HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO


HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti



7.815 metri quadrati di ampliamento per un totale di 12.125 metri quadrati di superficie, di cui 3.110 metri quadrati di aree espositive; 14.400.000 di euro di investimento per la costruzione del nuovo edificio, la risistemazione degli spazi esterni e la ristrutturazione del vecchio edificio; un teatro/auditorium all'aperto da 140 posti; una nuova sala polivalente per 120 persone; una biblioteca specializzata con oltre 50.000 volumi; 3 Dipartimenti scientifici -Arti Visive, responsabile delle mostre e della collezione; Ricerca, Editoria e Progetti Speciali, che comprende le sezioni Cinema, Musica, Teatro-Danza e Architettura; Educazione, avviato negli
anni Ottanta da Bruno Munari -; una collezione di 1145 opere appartenenti a 190 artisti italiani e 117 stranieri, attualmente in parte esposte all'interno della mostra inaugurale e in parte allestite presso Istituzioni e spazi pubblici della città di Prato e del territorio toscano; due fondi -l'Archivio Mario Mariotti e il Fondo Leonardo Savioli; una mostra inaugurale- La fine del mondo, a cura di Fabio Cavallucci, Direttore del Centro Pecci - che conta 11 advisor internazionali, 69 artisti e un centinaio opere esposte; un calendario fittissimo di attività didattiche per il pubblico di ogni età, di eventi e appuntamenti al museo e di mostre ed eventi collegati che coinvolgono l'intero territorio toscano; un orario di apertura prolungato- dalle
11.00 alle 23.00 - pensato per un pubblico sempre più trasversale.




Tutto questo è il rinnovato Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, che dal ha riaperto al pubblico dopo 6 anni di lavori e 3 anni di chiusura per i lavori di
completamento dell'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.

Unica istituzione pubblica dedicata all'arte contemporanea in Italia, e una tra le poche in Europa, a inaugurare un nuovo edificio nel decennio 2010-2020, il Centro Pecci si pone da oggi come un punto di riferimento con vocazione nazionale e internazionale per la sperimentazione dei molteplici linguaggi artistici contemporanei.

Fin dalla sua fondazione nel 1988, infatti - prima istituzione in Italia con una sede costruita ex nova per esporre, collezionare, conservare, documentare e diffondere le ricerche artistiche più avanzate - la mission del Centro è stata .quella di indagare tutte le discipline della cultura contemporanea, toccando anche cinema, musica, perfoming arts, architettura, design, moda e letteratura e cercando al contempo di
avvicinare il più possibile l'arte alla società. Mission riaffermata e attualizzata e attorno alla quale il Centro Pecci ha costruito la propria identità del presente e del futuro: polo non solo espositivo ma il più versatile e trasformabile possibile, basato sulla sperimentazione e la ricerca, che punta a una relazione dinamica con il suo pubblico divenendo un luogo particolarmente attivo con il prolungamento dell'apertura alla sera, quando alle mostre si affiancano performance, concerti e proiezioni, ma anche conferenze, laboratori e corsi per adulti.



Importante in questo senso- primo tra le istituzioni pubbliche italiane- è la creazione
di un dipartimento di ricerca teso a costruire le basi teoriche delle varie iniziative e a sviluppare in modo ampio le attività educative.
In occasione della riapertura del Centro Pecci, al quale la Regione Toscana ha attribuito il compito di coordinamento e fulcro regionale dell'arte contemporanea, una serie di eventi e mostre collaterali sono presenti nella città di Prato e nell'intero territorio toscano, coinvolgendo Firenze, Pisa, Vinci. La fine del mondo- Prologo porta opere della Collezione Pecci in prestigiose istituzioni culturali toscane mentre Contemporary Tuscany traccia, per la prima volta, un percorso di arte urbana nell'area pratese.
E ancora: La Torre di Babele, iniziativa dei galleristi toscani in uno spettacolare edificio di archeologia industriale; TU35 l 2016 dedicata ai giovani artisti toscani emergenti; lcastic for Pecci nella Camera di Commercio della città e, al
Fabbricane, i progetti del recente concorso per il Parco Centrale di Prato, che ha visto la partecipazione dei migliori architetti e paesaggisti internazionali.
Numerose altre iniziative collaterali sostengono l'apertura del Centro Pecci.
www .centrope cci.it

