HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO



HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Prato: Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo




Al Museo del Tessuto di Prato la bellissima mostra Il Capriccio e la Ragione
ripercorre lo sviluppo dello stile e del gusto nella cultura artistica del Settecento


Franca D.Scotti



Si svolge fino al 29 aprile 2018, ''Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo'', organizzata dalla Fondazione Museo del Tessuto di Prato, con la prestigiosa collaborazione del Museo della Moda e del Costume delle Gallerie degli Uffizi, del Museo Stibbert di Firenze e del Museo Studio del Tessuto della Fondazione Antonio Ratti di Como.

I tessuti dialogano costantemente con capi d'abbigliamento femminili e maschili, porcellane, oggetti d'arredo, dipinti e incisioni, venendo così a costruire - attraverso oltre 100 oggetti - un percorso espositivo unico ed inedito su un secolo così ricco e complesso come il XVIII secolo.


La mostra è allestita nella sala dei tessili antichi del Museo, uno spazio con copertura a volte a crociera di circa 400 mq che costituisce la parte più antica dell'ex opificio Campolmi, monumentale esempio di archeologia industriale tessile toscana (8.500 mq), recuperata dal Comune di Prato per trasformarla in polo cultuale cittadino, sede del Museo e della Biblioteca Lazzerini.


L'allestimento richiama i fasti delle corti europee: scene allegoriche tratte dagli affreschi del Tiepolo vengono proiettate sulle volte a crociera della sala evocando in questo modo i grandi soffitti affrescati del tempo; grandi superfici specchianti disposte alle pareti della sala creano un particolare gioco di effetti che ampliano l'ambiente espositivo esaltando gli oggetti presenti in mostra.

La prima parte della mostra è dedicata al tema dell'esotismo
Grazie all'attività delle Compagnie delle Indie orientali di paesi come Inghilterra, Olanda, Francia e Danimarca dalla fine del Seicento giungono in Europa beni di lusso come lacche, porcellane, tessuti, dipinti su carta provenienti da India, Cina, Giappone.


In mostra, porcellane di manifattura cinese dal Museo Stibbert, tessuti con motivi decorativi di chiara ispirazione orientale e volumi di fine Seicento proprio sulle ambascerie delle Compagnie delle Indie in Cina e Giappone della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze testimoniano come i soggetti, la composizione delle scene, l'inedita palette cromatica di questi ''nuovi'' oggetti generano in Occidente una profonda trasformazione del gusto, che ricade sulle produzioni delle maggiori manifatture europee, in primis quella francese.

Nel caso dei tessuti, la prima parte del Settecento parla infatti un francese ridondante, rococò, che accosta soggetti della natura al repertorio esotico, dando vita a stili come l'eccentrico Bizarre, il naturalistico Revel ed il lezioso Dentelles, che imita l'effetto dei merletti. Particolarmente suggestivi i tessuti operati in seta e preziosi filati metallici di manifattura francese provenienti dalle collezioni del Museo del Tessuto e della Fondazione Antonio Ratti di Como, custode di una straordinaria collezione di tessuti antichi con rarissimi esemplari in seta proprio del Settecento europeo.
Anche la moda parla francese: dal Museo della Moda e del Costume delle Gallerie degli Uffizi e dal Museo Stibbert splenditi abiti maschili e femminili nonché accessori di moda come scarpe, guanti, bottoni, ventagli, sono testimonianza del lusso e dell'eleganza della vita di corte.


La parte centrale della mostra è invece dedicata alla riscoperta dell'ornato dell'arte classica, un cambiamento di gusto che risente delle nuove campagne archeologiche rese note dall'editoria specialistica dell'epoca, tra tutti ''Le antichità romane'' di Giovan Battista Piranesi - presente in mostra con un raro volume del 1756 - i cui disegni sono tra i protagonisti di questa riaffermazione del gusto classico.

I disegni di Piranesi dialogano con i bottoni cammeo prodotti dalla manifattura inglese Wedgwood e con i ricami dello splendido gilet maschile degli anni settanta del Settecento di proprietà del Museo Stibbert con motivi decorativi apertamente ispirati all'antichità, espressione della diffusione di questo gusto e del grande successo in tutte le arti.
Il tema delle ''rovine'' si traduce quindi in uno stile carico di suggestioni emotive. Nei tessuti, oltre ai temi esotici e naturalistici, ora compaiono piccole vedute classiche e capricci con rovine, incorniciate da rami, nastri e pizzi che definiscono le strutture 'a meandro'.


