HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO


HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti



La mostra principale DADA 1916. La nascita dell'antiarte, realizzata in collaborazione con Università Cattolica e Accademia di Belle Arti Santa Giulia, è curata da Luigi Di Corato, Elena Di Raddo, Francesco Tedeschi e ha l'obiettivo di documentare, attraverso 270 opere e oggetti originali, la potenza creativa del movimento che ha sconvolto l'arte di tutto il mondo a cento anni dalla sua nascita.

In contemporanea viene presentata anche ROMOLO ROMANI 1884-1916 Sensazioni, figure, simboli, realizzata in occasione dei cento anni della scomparsa del grande artista milanese - ma bresciano d'adozione - che fu tra i firmatari del primo manifesto futurista e di cui i Civici Musei conservano ben 60 opere straordinarie che, dopo un minuzioso lavoro di restauro, saranno riproposte al pubblico a oltre venti anni dall'ultima esposizione.

Due mostre con un unico biglietto per valorizzare le collezioni futuriste e dadaiste, oltre che le opere di Romani, di proprietà dei Musei Civici dal 1962, quando furono acquistate per dare avvio al progetto di un Museo d'arte moderna per la città.
Due esposizioni realizzate grazie alla collaborazione con istituti di formazione universitaria di eccellenza - come l'Università Cattolica, sede di Brescia, corso S.T.Ar.S, e l'Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia - i cui studenti hanno saputo cogliere a pieno titolo lo spirito creativo degli artisti loro coetanei di cento anni fa.

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie è un'iniziativa sostenuta da Comune di Brescia e Regione Lombardia, con la collaborazione di Bonera Group/BMW Dinamica e Marco SPA. Catalogo Silvana Editoriale, media partner nazionale Corriere della Sera.


DADA 1916. La nascita dell'antiarte
Ricorre nel 2016 il centenario della nascita di Dada, il movimento artistico più anarchico e innovativo dell'arte del Novecento e per questa occasione Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei - con la collaborazione di Accademia di Belle Arti Santa Giulia e Università Cattolica del Sacro Cuore - realizzano la principale mostra in Italia dedicata all'anniversario del Dada presentando 270 tra opere d'arte e documenti originali dei protagonisti della scena Dada a partire dal 1916 sino alla fine degli anni Venti: Hugo Ball, Tristan Tzara, Max Ernst, Marcel Duchamp, Man Ray, Francis Picabia, George Grosz, Otto Dix, Hans Arp, Arthur Segal, Hans Richter, Hannah Höch, Marcel Janco, Richard Huelsenbek, Sophie Taüber-Arp, Paul Klee, Kurt Schwitters, Lázló Moholy-Nagy, Theo Van Doesburg, Viking Eggeling.

A questi si affiancano Julius Evola, l'artista italiano più direttamente coinvolto nelle vicende di Dada, con due dei suoi capolavori e importanti opere provenienti da collezioni private e pubbliche, i futuristi, ispiratori del movimento zurighese, presenti in mostra con opere di Filippo Tommaso Marinetti, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Enrico Prampolini, Francesco Cangiullo, Gino Galli, Carlo Erba, i metafisici Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis e Carlo Carrà, in parte conservate nei Musei Civici a cui si aggiungono importanti prestiti.