Novembre 2016

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti



7.815 metri quadrati di ampliamento per un totale di 12.125 metri quadrati di superficie, di cui 3.110 metri quadrati di aree espositive; 14.400.000 di euro di investimento per la costruzione del nuovo edificio, la risistemazione degli spazi esterni e la ristrutturazione del vecchio edificio; un teatro/auditorium all'aperto da 140 posti; una nuova sala polivalente per 120 persone; una biblioteca specializzata con oltre 50.000 volumi; 3 Dipartimenti scientifici -Arti Visive, responsabile delle mostre e della collezione; Ricerca, Editoria e Progetti Speciali, che comprende le sezioni Cinema, Musica, Teatro-Danza e Architettura; Educazione, avviato negli
anni Ottanta da Bruno Munari -; una collezione di 1145 opere appartenenti a 190 artisti italiani e 117 stranieri, attualmente in parte esposte all'interno della mostra inaugurale e in parte allestite presso Istituzioni e spazi pubblici della città di Prato e del territorio toscano; due fondi -l'Archivio Mario Mariotti e il Fondo Leonardo Savioli; una mostra inaugurale- La fine del mondo, a cura di Fabio Cavallucci, Direttore del Centro Pecci - che conta 11 advisor internazionali, 69 artisti e un centinaio opere esposte; un calendario fittissimo di attività didattiche per il pubblico di ogni età, di eventi e appuntamenti al museo e di mostre ed eventi collegati che coinvolgono l'intero territorio toscano; un orario di apertura prolungato- dalle
11.00 alle 23.00 - pensato per un pubblico sempre più trasversale.




Tutto questo è il rinnovato Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, che dal ha riaperto al pubblico dopo 6 anni di lavori e 3 anni di chiusura per i lavori di
completamento dell'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.

Unica istituzione pubblica dedicata all'arte contemporanea in Italia, e una tra le poche in Europa, a inaugurare un nuovo edificio nel decennio 2010-2020, il Centro Pecci si pone da oggi come un punto di riferimento con vocazione nazionale e internazionale per la sperimentazione dei molteplici linguaggi artistici contemporanei.

Fin dalla sua fondazione nel 1988, infatti - prima istituzione in Italia con una sede costruita ex nova per esporre, collezionare, conservare, documentare e diffondere le ricerche artistiche più avanzate - la mission del Centro è stata .quella di indagare tutte le discipline della cultura contemporanea, toccando anche cinema, musica, perfoming arts, architettura, design, moda e letteratura e cercando al contempo di
avvicinare il più possibile l'arte alla società. Mission riaffermata e attualizzata e attorno alla quale il Centro Pecci ha costruito la propria identità del presente e del futuro: polo non solo espositivo ma il più versatile e trasformabile possibile, basato sulla sperimentazione e la ricerca, che punta a una relazione dinamica con il suo pubblico divenendo un luogo particolarmente attivo con il prolungamento dell'apertura alla sera, quando alle mostre si affiancano performance, concerti e proiezioni, ma anche conferenze, laboratori e corsi per adulti.



Importante in questo senso- primo tra le istituzioni pubbliche italiane- è la creazione
di un dipartimento di ricerca teso a costruire le basi teoriche delle varie iniziative e a sviluppare in modo ampio le attività educative.
In occasione della riapertura del Centro Pecci, al quale la Regione Toscana ha attribuito il compito di coordinamento e fulcro regionale dell'arte contemporanea, una serie di eventi e mostre collaterali sono presenti nella città di Prato e nell'intero territorio toscano, coinvolgendo Firenze, Pisa, Vinci. La fine del mondo- Prologo porta opere della Collezione Pecci in prestigiose istituzioni culturali toscane mentre Contemporary Tuscany traccia, per la prima volta, un percorso di arte urbana nell'area pratese.
E ancora: La Torre di Babele, iniziativa dei galleristi toscani in uno spettacolare edificio di archeologia industriale; TU35 l 2016 dedicata ai giovani artisti toscani emergenti; lcastic for Pecci nella Camera di Commercio della città e, al
Fabbricane, i progetti del recente concorso per il Parco Centrale di Prato, che ha visto la partecipazione dei migliori architetti e paesaggisti internazionali.
Numerose altre iniziative collaterali sostengono l'apertura del Centro Pecci.
www .centrope cci.it