Procedendo verso la fine del secolo, l'alleggerimento della decorazione si accentua di pari passo al diffondersi del pensiero razionalista.
Le righe regimentano le strutture decorative dei tessuti fino a annullarsi a favore del fondo monocromo. Una nuova palette cromatica caratterizza la nascente estetica neoclassica: bianco, rosa pallido, verde acqua, celeste, giallo chiaro restituiti in toni velati. I colori appaiono sbiaditi dal tempo, imbiancati dalla polvere dei secoli.
Anche la moda del tempo riflette questo cambiamento di gusto. Gli abiti in mostra documentano come l'abbigliamento, con le sue forme, segue fedelmente lo sviluppo culturale e sociale del tempo: dai fasti esclusivi delle corti alla rivincita della dimensione imprenditoriale borghese del quotidiano.

Tra i numerosi oggetti che arricchiscono la mostra ricordiamo i dipinti - provenienti dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato e da alcune gallerie antiquarie fiorentine - i cui soggetti dialogano con i motivi decorativi presentati nei tessili: dalla pittura di genere ai cosiddetti capricci, dalle nature morte di fiori e frutta ai paesaggi animati da scenette popolari o da antiche rovine della classicità.
Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento Europeo
Fino al 29 aprile 2018
Museo del Tessuto, via Puccetti 3 Prato
Catalogo Silvana Editoriale
www.museodeltessuto.it
www.museodeltessuto.it/settecento

Maggio 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Prato: Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo




Al Museo del Tessuto di Prato la bellissima mostra Il Capriccio e la Ragione
ripercorre lo sviluppo dello stile e del gusto nella cultura artistica del Settecento


Franca D.Scotti



Si svolge fino al 29 aprile 2018, ''Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo'', organizzata dalla Fondazione Museo del Tessuto di Prato, con la prestigiosa collaborazione del Museo della Moda e del Costume delle Gallerie degli Uffizi, del Museo Stibbert di Firenze e del Museo Studio del Tessuto della Fondazione Antonio Ratti di Como.

I tessuti dialogano costantemente con capi d'abbigliamento femminili e maschili, porcellane, oggetti d'arredo, dipinti e incisioni, venendo così a costruire - attraverso oltre 100 oggetti - un percorso espositivo unico ed inedito su un secolo così ricco e complesso come il XVIII secolo.


La mostra è allestita nella sala dei tessili antichi del Museo, uno spazio con copertura a volte a crociera di circa 400 mq che costituisce la parte più antica dell'ex opificio Campolmi, monumentale esempio di archeologia industriale tessile toscana (8.500 mq), recuperata dal Comune di Prato per trasformarla in polo cultuale cittadino, sede del Museo e della Biblioteca Lazzerini.


L'allestimento richiama i fasti delle corti europee: scene allegoriche tratte dagli affreschi del Tiepolo vengono proiettate sulle volte a crociera della sala evocando in questo modo i grandi soffitti affrescati del tempo; grandi superfici specchianti disposte alle pareti della sala creano un particolare gioco di effetti che ampliano l'ambiente espositivo esaltando gli oggetti presenti in mostra.

La prima parte della mostra è dedicata al tema dell'esotismo
Grazie all'attività delle Compagnie delle Indie orientali di paesi come Inghilterra, Olanda, Francia e Danimarca dalla fine del Seicento giungono in Europa beni di lusso come lacche, porcellane, tessuti, dipinti su carta provenienti da India, Cina, Giappone.


In mostra, porcellane di manifattura cinese dal Museo Stibbert, tessuti con motivi decorativi di chiara ispirazione orientale e volumi di fine Seicento proprio sulle ambascerie delle Compagnie delle Indie in Cina e Giappone della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze testimoniano come i soggetti, la composizione delle scene, l'inedita palette cromatica di questi ''nuovi'' oggetti generano in Occidente una profonda trasformazione del gusto, che ricade sulle produzioni delle maggiori manifatture europee, in primis quella francese.