L'obiettivo è di tributare un doveroso omaggio al Dadaismo concentrando l'attenzione sul suo rapporto con l'arte italiana e la sua diffusione a sud delle Alpi con particolare attenzione a Lombardia e Canton Ticino, due luoghi emblematici per la genesi e la fortuna che il movimento Dada ha avuto nel secondo dopoguerra. Tutto ciò trova piena corrispondenza in materiali provenienti da privati - grazie alla generosità di importanti collezionisti europei, ma anche italiani, bresciani e milanesi in particolare - e alla preziosa collaborazione di musei e istituzioni italiane come la Galleria d'Arte Moderna di Torino, le Gallerie d'Italia, la Fondazione Marconi di Milano, il Centro Apice dell'Università degli studi di Milano e la Fondazione Domus per l'arte moderna e contemporanea di Verona, oltre che svizzere, come il Museo d'Arte Moderna della Svizzera Italiana di Lugano, il Museo Comunale d'arte
Moderna di Ascona e la Pinacoteca comunale Casa Rusca di Locarno. La mostra, curata da Luigi Di Corato, direttore Fondazione Brescia Musei, Elena Di Raddo e Francesco Tedeschi, Docenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, viene proposta all'interno delle convenzioni tra Fondazione Brescia Musei e il corso di Scienze e Tecnologie delle Arti e dello Spettacolo della sede di Brescia, e coinvolge docenti e studenti dell'Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia nella progettazione dell'allestimento e dell'immagine coordinata.


Il percorso espositivo si svolge in quattro sezioni tematiche e tredici sottosezioni:
DADA PRIMA DI DADA
Arte, misticismo e anarchia: l'ambiente del monte verità
Attraverso le forme dell'Avanguardia
L'arte e la Grande Guerra
Futurismo e Dada
DADA, ZURIGO E IL CABARET VOLTAIRE
Dada in Italia
Zurigo e il Cabaret Voltaire
ARTE E FILOSOFIA DADA
Astrazione e movimento
L'oggetto
La parola
Il caso e il collage
Sperimentazione fotografica
OLTRE DADA
Dada e Surrealismo
Astrattismo e Costruttivismo

Il catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale, di circa 240 pagine, raccoglie un ricco materiale documentario della mostra con testi critici e approfondimenti.

Novembre 2016

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti



La mostra principale DADA 1916. La nascita dell'antiarte, realizzata in collaborazione con Università Cattolica e Accademia di Belle Arti Santa Giulia, è curata da Luigi Di Corato, Elena Di Raddo, Francesco Tedeschi e ha l'obiettivo di documentare, attraverso 270 opere e oggetti originali, la potenza creativa del movimento che ha sconvolto l'arte di tutto il mondo a cento anni dalla sua nascita.

In contemporanea viene presentata anche ROMOLO ROMANI 1884-1916 Sensazioni, figure, simboli, realizzata in occasione dei cento anni della scomparsa del grande artista milanese - ma bresciano d'adozione - che fu tra i firmatari del primo manifesto futurista e di cui i Civici Musei conservano ben 60 opere straordinarie che, dopo un minuzioso lavoro di restauro, saranno riproposte al pubblico a oltre venti anni dall'ultima esposizione.

Due mostre con un unico biglietto per valorizzare le collezioni futuriste e dadaiste, oltre che le opere di Romani, di proprietà dei Musei Civici dal 1962, quando furono acquistate per dare avvio al progetto di un Museo d'arte moderna per la città.
Due esposizioni realizzate grazie alla collaborazione con istituti di formazione universitaria di eccellenza - come l'Università Cattolica, sede di Brescia, corso S.T.Ar.S, e l'Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia - i cui studenti hanno saputo cogliere a pieno titolo lo spirito creativo degli artisti loro coetanei di cento anni fa.

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie è un'iniziativa sostenuta da Comune di Brescia e Regione Lombardia, con la collaborazione di Bonera Group/BMW Dinamica e Marco SPA. Catalogo Silvana Editoriale, media partner nazionale Corriere della Sera.