Novembre 2016

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti



7.815 metri quadrati di ampliamento per un totale di 12.125 metri quadrati di superficie, di cui 3.110 metri quadrati di aree espositive; 14.400.000 di euro di investimento per la costruzione del nuovo edificio, la risistemazione degli spazi esterni e la ristrutturazione del vecchio edificio; un teatro/auditorium all'aperto da 140 posti; una nuova sala polivalente per 120 persone; una biblioteca specializzata con oltre 50.000 volumi; 3 Dipartimenti scientifici -Arti Visive, responsabile delle mostre e della collezione; Ricerca, Editoria e Progetti Speciali, che comprende le sezioni Cinema, Musica, Teatro-Danza e Architettura; Educazione, avviato negli
anni Ottanta da Bruno Munari -; una collezione di 1145 opere appartenenti a 190 artisti italiani e 117 stranieri, attualmente in parte esposte all'interno della mostra inaugurale e in parte allestite presso Istituzioni e spazi pubblici della città di Prato e del territorio toscano; due fondi -l'Archivio Mario Mariotti e il Fondo Leonardo Savioli; una mostra inaugurale- La fine del mondo, a cura di Fabio Cavallucci, Direttore del Centro Pecci - che conta 11 advisor internazionali, 69 artisti e un centinaio opere esposte; un calendario fittissimo di attività didattiche per il pubblico di ogni età, di eventi e appuntamenti al museo e di mostre ed eventi collegati che coinvolgono l'intero territorio toscano; un orario di apertura prolungato- dalle
11.00 alle 23.00 - pensato per un pubblico sempre più trasversale.




Tutto questo è il rinnovato Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, che dal ha riaperto al pubblico dopo 6 anni di lavori e 3 anni di chiusura per i lavori di
completamento dell'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.

Unica istituzione pubblica dedicata all'arte contemporanea in Italia, e una tra le poche in Europa, a inaugurare un nuovo edificio nel decennio 2010-2020, il Centro Pecci si pone da oggi come un punto di riferimento con vocazione nazionale e internazionale per la sperimentazione dei molteplici linguaggi artistici contemporanei.

Fin dalla sua fondazione nel 1988, infatti - prima istituzione in Italia con una sede costruita ex nova per esporre, collezionare, conservare, documentare e diffondere le ricerche artistiche più avanzate - la mission del Centro è stata .quella di indagare tutte le discipline della cultura contemporanea, toccando anche cinema, musica, perfoming arts, architettura, design, moda e letteratura e cercando al contempo di
avvicinare il più possibile l'arte alla società. Mission riaffermata e attualizzata e attorno alla quale il Centro Pecci ha costruito la propria identità del presente e del futuro: polo non solo espositivo ma il più versatile e trasformabile possibile, basato sulla sperimentazione e la ricerca, che punta a una relazione dinamica con il suo pubblico divenendo un luogo particolarmente attivo con il prolungamento dell'apertura alla sera, quando alle mostre si affiancano performance, concerti e proiezioni, ma anche conferenze, laboratori e corsi per adulti.



Importante in questo senso- primo tra le istituzioni pubbliche italiane- è la creazione
di un dipartimento di ricerca teso a costruire le basi teoriche delle varie iniziative e a sviluppare in modo ampio le attività educative.
In occasione della riapertura del Centro Pecci, al quale la Regione Toscana ha attribuito il compito di coordinamento e fulcro regionale dell'arte contemporanea, una serie di eventi e mostre collaterali sono presenti nella città di Prato e nell'intero territorio toscano, coinvolgendo Firenze, Pisa, Vinci. La fine del mondo- Prologo porta opere della Collezione Pecci in prestigiose istituzioni culturali toscane mentre Contemporary Tuscany traccia, per la prima volta, un percorso di arte urbana nell'area pratese.
E ancora: La Torre di Babele, iniziativa dei galleristi toscani in uno spettacolare edificio di archeologia industriale; TU35 l 2016 dedicata ai giovani artisti toscani emergenti; lcastic for Pecci nella Camera di Commercio della città e, al
Fabbricane, i progetti del recente concorso per il Parco Centrale di Prato, che ha visto la partecipazione dei migliori architetti e paesaggisti internazionali.
Numerose altre iniziative collaterali sostengono l'apertura del Centro Pecci.
www .centrope cci.it

Novembre 2016

CHIUDI ...


Nomi maschili per una collezione di rossetti? Certo, se è la LIPS AND BOYS


TOM FORD presenta i nuovi LIPS & BOYS, la terza originale collezione di colori per labbra cui sono stati attribuiti nomi maschili che per lo stilista sono fonte di ammirazione e ispirazione. ... CONTINUA

Vuoi avere la pelle baciata dal sole anche d'inverno?
Tom Ford presenta La Soleil Color Collection


Per l'Inverno 2016/17, ecco una collezione di prodotti cosmetici e per la cura della pelle ispirati all'atmosfera di lontane isole esotiche dove l'estate è l'unica stagione che dura tutto l'anno. ... CONTINUA

Lorenzo Mattotti ''Sconfini'' a Villa Manin di Passariano


Fino al 19 marzo 2017 Villa Manin di Passariano ospita una grande mostra dedicata a Lorenzo Mattotti, ''Sconfini'', a cura di David Rosenberg e con la collaborazione di Giovanna Durì, organizzata dall'Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Fondation Hélène & Édouard Leclerc e con la partecipazione della Fondazione CRUP.
 