Nel caso dei tessuti, la prima parte del Settecento parla infatti un francese ridondante, rococò, che accosta soggetti della natura al repertorio esotico, dando vita a stili come l'eccentrico Bizarre, il naturalistico Revel ed il lezioso Dentelles, che imita l'effetto dei merletti. Particolarmente suggestivi i tessuti operati in seta e preziosi filati metallici di manifattura francese provenienti dalle collezioni del Museo del Tessuto e della Fondazione Antonio Ratti di Como, custode di una straordinaria collezione di tessuti antichi con rarissimi esemplari in seta proprio del Settecento europeo.
Anche la moda parla francese: dal Museo della Moda e del Costume delle Gallerie degli Uffizi e dal Museo Stibbert splenditi abiti maschili e femminili nonché accessori di moda come scarpe, guanti, bottoni, ventagli, sono testimonianza del lusso e dell'eleganza della vita di corte.


La parte centrale della mostra è invece dedicata alla riscoperta dell'ornato dell'arte classica, un cambiamento di gusto che risente delle nuove campagne archeologiche rese note dall'editoria specialistica dell'epoca, tra tutti ''Le antichità romane'' di Giovan Battista Piranesi - presente in mostra con un raro volume del 1756 - i cui disegni sono tra i protagonisti di questa riaffermazione del gusto classico.

I disegni di Piranesi dialogano con i bottoni cammeo prodotti dalla manifattura inglese Wedgwood e con i ricami dello splendido gilet maschile degli anni settanta del Settecento di proprietà del Museo Stibbert con motivi decorativi apertamente ispirati all'antichità, espressione della diffusione di questo gusto e del grande successo in tutte le arti.
Il tema delle ''rovine'' si traduce quindi in uno stile carico di suggestioni emotive. Nei tessuti, oltre ai temi esotici e naturalistici, ora compaiono piccole vedute classiche e capricci con rovine, incorniciate da rami, nastri e pizzi che definiscono le strutture 'a meandro'.


Procedendo verso la fine del secolo, l'alleggerimento della decorazione si accentua di pari passo al diffondersi del pensiero razionalista.
Le righe regimentano le strutture decorative dei tessuti fino a annullarsi a favore del fondo monocromo. Una nuova palette cromatica caratterizza la nascente estetica neoclassica: bianco, rosa pallido, verde acqua, celeste, giallo chiaro restituiti in toni velati. I colori appaiono sbiaditi dal tempo, imbiancati dalla polvere dei secoli.
Anche la moda del tempo riflette questo cambiamento di gusto. Gli abiti in mostra documentano come l'abbigliamento, con le sue forme, segue fedelmente lo sviluppo culturale e sociale del tempo: dai fasti esclusivi delle corti alla rivincita della dimensione imprenditoriale borghese del quotidiano.

Tra i numerosi oggetti che arricchiscono la mostra ricordiamo i dipinti - provenienti dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato e da alcune gallerie antiquarie fiorentine - i cui soggetti dialogano con i motivi decorativi presentati nei tessili: dalla pittura di genere ai cosiddetti capricci, dalle nature morte di fiori e frutta ai paesaggi animati da scenette popolari o da antiche rovine della classicità.
Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento Europeo
Fino al 29 aprile 2018
Museo del Tessuto, via Puccetti 3 Prato
Catalogo Silvana Editoriale
www.museodeltessuto.it
www.museodeltessuto.it/settecento

Maggio 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Prato: Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo




Al Museo del Tessuto di Prato la bellissima mostra Il Capriccio e la Ragione
ripercorre lo sviluppo dello stile e del gusto nella cultura artistica del Settecento


Franca D.Scotti



Si svolge fino al 29 aprile 2018, ''Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo'', organizzata dalla Fondazione Museo del Tessuto di Prato, con la prestigiosa collaborazione del Museo della Moda e del Costume delle Gallerie degli Uffizi, del Museo Stibbert di Firenze e del Museo Studio del Tessuto della Fondazione Antonio Ratti di Como.

I tessuti dialogano costantemente con capi d'abbigliamento femminili e maschili, porcellane, oggetti d'arredo, dipinti e incisioni, venendo così a costruire - attraverso oltre 100 oggetti - un percorso espositivo unico ed inedito su un secolo così ricco e complesso come il XVIII secolo.


La mostra è allestita nella sala dei tessili antichi del Museo, uno spazio con copertura a volte a crociera di circa 400 mq che costituisce la parte più antica dell'ex opificio Campolmi, monumentale esempio di archeologia industriale tessile toscana (8.500 mq), recuperata dal Comune di Prato per trasformarla in polo cultuale cittadino, sede del Museo e della Biblioteca Lazzerini.