DADA 1916. La nascita dell'antiarte
Ricorre nel 2016 il centenario della nascita di Dada, il movimento artistico più anarchico e innovativo dell'arte del Novecento e per questa occasione Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei - con la collaborazione di Accademia di Belle Arti Santa Giulia e Università Cattolica del Sacro Cuore - realizzano la principale mostra in Italia dedicata all'anniversario del Dada presentando 270 tra opere d'arte e documenti originali dei protagonisti della scena Dada a partire dal 1916 sino alla fine degli anni Venti: Hugo Ball, Tristan Tzara, Max Ernst, Marcel Duchamp, Man Ray, Francis Picabia, George Grosz, Otto Dix, Hans Arp, Arthur Segal, Hans Richter, Hannah Höch, Marcel Janco, Richard Huelsenbek, Sophie Taüber-Arp, Paul Klee, Kurt Schwitters, Lázló Moholy-Nagy, Theo Van Doesburg, Viking Eggeling.

A questi si affiancano Julius Evola, l'artista italiano più direttamente coinvolto nelle vicende di Dada, con due dei suoi capolavori e importanti opere provenienti da collezioni private e pubbliche, i futuristi, ispiratori del movimento zurighese, presenti in mostra con opere di Filippo Tommaso Marinetti, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Enrico Prampolini, Francesco Cangiullo, Gino Galli, Carlo Erba, i metafisici Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis e Carlo Carrà, in parte conservate nei Musei Civici a cui si aggiungono importanti prestiti.

L'obiettivo è di tributare un doveroso omaggio al Dadaismo concentrando l'attenzione sul suo rapporto con l'arte italiana e la sua diffusione a sud delle Alpi con particolare attenzione a Lombardia e Canton Ticino, due luoghi emblematici per la genesi e la fortuna che il movimento Dada ha avuto nel secondo dopoguerra. Tutto ciò trova piena corrispondenza in materiali provenienti da privati - grazie alla generosità di importanti collezionisti europei, ma anche italiani, bresciani e milanesi in particolare - e alla preziosa collaborazione di musei e istituzioni italiane come la Galleria d'Arte Moderna di Torino, le Gallerie d'Italia, la Fondazione Marconi di Milano, il Centro Apice dell'Università degli studi di Milano e la Fondazione Domus per l'arte moderna e contemporanea di Verona, oltre che svizzere, come il Museo d'Arte Moderna della Svizzera Italiana di Lugano, il Museo Comunale d'arte
Moderna di Ascona e la Pinacoteca comunale Casa Rusca di Locarno. La mostra, curata da Luigi Di Corato, direttore Fondazione Brescia Musei, Elena Di Raddo e Francesco Tedeschi, Docenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, viene proposta all'interno delle convenzioni tra Fondazione Brescia Musei e il corso di Scienze e Tecnologie delle Arti e dello Spettacolo della sede di Brescia, e coinvolge docenti e studenti dell'Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia nella progettazione dell'allestimento e dell'immagine coordinata.


Il percorso espositivo si svolge in quattro sezioni tematiche e tredici sottosezioni:
DADA PRIMA DI DADA
Arte, misticismo e anarchia: l'ambiente del monte verità
Attraverso le forme dell'Avanguardia
L'arte e la Grande Guerra
Futurismo e Dada
DADA, ZURIGO E IL CABARET VOLTAIRE
Dada in Italia
Zurigo e il Cabaret Voltaire
ARTE E FILOSOFIA DADA
Astrazione e movimento
L'oggetto
La parola
Il caso e il collage
Sperimentazione fotografica
OLTRE DADA
Dada e Surrealismo
Astrattismo e Costruttivismo

Il catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale, di circa 240 pagine, raccoglie un ricco materiale documentario della mostra con testi critici e approfondimenti.

Novembre 2016

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti



La mostra principale DADA 1916. La nascita dell'antiarte, realizzata in collaborazione con Università Cattolica e Accademia di Belle Arti Santa Giulia, è curata da Luigi Di Corato, Elena Di Raddo, Francesco Tedeschi e ha l'obiettivo di documentare, attraverso 270 opere e oggetti originali, la potenza creativa del movimento che ha sconvolto l'arte di tutto il mondo a cento anni dalla sua nascita.

