sally Hansen è diventato il marchio leader nel settore nailcare, incrementando sempre più il suo successo anche oltreoceano. Adesso arriva finalmente in Italia, in modo che anche le consumatrici del nostro paese possano vivere la loro vita a colori, con le unghie curate e colorate! ... CONTINUA

L'Arco di Palmira trionfa ad Arona





La cerimonia di inaugurazione sarà molto suggestiva e prevede un'introduzione da parte della nuova filarmonica aronese

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Viva Vivaldi a Venezia




Dal 13 maggio 2017 al Museo Diocesano di Venezia per la prima volta la musica si vede e si respira
Un nuovo format artistico spettacolare per narrare l'autore delle Quattro Stagioni

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Cremona: Anno delle celebrazioni monteverdiane





Inaugurata la mostra ''Monteverdi e Caravaggio. Sonar stromenti e figurar la musica''
Il Monteverdi Festival apre con Orfeo al Teatro Ponchielli il 5 e 6 maggio
Il 2 e 3 giugno crociera musicale sul Po tra Cremona, Mantova e Venezia

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Guggenheim Abu Dhabi: The Creative Act, Performance, Processo, Presenza





Abu Dhabi Tourism & Culture Authority celebra l'apertura di The Creative Act: Performance, Processo, Presenza
Seconda mostra della collezione del Guggenheim Abu Dhabi

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Apre il ristorante Gourmet Royal: confermato alla guida Maurizio Lazzarin




Una nuova stagione con tante novità dello sperimentatore di soluzioni enogastronomiche alternative alla più tradizionale cucina del Lario
.
Franca D.Scotti

... CONTINUA

Viaggi del gusto: il cibo come motivazione essenziale





Roberta Garibaldi, Ambasciatore per l'Italia del World Food Travel Association illustra per Citterio le nuove tendenze sul fenomeno del food travel


Franca D.Scotti

... CONTINUA

SUNSILK: i tuoi capelli, i tuoi alleati


CAPELLI LISCI D'ESTATE? NO PANIC! SUNSILK CO-CREATIONS LISCIO PERFETTO, PER RAGGIUNGERE QUALSIASI DESTINAZIONE CON CAPELLI PERFETTAMENTE LISCI E SETOSI ... CONTINUA

CARMELA BOCCOMINO nuova PR dei brand SVR e FILORGA


Siamo lieti di annunciare che Carmela Boccomino, già Pr Manager di Elizabeth Arden Italy e Global Pr & Events Manager di La Perla, si occuperà dell'ufficio stampa di Filorga e SVR. ... CONTINUA

Capelli sani e vibranti al colore? Nuova linea COLOR FULL firmata RAHUA

 
La chioma è la cornice del nostro viso ed è troppo importante per non meritarsi il meglio per renderla morbida e lucente. Per i capelli che hanno subito un trattamento colorante, bisognerà scegliere un prodotto particolarmente indicato per far risaltare le sfumature del colore. ... CONTINUA

Geometrie preziose, luce intensa e design iper-raffinato nelle nuove collezioni di gioielli MORELLATO per la primavera-estate 2017

 
La preziosità delle nuove collezione di gioielli Morellato dedicati all'Estate, risplende nei colori della nuova collezione TESORI, dove l'eleganza e la regalità del blu accendono di colore i pendenti, i girocolli, gli orecchini, i bracciali e gli anelli. Design iper raffinato per creazioni che vivono da sole o da abbinare insieme in occasioni davvero speciali. ... CONTINUA

L'Arco di Palmira trionfa ad Arona





La cerimonia di inaugurazione sarà molto suggestiva e prevede un'introduzione da parte della nuova filarmonica aronese

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Viva Vivaldi a Venezia




Dal 13 maggio 2017 al Museo Diocesano di Venezia per la prima volta la musica si vede e si respira
Un nuovo format artistico spettacolare per narrare l'autore delle Quattro Stagioni

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Cremona: Anno delle celebrazioni monteverdiane





Inaugurata la mostra ''Monteverdi e Caravaggio. Sonar stromenti e figurar la musica''
Il Monteverdi Festival apre con Orfeo al Teatro Ponchielli il 5 e 6 maggio
Il 2 e 3 giugno crociera musicale sul Po tra Cremona, Mantova e Venezia