L'allestimento richiama i fasti delle corti europee: scene allegoriche tratte dagli affreschi del Tiepolo vengono proiettate sulle volte a crociera della sala evocando in questo modo i grandi soffitti affrescati del tempo; grandi superfici specchianti disposte alle pareti della sala creano un particolare gioco di effetti che ampliano l'ambiente espositivo esaltando gli oggetti presenti in mostra.

La prima parte della mostra è dedicata al tema dell'esotismo
Grazie all'attività delle Compagnie delle Indie orientali di paesi come Inghilterra, Olanda, Francia e Danimarca dalla fine del Seicento giungono in Europa beni di lusso come lacche, porcellane, tessuti, dipinti su carta provenienti da India, Cina, Giappone.


In mostra, porcellane di manifattura cinese dal Museo Stibbert, tessuti con motivi decorativi di chiara ispirazione orientale e volumi di fine Seicento proprio sulle ambascerie delle Compagnie delle Indie in Cina e Giappone della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze testimoniano come i soggetti, la composizione delle scene, l'inedita palette cromatica di questi ''nuovi'' oggetti generano in Occidente una profonda trasformazione del gusto, che ricade sulle produzioni delle maggiori manifatture europee, in primis quella francese.

Nel caso dei tessuti, la prima parte del Settecento parla infatti un francese ridondante, rococò, che accosta soggetti della natura al repertorio esotico, dando vita a stili come l'eccentrico Bizarre, il naturalistico Revel ed il lezioso Dentelles, che imita l'effetto dei merletti. Particolarmente suggestivi i tessuti operati in seta e preziosi filati metallici di manifattura francese provenienti dalle collezioni del Museo del Tessuto e della Fondazione Antonio Ratti di Como, custode di una straordinaria collezione di tessuti antichi con rarissimi esemplari in seta proprio del Settecento europeo.
Anche la moda parla francese: dal Museo della Moda e del Costume delle Gallerie degli Uffizi e dal Museo Stibbert splenditi abiti maschili e femminili nonché accessori di moda come scarpe, guanti, bottoni, ventagli, sono testimonianza del lusso e dell'eleganza della vita di corte.


La parte centrale della mostra è invece dedicata alla riscoperta dell'ornato dell'arte classica, un cambiamento di gusto che risente delle nuove campagne archeologiche rese note dall'editoria specialistica dell'epoca, tra tutti ''Le antichità romane'' di Giovan Battista Piranesi - presente in mostra con un raro volume del 1756 - i cui disegni sono tra i protagonisti di questa riaffermazione del gusto classico.

I disegni di Piranesi dialogano con i bottoni cammeo prodotti dalla manifattura inglese Wedgwood e con i ricami dello splendido gilet maschile degli anni settanta del Settecento di proprietà del Museo Stibbert con motivi decorativi apertamente ispirati all'antichità, espressione della diffusione di questo gusto e del grande successo in tutte le arti.
Il tema delle ''rovine'' si traduce quindi in uno stile carico di suggestioni emotive. Nei tessuti, oltre ai temi esotici e naturalistici, ora compaiono piccole vedute classiche e capricci con rovine, incorniciate da rami, nastri e pizzi che definiscono le strutture 'a meandro'.


Procedendo verso la fine del secolo, l'alleggerimento della decorazione si accentua di pari passo al diffondersi del pensiero razionalista.
Le righe regimentano le strutture decorative dei tessuti fino a annullarsi a favore del fondo monocromo. Una nuova palette cromatica caratterizza la nascente estetica neoclassica: bianco, rosa pallido, verde acqua, celeste, giallo chiaro restituiti in toni velati. I colori appaiono sbiaditi dal tempo, imbiancati dalla polvere dei secoli.
Anche la moda del tempo riflette questo cambiamento di gusto. Gli abiti in mostra documentano come l'abbigliamento, con le sue forme, segue fedelmente lo sviluppo culturale e sociale del tempo: dai fasti esclusivi delle corti alla rivincita della dimensione imprenditoriale borghese del quotidiano.

Tra i numerosi oggetti che arricchiscono la mostra ricordiamo i dipinti - provenienti dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato e da alcune gallerie antiquarie fiorentine - i cui soggetti dialogano con i motivi decorativi presentati nei tessili: dalla pittura di genere ai cosiddetti capricci, dalle nature morte di fiori e frutta ai paesaggi animati da scenette popolari o da antiche rovine della classicità.
Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento Europeo
Fino al 29 aprile 2018
Museo del Tessuto, via Puccetti 3 Prato
Catalogo Silvana Editoriale
www.museodeltessuto.it
www.museodeltessuto.it/settecento

Maggio 2017

CHIUDI ...