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Attesa per l'apertura del castello fortezza affacciato sul ghiacciaio del Bernina


Un castello fortezza di fine '800 affacciato sul Bernina, tra boschi di cembri e sentieri che si inerpicano sulle cime sta per aprire tra qualche giorno



Franca D.Scotti

... CONTINUA

The Tale of THOMAS BURBERRY


Burberry ha presentato 'The Tale of Thomas Burberry' , una nuova campagna che dà il via alla stagione natalizia del brand. ... CONTINUA

LABSOLUE CANDLES illumineranno il tuo natale



LabSolue, il Perfume Laboratory all'interno dell'Hotel Magna Pars Suites Milano, via Forcella 6, offre la possibilità di scegliere il proprio regalo natalizio unico e personalizzato. ... CONTINUA

Le specialità natalizie di G. Cova & C



Torroni, praline e marrons glacés
Non solo panettoni e pandori, G.Cova & C. è molto di più. È arte, creatività e amore per le cose buone.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Legnano - Mirabili mostri, l'Apocalisse secondo Baj



La rassegna ripercorre la genesi di uno dei massimi capolavori di Enrico Baj: dai lavori del periodo nucleare a una rilettura delle opere monumentali degli anni settanta, il percorso espositivo presenta le storie dell'Apocalisse attraverso una serie di dipinti a dripping, una grande tela e 150 sagome dipinte su tavola.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

W…come Bayreuth!


Wagner - Wilhelmine - Weltkulturerbe -
Bayreuth è conosciuta in tutto il mondo come la città di Wagner e come la città del famosissimo Festival musicale dedicato al compositore.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Christofle: nuove sensazioni



Ogni nuova creazione di questa stagione parla ai sensi e intensifica la risonanza delle emozioni, care al maestro argentiere.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Regaliamo esperienze indimenticabili con WONDERBOX


44 Cofanetti e 2 Limited Editions tra cui scegliere per stupire e far felice chi li riceverà.
Wonderbox, leader europeo nel settore dei cofanetti regalo, ... CONTINUA

Al MUDEC di Milano: Jean Michel Basquiat



Il Museo delle Culture di Milano, apre le sue porte a uno dei protagonisti della scena artistica americana e mondiale degli anni '80, considerato uno degli artisti più noti dei nostri tempi: Jean?Michel Basquiat.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Ad Alba, alla Fondazione Ferrero: Futurballa




La Fondazione Ferrero di Alba rende omaggio a Giacomo Balla (Torino 1871 - Roma 1958), figura straordinaria di pittore e fondamentale raccordo tra l'arte italiana e le avanguardie storiche, con una mostra di risonanza internazionale, a cura di Ester Coen.



Franca D. Scotti

... CONTINUA

Nomi maschili per una collezione di rossetti? Certo, se è la LIPS AND BOYS


TOM FORD presenta i nuovi LIPS & BOYS, la terza originale collezione di colori per labbra cui sono stati attribuiti nomi maschili che per lo stilista sono fonte di ammirazione e ispirazione. ... CONTINUA

Vuoi avere la pelle baciata dal sole anche d'inverno?
Tom Ford presenta La Soleil Color Collection


Per l'Inverno 2016/17, ecco una collezione di prodotti cosmetici e per la cura della pelle ispirati all'atmosfera di lontane isole esotiche dove l'estate è l'unica stagione che dura tutto l'anno. ... CONTINUA

Lorenzo Mattotti ''Sconfini'' a Villa Manin di Passariano


Fino al 19 marzo 2017 Villa Manin di Passariano ospita una grande mostra dedicata a Lorenzo Mattotti, ''Sconfini'', a cura di David Rosenberg e con la collaborazione di Giovanna Durì, organizzata dall'Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Fondation Hélène & Édouard Leclerc e con la partecipazione della Fondazione CRUP.
 