In contemporanea viene presentata anche ROMOLO ROMANI 1884-1916 Sensazioni, figure, simboli, realizzata in occasione dei cento anni della scomparsa del grande artista milanese - ma bresciano d'adozione - che fu tra i firmatari del primo manifesto futurista e di cui i Civici Musei conservano ben 60 opere straordinarie che, dopo un minuzioso lavoro di restauro, saranno riproposte al pubblico a oltre venti anni dall'ultima esposizione.

Due mostre con un unico biglietto per valorizzare le collezioni futuriste e dadaiste, oltre che le opere di Romani, di proprietà dei Musei Civici dal 1962, quando furono acquistate per dare avvio al progetto di un Museo d'arte moderna per la città.
Due esposizioni realizzate grazie alla collaborazione con istituti di formazione universitaria di eccellenza - come l'Università Cattolica, sede di Brescia, corso S.T.Ar.S, e l'Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia - i cui studenti hanno saputo cogliere a pieno titolo lo spirito creativo degli artisti loro coetanei di cento anni fa.

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie è un'iniziativa sostenuta da Comune di Brescia e Regione Lombardia, con la collaborazione di Bonera Group/BMW Dinamica e Marco SPA. Catalogo Silvana Editoriale, media partner nazionale Corriere della Sera.


DADA 1916. La nascita dell'antiarte
Ricorre nel 2016 il centenario della nascita di Dada, il movimento artistico più anarchico e innovativo dell'arte del Novecento e per questa occasione Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei - con la collaborazione di Accademia di Belle Arti Santa Giulia e Università Cattolica del Sacro Cuore - realizzano la principale mostra in Italia dedicata all'anniversario del Dada presentando 270 tra opere d'arte e documenti originali dei protagonisti della scena Dada a partire dal 1916 sino alla fine degli anni Venti: Hugo Ball, Tristan Tzara, Max Ernst, Marcel Duchamp, Man Ray, Francis Picabia, George Grosz, Otto Dix, Hans Arp, Arthur Segal, Hans Richter, Hannah Höch, Marcel Janco, Richard Huelsenbek, Sophie Taüber-Arp, Paul Klee, Kurt Schwitters, Lázló Moholy-Nagy, Theo Van Doesburg, Viking Eggeling.

A questi si affiancano Julius Evola, l'artista italiano più direttamente coinvolto nelle vicende di Dada, con due dei suoi capolavori e importanti opere provenienti da collezioni private e pubbliche, i futuristi, ispiratori del movimento zurighese, presenti in mostra con opere di Filippo Tommaso Marinetti, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Enrico Prampolini, Francesco Cangiullo, Gino Galli, Carlo Erba, i metafisici Giorgio De Chirico, Filippo De Pisis e Carlo Carrà, in parte conservate nei Musei Civici a cui si aggiungono importanti prestiti.

L'obiettivo è di tributare un doveroso omaggio al Dadaismo concentrando l'attenzione sul suo rapporto con l'arte italiana e la sua diffusione a sud delle Alpi con particolare attenzione a Lombardia e Canton Ticino, due luoghi emblematici per la genesi e la fortuna che il movimento Dada ha avuto nel secondo dopoguerra. Tutto ciò trova piena corrispondenza in materiali provenienti da privati - grazie alla generosità di importanti collezionisti europei, ma anche italiani, bresciani e milanesi in particolare - e alla preziosa collaborazione di musei e istituzioni italiane come la Galleria d'Arte Moderna di Torino, le Gallerie d'Italia, la Fondazione Marconi di Milano, il Centro Apice dell'Università degli studi di Milano e la Fondazione Domus per l'arte moderna e contemporanea di Verona, oltre che svizzere, come il Museo d'Arte Moderna della Svizzera Italiana di Lugano, il Museo Comunale d'arte
Moderna di Ascona e la Pinacoteca comunale Casa Rusca di Locarno. La mostra, curata da Luigi Di Corato, direttore Fondazione Brescia Musei, Elena Di Raddo e Francesco Tedeschi, Docenti dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, viene proposta all'interno delle convenzioni tra Fondazione Brescia Musei e il corso di Scienze e Tecnologie delle Arti e dello Spettacolo della sede di Brescia, e coinvolge docenti e studenti dell'Accademia di Belle Arti Santa Giulia di Brescia nella progettazione dell'allestimento e dell'immagine coordinata.