Voglio essere due volte più bella con BABYLISS


L'estate si avvicina e la voglia di scoprirci e di mostrare il nostro corpo ai raggi del sole si fa sempre più intensa! Ma mentre nella stagione fredda eravamo coperte da indumenti che coprivano le eventuali zone da trattare, ora non possiamo più nasconderle! ... CONTINUA

70esimo Festival del Cinema di Cannes - Celebrities in Salvatore Ferragamo


Ecco le celebrities che hanno indossato Salvatore Ferragamo in occasione della 70esima edizione del Festival del Cinema di Cannes: ... CONTINUA

Cercavi un trattamento viso racchiuso in un travel kit?


Ci ha pensato Smatoline Cosmetis.
Un'occhiata al meteo, vestiti pronti, valigia leggera e si parte! Ma perché interrompere proprio nel week end, quando possiamo ritagliarci più tempo per prenderci cura della pelle, ... CONTINUA

QC Termetorino e Zelda Was a Writer alla ricerca del benessere nella letteratura


In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino, QC Termetorino ha mandato in missione Camilla Ronzullo, meglio conosciuta come Zelda was a Writer, alla ricerca del benessere nella letteratura. ... CONTINUA

Suggestioni mediterranee per l'estate di MISANI


Per l'estate 2017 MISANI propone una selezione di gioielli che trae ispirazione dalle sfumature del Mare Nostrum: ... CONTINUA

Dolce, naturale, giocosa, la donna ANNICK GOUTAL e CLAUDIE PIERLOT


Quale profumo se non Petite Chérie poteva incarnare questa giovane donna spensierata e spontanea che unisce le due Maison ? Dietro la rosa muschiata, ritroviamo la pera, succosa e croccante, la pesca, dolce e soave, ma anche una sfaccettatura di erba tagliata. ... CONTINUA

WYCON COSMETICS sostiene la lotta al tumore al seno


LIFE è il nuovo progetto del charity format The Heart of Beauty realizzato per sostenere la lotta al tumore al seno di Susan G. Komen Italia
 Non se n'era quasi accorta. Stava indossando il suo nuovo reggiseno, quello rosso, in pizzo, acquistato durante quel pomeriggio di shopping con la sua migliore amica. Poi, sistemandolo, le sue dita avevano sfiorato il lato esterno, vicino al tatuaggio a forma di goccia, con la scritta in corsivo ''vita''. ... CONTINUA

Un'abbronzatura inconfondibile dalle mille sfumature


La pelle non è semplicemente il rivestimento del nostro corpo, bensì rappresenta un vero e proprio organo che ci consente di interagire con il mondo esterno. ... CONTINUA

Fiocco rosa in casa MAVALA

La forza delle Alpi Svizzere nel cuore della pelle


Da oggi Mavala si arricchisce con una straordinaria novità. Dal know-how, dalla competenza e dal rigore del brand svizzero, nasce una linea di trattamento viso all'avanguardia: Swiss Skin Solution. ... CONTINUA

NU SKIN lancia una nuova linea di prodotti per la cura del viso


I prodotti per il volto sono stati sviluppati per rispondere alle esigenze specifiche della pelle, oltre che per fornire benefici anti-eta' visibili e tangibili. ... CONTINUA

Detergere sì, ma con delicatezza


La detersione del viso rappresenta un gesto quotidiano molto importante per il benessere della pelle. La rimozione delle impurità, cioè dei residui organici ed inorganici (come make-up, cellule morte, sebo, sudore, particelle di smog) permette infatti di liberare i pori e consente alla cute di ristabilire il proprio equilibrio fisiologico. ... CONTINUA

BIOLINE JATO' feel good look good


Bioline Jatò è sempre pronta a recepire l'esigenza delle clienti di prendersi cura di sè in modo personalizzato, perchè ogni donna è un mondo a sè, tenendo conto non solo del fisico ma anche della mente. ... CONTINUA

70° Festival Internazionale del Cinema di Cannes

Les Fantômes d'Ismaël" by Arnaud Desplechin - Cerimonia di Apertura


Lily-Rose DEPP, ambasciatrice CHANEL e testimonial della fragranza L'Eau N°5 e di Rouge Coco Gloss, ha avuto l'onore di annunciare, durante la sfarzosa cerimonia, l'apertura ufficiale del 70° Festival Internazionale del Cinema di Cannes insieme al Regista Iraniano Asghar Farhadi.   ... CONTINUA