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Attesa per l'apertura del castello fortezza affacciato sul ghiacciaio del Bernina


Un castello fortezza di fine '800 affacciato sul Bernina, tra boschi di cembri e sentieri che si inerpicano sulle cime sta per aprire tra qualche giorno



Franca D.Scotti

... CONTINUA

The Tale of THOMAS BURBERRY


Burberry ha presentato 'The Tale of Thomas Burberry' , una nuova campagna che dà il via alla stagione natalizia del brand. ... CONTINUA

LABSOLUE CANDLES illumineranno il tuo natale



LabSolue, il Perfume Laboratory all'interno dell'Hotel Magna Pars Suites Milano, via Forcella 6, offre la possibilità di scegliere il proprio regalo natalizio unico e personalizzato. ... CONTINUA

Le specialità natalizie di G. Cova & C



Torroni, praline e marrons glacés
Non solo panettoni e pandori, G.Cova & C. è molto di più. È arte, creatività e amore per le cose buone.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Legnano - Mirabili mostri, l'Apocalisse secondo Baj



La rassegna ripercorre la genesi di uno dei massimi capolavori di Enrico Baj: dai lavori del periodo nucleare a una rilettura delle opere monumentali degli anni settanta, il percorso espositivo presenta le storie dell'Apocalisse attraverso una serie di dipinti a dripping, una grande tela e 150 sagome dipinte su tavola.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Nomi maschili per una collezione di rossetti? Certo, se è la LIPS AND BOYS


TOM FORD presenta i nuovi LIPS & BOYS, la terza originale collezione di colori per labbra cui sono stati attribuiti nomi maschili che per lo stilista sono fonte di ammirazione e ispirazione. ... CONTINUA

Vuoi avere la pelle baciata dal sole anche d'inverno?
Tom Ford presenta La Soleil Color Collection


Per l'Inverno 2016/17, ecco una collezione di prodotti cosmetici e per la cura della pelle ispirati all'atmosfera di lontane isole esotiche dove l'estate è l'unica stagione che dura tutto l'anno. ... CONTINUA

Lorenzo Mattotti ''Sconfini'' a Villa Manin di Passariano


Fino al 19 marzo 2017 Villa Manin di Passariano ospita una grande mostra dedicata a Lorenzo Mattotti, ''Sconfini'', a cura di David Rosenberg e con la collaborazione di Giovanna Durì, organizzata dall'Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Fondation Hélène & Édouard Leclerc e con la partecipazione della Fondazione CRUP.
 


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Attesa per l'apertura del castello fortezza affacciato sul ghiacciaio del Bernina


Un castello fortezza di fine '800 affacciato sul Bernina, tra boschi di cembri e sentieri che si inerpicano sulle cime sta per aprire tra qualche giorno



Franca D.Scotti

... CONTINUA

The Tale of THOMAS BURBERRY


Burberry ha presentato 'The Tale of Thomas Burberry' , una nuova campagna che dà il via alla stagione natalizia del brand. ... CONTINUA

LABSOLUE CANDLES illumineranno il tuo natale



LabSolue, il Perfume Laboratory all'interno dell'Hotel Magna Pars Suites Milano, via Forcella 6, offre la possibilità di scegliere il proprio regalo natalizio unico e personalizzato. ... CONTINUA

Le specialità natalizie di G. Cova & C



Torroni, praline e marrons glacés
Non solo panettoni e pandori, G.Cova & C. è molto di più. È arte, creatività e amore per le cose buone.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Legnano - Mirabili mostri, l'Apocalisse secondo Baj



La rassegna ripercorre la genesi di uno dei massimi capolavori di Enrico Baj: dai lavori del periodo nucleare a una rilettura delle opere monumentali degli anni settanta, il percorso espositivo presenta le storie dell'Apocalisse attraverso una serie di dipinti a dripping, una grande tela e 150 sagome dipinte su tavola.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

W…come Bayreuth!


Wagner - Wilhelmine - Weltkulturerbe -
Bayreuth è conosciuta in tutto il mondo come la città di Wagner e come la città del famosissimo Festival musicale dedicato al compositore.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Christofle: nuove sensazioni



Ogni nuova creazione di questa stagione parla ai sensi e intensifica la risonanza delle emozioni, care al maestro argentiere.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Regaliamo esperienze indimenticabili con WONDERBOX


44 Cofanetti e 2 Limited Editions tra cui scegliere per stupire e far felice chi li riceverà.
Wonderbox, leader europeo nel settore dei cofanetti regalo, ... CONTINUA

Al MUDEC di Milano: Jean Michel Basquiat



Il Museo delle Culture di Milano, apre le sue porte a uno dei protagonisti della scena artistica americana e mondiale degli anni '80, considerato uno degli artisti più noti dei nostri tempi: Jean?Michel Basquiat.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Ad Alba, alla Fondazione Ferrero: Futurballa




La Fondazione Ferrero di Alba rende omaggio a Giacomo Balla (Torino 1871 - Roma 1958), figura straordinaria di pittore e fondamentale raccordo tra l'arte italiana e le avanguardie storiche, con una mostra di risonanza internazionale, a cura di Ester Coen.



Franca D. Scotti

... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015