Il percorso espositivo si svolge in quattro sezioni tematiche e tredici sottosezioni:
DADA PRIMA DI DADA
Arte, misticismo e anarchia: l'ambiente del monte verità
Attraverso le forme dell'Avanguardia
L'arte e la Grande Guerra
Futurismo e Dada
DADA, ZURIGO E IL CABARET VOLTAIRE
Dada in Italia
Zurigo e il Cabaret Voltaire
ARTE E FILOSOFIA DADA
Astrazione e movimento
L'oggetto
La parola
Il caso e il collage
Sperimentazione fotografica
OLTRE DADA
Dada e Surrealismo
Astrattismo e Costruttivismo

Il catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale, di circa 240 pagine, raccoglie un ricco materiale documentario della mostra con testi critici e approfondimenti.

Novembre 2016

CHIUDI ...


Nomi maschili per una collezione di rossetti? Certo, se è la LIPS AND BOYS


TOM FORD presenta i nuovi LIPS & BOYS, la terza originale collezione di colori per labbra cui sono stati attribuiti nomi maschili che per lo stilista sono fonte di ammirazione e ispirazione. ... CONTINUA

Vuoi avere la pelle baciata dal sole anche d'inverno?
Tom Ford presenta La Soleil Color Collection


Per l'Inverno 2016/17, ecco una collezione di prodotti cosmetici e per la cura della pelle ispirati all'atmosfera di lontane isole esotiche dove l'estate è l'unica stagione che dura tutto l'anno. ... CONTINUA

Lorenzo Mattotti ''Sconfini'' a Villa Manin di Passariano


Fino al 19 marzo 2017 Villa Manin di Passariano ospita una grande mostra dedicata a Lorenzo Mattotti, ''Sconfini'', a cura di David Rosenberg e con la collaborazione di Giovanna Durì, organizzata dall'Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Fondation Hélène & Édouard Leclerc e con la partecipazione della Fondazione CRUP.
 


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Attesa per l'apertura del castello fortezza affacciato sul ghiacciaio del Bernina


Un castello fortezza di fine '800 affacciato sul Bernina, tra boschi di cembri e sentieri che si inerpicano sulle cime sta per aprire tra qualche giorno



Franca D.Scotti

... CONTINUA

The Tale of THOMAS BURBERRY


Burberry ha presentato 'The Tale of Thomas Burberry' , una nuova campagna che dà il via alla stagione natalizia del brand. ... CONTINUA

LABSOLUE CANDLES illumineranno il tuo natale



LabSolue, il Perfume Laboratory all'interno dell'Hotel Magna Pars Suites Milano, via Forcella 6, offre la possibilità di scegliere il proprio regalo natalizio unico e personalizzato. ... CONTINUA

Le specialità natalizie di G. Cova & C



Torroni, praline e marrons glacés
Non solo panettoni e pandori, G.Cova & C. è molto di più. È arte, creatività e amore per le cose buone.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Legnano - Mirabili mostri, l'Apocalisse secondo Baj



La rassegna ripercorre la genesi di uno dei massimi capolavori di Enrico Baj: dai lavori del periodo nucleare a una rilettura delle opere monumentali degli anni settanta, il percorso espositivo presenta le storie dell'Apocalisse attraverso una serie di dipinti a dripping, una grande tela e 150 sagome dipinte su tavola.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

W…come Bayreuth!