Prato: Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo




Al Museo del Tessuto di Prato la bellissima mostra Il Capriccio e la Ragione
ripercorre lo sviluppo dello stile e del gusto nella cultura artistica del Settecento


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Vetrerie di Empoli il calice brevettato ''Gira e rigira"




Un calice che rivoluziona il modo di analizzare e degustare il vino, brevettato da Vetrerie di Empoli.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Voglio essere due volte più bella con BABYLISS


L'estate si avvicina e la voglia di scoprirci e di mostrare il nostro corpo ai raggi del sole si fa sempre più intensa! Ma mentre nella stagione fredda eravamo coperte da indumenti che coprivano le eventuali zone da trattare, ora non possiamo più nasconderle! ... CONTINUA

70esimo Festival del Cinema di Cannes - Celebrities in Salvatore Ferragamo


Ecco le celebrities che hanno indossato Salvatore Ferragamo in occasione della 70esima edizione del Festival del Cinema di Cannes: ... CONTINUA

Cercavi un trattamento viso racchiuso in un travel kit?


Ci ha pensato Smatoline Cosmetis.
Un'occhiata al meteo, vestiti pronti, valigia leggera e si parte! Ma perché interrompere proprio nel week end, quando possiamo ritagliarci più tempo per prenderci cura della pelle, ... CONTINUA

QC Termetorino e Zelda Was a Writer alla ricerca del benessere nella letteratura


In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino, QC Termetorino ha mandato in missione Camilla Ronzullo, meglio conosciuta come Zelda was a Writer, alla ricerca del benessere nella letteratura. ... CONTINUA

Suggestioni mediterranee per l'estate di MISANI


Per l'estate 2017 MISANI propone una selezione di gioielli che trae ispirazione dalle sfumature del Mare Nostrum: ... CONTINUA

Dolce, naturale, giocosa, la donna ANNICK GOUTAL e CLAUDIE PIERLOT


Quale profumo se non Petite Chérie poteva incarnare questa giovane donna spensierata e spontanea che unisce le due Maison ? Dietro la rosa muschiata, ritroviamo la pera, succosa e croccante, la pesca, dolce e soave, ma anche una sfaccettatura di erba tagliata. ... CONTINUA

WYCON COSMETICS sostiene la lotta al tumore al seno


LIFE è il nuovo progetto del charity format The Heart of Beauty realizzato per sostenere la lotta al tumore al seno di Susan G. Komen Italia
 Non se n'era quasi accorta. Stava indossando il suo nuovo reggiseno, quello rosso, in pizzo, acquistato durante quel pomeriggio di shopping con la sua migliore amica. Poi, sistemandolo, le sue dita avevano sfiorato il lato esterno, vicino al tatuaggio a forma di goccia, con la scritta in corsivo ''vita''. ... CONTINUA

Un'abbronzatura inconfondibile dalle mille sfumature


La pelle non è semplicemente il rivestimento del nostro corpo, bensì rappresenta un vero e proprio organo che ci consente di interagire con il mondo esterno. ... CONTINUA

Fiocco rosa in casa MAVALA

La forza delle Alpi Svizzere nel cuore della pelle


Da oggi Mavala si arricchisce con una straordinaria novità. Dal know-how, dalla competenza e dal rigore del brand svizzero, nasce una linea di trattamento viso all'avanguardia: Swiss Skin Solution. ... CONTINUA

NU SKIN lancia una nuova linea di prodotti per la cura del viso


I prodotti per il volto sono stati sviluppati per rispondere alle esigenze specifiche della pelle, oltre che per fornire benefici anti-eta' visibili e tangibili. ... CONTINUA

Voglio essere due volte più bella con BABYLISS


L'estate si avvicina e la voglia di scoprirci e di mostrare il nostro corpo ai raggi del sole si fa sempre più intensa! Ma mentre nella stagione fredda eravamo coperte da indumenti che coprivano le eventuali zone da trattare, ora non possiamo più nasconderle! ... CONTINUA

70esimo Festival del Cinema di Cannes - Celebrities in Salvatore Ferragamo


Ecco le celebrities che hanno indossato Salvatore Ferragamo in occasione della 70esima edizione del Festival del Cinema di Cannes: ... CONTINUA

Cercavi un trattamento viso racchiuso in un travel kit?