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Guggenheim Abu Dhabi: The Creative Act, Performance, Processo, Presenza





Abu Dhabi Tourism & Culture Authority celebra l'apertura di The Creative Act: Performance, Processo, Presenza
Seconda mostra della collezione del Guggenheim Abu Dhabi

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Apre il ristorante Gourmet Royal: confermato alla guida Maurizio Lazzarin




Una nuova stagione con tante novità dello sperimentatore di soluzioni enogastronomiche alternative alla più tradizionale cucina del Lario
.
Franca D.Scotti

... CONTINUA

Viaggi del gusto: il cibo come motivazione essenziale





Roberta Garibaldi, Ambasciatore per l'Italia del World Food Travel Association illustra per Citterio le nuove tendenze sul fenomeno del food travel


Franca D.Scotti

... CONTINUA

SUNSILK: i tuoi capelli, i tuoi alleati


CAPELLI LISCI D'ESTATE? NO PANIC! SUNSILK CO-CREATIONS LISCIO PERFETTO, PER RAGGIUNGERE QUALSIASI DESTINAZIONE CON CAPELLI PERFETTAMENTE LISCI E SETOSI ... CONTINUA

CARMELA BOCCOMINO nuova PR dei brand SVR e FILORGA


Siamo lieti di annunciare che Carmela Boccomino, già Pr Manager di Elizabeth Arden Italy e Global Pr & Events Manager di La Perla, si occuperà dell'ufficio stampa di Filorga e SVR. ... CONTINUA

Capelli sani e vibranti al colore? Nuova linea COLOR FULL firmata RAHUA

 
La chioma è la cornice del nostro viso ed è troppo importante per non meritarsi il meglio per renderla morbida e lucente. Per i capelli che hanno subito un trattamento colorante, bisognerà scegliere un prodotto particolarmente indicato per far risaltare le sfumature del colore. ... CONTINUA

Geometrie preziose, luce intensa e design iper-raffinato nelle nuove collezioni di gioielli MORELLATO per la primavera-estate 2017

 
La preziosità delle nuove collezione di gioielli Morellato dedicati all'Estate, risplende nei colori della nuova collezione TESORI, dove l'eleganza e la regalità del blu accendono di colore i pendenti, i girocolli, gli orecchini, i bracciali e gli anelli. Design iper raffinato per creazioni che vivono da sole o da abbinare insieme in occasioni davvero speciali. ... CONTINUA

Courmayeur : Royal Driving Experience




Nella splendida Courmayeur un nuovo modo di concepire il divertimento su 4 ruote: Royal Driving Experience, la pista, l'unica su fondo asfaltato in tutto il Nord Italia, creata dal Grand Hotel Royal e Golf dal 1854 protagonista delle vacanze più esclusive ai piedi del Monte Bianco.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Milano, Museo del Novecento e Gallerie d'Italia: ''New York New York''





Fino al 17 settembre, al Museo del Novecento, Gallerie d'Italia di Milano: Arte Italiana, La riscoperta dell'America


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Carolina Crescentini in RAY-BAN ROUND

 
La nostra brava e bella attrice Carolina Crescentini ha scelto di indossare un modello da vista della RAY-BAN molto aggraziato e che le dona particolarmente: RAY-BAN ROUND. ... CONTINUA

Tecnologie innovative e all'avanguardia di medicina estetica


Il Dottor Mirko Manola, presenta due innovativi trattamenti NON chirurgici, utili per il ringiovanimento del viso e della pelle, senza doversi sottoporre a interventi, ma eseguibili nel suo studio medico.
Ultherapy è un vero e proprio lifting non chirurgico, mentre Change Your Skin è il trattamento che permette un miglioramento cutaneo rendendo la pelle più liscia e compatta eliminando eventuali imperfezioni. ... CONTINUA

Il brand americano SALLY HANSEN propone smalti speciali per avere anche a casa risultati come dall'estetista


Durante gli anni Sally Hansen è diventato il marchio leader nel settore nailcare, incrementando sempre più il suo successo anche oltreoceano. Adesso arriva finalmente in Italia, in modo che anche le consumatrici del nostro paese possano vivere la loro vita a colori, con le unghie curate e colorate! ... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 79 - 78 - 77 - 76 - 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015