Wagner - Wilhelmine - Weltkulturerbe -
Bayreuth è conosciuta in tutto il mondo come la città di Wagner e come la città del famosissimo Festival musicale dedicato al compositore.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Christofle: nuove sensazioni



Ogni nuova creazione di questa stagione parla ai sensi e intensifica la risonanza delle emozioni, care al maestro argentiere.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Regaliamo esperienze indimenticabili con WONDERBOX


44 Cofanetti e 2 Limited Editions tra cui scegliere per stupire e far felice chi li riceverà.
Wonderbox, leader europeo nel settore dei cofanetti regalo, ... CONTINUA

Al MUDEC di Milano: Jean Michel Basquiat



Il Museo delle Culture di Milano, apre le sue porte a uno dei protagonisti della scena artistica americana e mondiale degli anni '80, considerato uno degli artisti più noti dei nostri tempi: Jean?Michel Basquiat.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Ad Alba, alla Fondazione Ferrero: Futurballa




La Fondazione Ferrero di Alba rende omaggio a Giacomo Balla (Torino 1871 - Roma 1958), figura straordinaria di pittore e fondamentale raccordo tra l'arte italiana e le avanguardie storiche, con una mostra di risonanza internazionale, a cura di Ester Coen.



Franca D. Scotti

... CONTINUA

Nomi maschili per una collezione di rossetti? Certo, se è la LIPS AND BOYS


TOM FORD presenta i nuovi LIPS & BOYS, la terza originale collezione di colori per labbra cui sono stati attribuiti nomi maschili che per lo stilista sono fonte di ammirazione e ispirazione. ... CONTINUA

Vuoi avere la pelle baciata dal sole anche d'inverno?
Tom Ford presenta La Soleil Color Collection


Per l'Inverno 2016/17, ecco una collezione di prodotti cosmetici e per la cura della pelle ispirati all'atmosfera di lontane isole esotiche dove l'estate è l'unica stagione che dura tutto l'anno. ... CONTINUA

Lorenzo Mattotti ''Sconfini'' a Villa Manin di Passariano


Fino al 19 marzo 2017 Villa Manin di Passariano ospita una grande mostra dedicata a Lorenzo Mattotti, ''Sconfini'', a cura di David Rosenberg e con la collaborazione di Giovanna Durì, organizzata dall'Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Fondation Hélène & Édouard Leclerc e con la partecipazione della Fondazione CRUP.
 


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Attesa per l'apertura del castello fortezza affacciato sul ghiacciaio del Bernina


Un castello fortezza di fine '800 affacciato sul Bernina, tra boschi di cembri e sentieri che si inerpicano sulle cime sta per aprire tra qualche giorno



Franca D.Scotti

... CONTINUA

The Tale of THOMAS BURBERRY


Burberry ha presentato 'The Tale of Thomas Burberry' , una nuova campagna che dà il via alla stagione natalizia del brand. ... CONTINUA

LABSOLUE CANDLES illumineranno il tuo natale



LabSolue, il Perfume Laboratory all'interno dell'Hotel Magna Pars Suites Milano, via Forcella 6, offre la possibilità di scegliere il proprio regalo natalizio unico e personalizzato. ... CONTINUA

Le specialità natalizie di G. Cova & C



Torroni, praline e marrons glacés
Non solo panettoni e pandori, G.Cova & C. è molto di più. È arte, creatività e amore per le cose buone.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Legnano - Mirabili mostri, l'Apocalisse secondo Baj



La rassegna ripercorre la genesi di uno dei massimi capolavori di Enrico Baj: dai lavori del periodo nucleare a una rilettura delle opere monumentali degli anni settanta, il percorso espositivo presenta le storie dell'Apocalisse attraverso una serie di dipinti a dripping, una grande tela e 150 sagome dipinte su tavola.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Nomi maschili per una collezione di rossetti? Certo, se è la LIPS AND BOYS


TOM FORD presenta i nuovi LIPS & BOYS, la terza originale collezione di colori per labbra cui sono stati attribuiti nomi maschili che per lo stilista sono fonte di ammirazione e ispirazione. ... CONTINUA