Ci ha pensato Smatoline Cosmetis.
Un'occhiata al meteo, vestiti pronti, valigia leggera e si parte! Ma perché interrompere proprio nel week end, quando possiamo ritagliarci più tempo per prenderci cura della pelle, ... CONTINUA

QC Termetorino e Zelda Was a Writer alla ricerca del benessere nella letteratura


In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino, QC Termetorino ha mandato in missione Camilla Ronzullo, meglio conosciuta come Zelda was a Writer, alla ricerca del benessere nella letteratura. ... CONTINUA

Suggestioni mediterranee per l'estate di MISANI


Per l'estate 2017 MISANI propone una selezione di gioielli che trae ispirazione dalle sfumature del Mare Nostrum: ... CONTINUA

Dolce, naturale, giocosa, la donna ANNICK GOUTAL e CLAUDIE PIERLOT


Quale profumo se non Petite Chérie poteva incarnare questa giovane donna spensierata e spontanea che unisce le due Maison ? Dietro la rosa muschiata, ritroviamo la pera, succosa e croccante, la pesca, dolce e soave, ma anche una sfaccettatura di erba tagliata. ... CONTINUA

WYCON COSMETICS sostiene la lotta al tumore al seno


LIFE è il nuovo progetto del charity format The Heart of Beauty realizzato per sostenere la lotta al tumore al seno di Susan G. Komen Italia
 Non se n'era quasi accorta. Stava indossando il suo nuovo reggiseno, quello rosso, in pizzo, acquistato durante quel pomeriggio di shopping con la sua migliore amica. Poi, sistemandolo, le sue dita avevano sfiorato il lato esterno, vicino al tatuaggio a forma di goccia, con la scritta in corsivo ''vita''. ... CONTINUA

Un'abbronzatura inconfondibile dalle mille sfumature


La pelle non è semplicemente il rivestimento del nostro corpo, bensì rappresenta un vero e proprio organo che ci consente di interagire con il mondo esterno. ... CONTINUA

Fiocco rosa in casa MAVALA

La forza delle Alpi Svizzere nel cuore della pelle


Da oggi Mavala si arricchisce con una straordinaria novità. Dal know-how, dalla competenza e dal rigore del brand svizzero, nasce una linea di trattamento viso all'avanguardia: Swiss Skin Solution. ... CONTINUA

NU SKIN lancia una nuova linea di prodotti per la cura del viso


I prodotti per il volto sono stati sviluppati per rispondere alle esigenze specifiche della pelle, oltre che per fornire benefici anti-eta' visibili e tangibili. ... CONTINUA

Detergere sì, ma con delicatezza


La detersione del viso rappresenta un gesto quotidiano molto importante per il benessere della pelle. La rimozione delle impurità, cioè dei residui organici ed inorganici (come make-up, cellule morte, sebo, sudore, particelle di smog) permette infatti di liberare i pori e consente alla cute di ristabilire il proprio equilibrio fisiologico. ... CONTINUA

BIOLINE JATO' feel good look good


Bioline Jatò è sempre pronta a recepire l'esigenza delle clienti di prendersi cura di sè in modo personalizzato, perchè ogni donna è un mondo a sè, tenendo conto non solo del fisico ma anche della mente. ... CONTINUA

70° Festival Internazionale del Cinema di Cannes

Les Fantômes d'Ismaël" by Arnaud Desplechin - Cerimonia di Apertura


Lily-Rose DEPP, ambasciatrice CHANEL e testimonial della fragranza L'Eau N°5 e di Rouge Coco Gloss, ha avuto l'onore di annunciare, durante la sfarzosa cerimonia, l'apertura ufficiale del 70° Festival Internazionale del Cinema di Cannes insieme al Regista Iraniano Asghar Farhadi.   ... CONTINUA

Prato: Il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo




Al Museo del Tessuto di Prato la bellissima mostra Il Capriccio e la Ragione
ripercorre lo sviluppo dello stile e del gusto nella cultura artistica del Settecento


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Vetrerie di Empoli il calice brevettato ''Gira e rigira"




Un calice che rivoluziona il modo di analizzare e degustare il vino, brevettato da Vetrerie di Empoli.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 92 - 91 - 90 - 89 - 88 - 87 - 86 - 85 - 84 - 83 - 82 - 81 - 80 - 79 - 78 - 77 - 76 - 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015