Vuoi avere la pelle baciata dal sole anche d'inverno?
Tom Ford presenta La Soleil Color Collection


Per l'Inverno 2016/17, ecco una collezione di prodotti cosmetici e per la cura della pelle ispirati all'atmosfera di lontane isole esotiche dove l'estate è l'unica stagione che dura tutto l'anno. ... CONTINUA

Lorenzo Mattotti ''Sconfini'' a Villa Manin di Passariano


Fino al 19 marzo 2017 Villa Manin di Passariano ospita una grande mostra dedicata a Lorenzo Mattotti, ''Sconfini'', a cura di David Rosenberg e con la collaborazione di Giovanna Durì, organizzata dall'Ente Regionale Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Fondation Hélène & Édouard Leclerc e con la partecipazione della Fondazione CRUP.
 


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Attesa per l'apertura del castello fortezza affacciato sul ghiacciaio del Bernina


Un castello fortezza di fine '800 affacciato sul Bernina, tra boschi di cembri e sentieri che si inerpicano sulle cime sta per aprire tra qualche giorno



Franca D.Scotti

... CONTINUA

The Tale of THOMAS BURBERRY


Burberry ha presentato 'The Tale of Thomas Burberry' , una nuova campagna che dà il via alla stagione natalizia del brand. ... CONTINUA

LABSOLUE CANDLES illumineranno il tuo natale



LabSolue, il Perfume Laboratory all'interno dell'Hotel Magna Pars Suites Milano, via Forcella 6, offre la possibilità di scegliere il proprio regalo natalizio unico e personalizzato. ... CONTINUA

Le specialità natalizie di G. Cova & C



Torroni, praline e marrons glacés
Non solo panettoni e pandori, G.Cova & C. è molto di più. È arte, creatività e amore per le cose buone.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Brescia 1916-2016: Cento Anni di Avanguardie



Il ciclo di mostre che i musei bresciani dedicano ai capolavori dell'Arte Moderna.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Legnano - Mirabili mostri, l'Apocalisse secondo Baj



La rassegna ripercorre la genesi di uno dei massimi capolavori di Enrico Baj: dai lavori del periodo nucleare a una rilettura delle opere monumentali degli anni settanta, il percorso espositivo presenta le storie dell'Apocalisse attraverso una serie di dipinti a dripping, una grande tela e 150 sagome dipinte su tavola.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre il Centro Pecci per l'arte contemporanea


L'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Itala Gamberini.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

W…come Bayreuth!


Wagner - Wilhelmine - Weltkulturerbe -
Bayreuth è conosciuta in tutto il mondo come la città di Wagner e come la città del famosissimo Festival musicale dedicato al compositore.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Christofle: nuove sensazioni



Ogni nuova creazione di questa stagione parla ai sensi e intensifica la risonanza delle emozioni, care al maestro argentiere.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Regaliamo esperienze indimenticabili con WONDERBOX


44 Cofanetti e 2 Limited Editions tra cui scegliere per stupire e far felice chi li riceverà.
Wonderbox, leader europeo nel settore dei cofanetti regalo, ... CONTINUA

Al MUDEC di Milano: Jean Michel Basquiat



Il Museo delle Culture di Milano, apre le sue porte a uno dei protagonisti della scena artistica americana e mondiale degli anni '80, considerato uno degli artisti più noti dei nostri tempi: Jean?Michel Basquiat.



Franca D.Scotti

... CONTINUA

Ad Alba, alla Fondazione Ferrero: Futurballa




La Fondazione Ferrero di Alba rende omaggio a Giacomo Balla (Torino 1871 - Roma 1958), figura straordinaria di pittore e fondamentale raccordo tra l'arte italiana e le avanguardie storiche, con una mostra di risonanza internazionale, a cura di Ester Coen.



Franca D. Scotti

... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015