HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO


HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Alessandria presenta il nuovo Museo del Cappello Borsalino




Apre  ad  Alessandria  a  fine  2017, a  160  anni  dalla  nascita della  storica azienda,  in  Via  Cento  Cannoni, il nuovo Museo del Cappello Borsalino,  completamente  rinnovato negli spazi,  nel  percorso e  nel  sistema espositivo

Franca D.Scotti



Nel 1857 agli albori dell'Italia unita, le città che partecipavano alla giovane unione fecero una colletta per dotare Alessandria, che rischiava lo scontro con gli austriaci, di cento cannoni.
In quello stesso anno nel centro piemontese, Giuseppe Borsalino giovane cappellaio senza alcuna formazione scolastica, rientrato da un viaggio in Europa alla scoperta dei segreti delle maison del lusso, avviava con il fratello un piccolo laboratorio artigianale - una piccola fallatura - che in un breve volgere di anni avrebbe reso famosa la città nella storia industriale di quell'Italia in costruzione.
Il legame tra Alessandria e Borsalino - vera icona del Made in Italy, sinonimo di cappello nel mondo e autentico fenomeno di costume - è da allora indissolubile. Non solo un legame economico, ma anche culturale, sociale, perfino architettonico.

Basti pensare alle iniziative di assistenza e previdenza avviate dal fondatore a favore dei lavoratori, precorrendo tempi e intuizioni: la cassa pensioni, la cassa infortuni, la cassa malattie aziendali, l'Educatorio per i figli dei dipendenti. Oppure ricordare le opere promosse da Teresio Borsalino (che assunse la direzione dell'azienda agli inizi del Novecento) e dal nipote: la realizzazione dell'acquedotto civico e delle fognature della città di Alessandria, le costruzioni dell'Ospizio, del Sanatorio antitubercolare, delle case dei dipendenti, affidate all'ingegnere Arnaldo Gardella e poi all'architetto Ignazio Gardella.
Basti richiamare alla memoria le cosiddette ''Borsaline'', le operaie di Alessandria divenute un mito dell'emancipazione femminile.

Il nuovo ''Museo del Cappello Borsalino'' proprio in Via Cento Cannoni, al quale la Città sta lavorando insieme all'Azienda e che verrà inaugurato a fine 2017, renderà
esplicito questo legame con Alessandria, ma anche la straordinaria storia e i tanti valori condensati in un oggetto di moda che è connubio di creatività, arte, tecnica artigianale, innovazione, stile, avventura imprenditoriale, genio italiano: un accessorio che ha fatto il giro del mondo, ammirato e desiderato da statisti e attori di Hollywood, da gangster a regine.




Il nuovo Museo del Cappello Borsalino, attraverso la storia di un oggetto-culto in cui creatività, arte e cultura s'intrecciano, racconta dunque l'evoluzione del gusto, i mutamenti del costume e dei processi produttivi nel passaggio epocale dal XIX al XXI secolo.

Non è solo una testimonianza della più alta cultura d'impresa ma una sorta di ''monumento'' al lavoro degli alessandrini che con la loro passione e maestria artigianale hanno dato corpo alle idee visionarie del fondatore.

Borsalino era il cappello prediletto da Humprey Bogart, il copricapo nero usato da Federico Fellini su tanti set, il cappello rosso decorato di ghiande oro realizzato per papa Pacelli. Borsalino è il titolo un film di gangster, con Alain Delon e Jean Paul Belmondo.

Ambienti dunque diversi e molto più funzionali rispetto al precedente sito museale - istituito ad Alessandria nel 2006 ma accessibile solo su appuntamento - percorsi museografici e narrativi completamente nuovi, molteplici servizi al pubblico e un allestimento che unisce le collezioni e le strutture storiche con le tecnologie multimediali più innovative per una visita immersiva ed emotiva, renderanno sorprendente il nuovo Museo promosso dalla Città di Alessandria e dalla Borsalino (che ne assumerà la gestione), con il sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione CRT e della Fondazione CRA.

Nello storico Palazzo Borsalino in centro città, realizzato nel 1888 su disegno di Arnaldo Gardella mescolando motivi classicisti ed Art Decò, sede degli uffici amministrativi dell'Azienda fino al 1984, campeggia ancor oggi la storica insegna dell'Antica Casa Borsalino. L'edificio, che in parte ospita l'Università, vedrà il Museo allestito negli ambienti completamente ristrutturati al piano terra, ove si trova il passaggio carraio che era utilizzato per l'ingresso degli operai e la derivazione del ramo ferroviario ad uso della fabbrica.

Tutto l'allestimento sarà caratterizzato dall'uso di nuovissimi sistemi tecnologici virtuali e interattivi, progettati da AT Media S.r.l., prima PMI innovativa della provincia di Alessandria.
In particolare verrà applicato ''Coperniko'', un algoritmo che consente al visitatore di immergersi e di muovere un video o delle immagini a 360° sul web, con il solo movimento della testa, senza usare mouse, caschi o altro, di modo che i visitatori possano essere protagonisti assoluti di nuove esperienze, come per esempio provare virtualmente i diversi cappelli d'epoca.
Dopo il museum shop e l'area servizi e dopo una presentazione della storia dell'azienda e del rapporto tra la città di Alessandria e il fondatore - Giuseppe Borsalino, pionieristico ''capitano d'impresa'' - il percorso offrirà un focus sul processo produttivo, che, tramandato di generazione in generazione, rappresenta il valore culturale della Borsalino.
Per ogni cappello in feltro prodotto ad Alessandria sono ancora necessari 52 passaggi manuali e 7 settimane di lavorazione.

Grazie a macchinari storici e alla tecnologia multimediale, il visitatore si ritroverà virtualmente nella manifattura Borsalino e potrà seguire gli step fondamentali della lavorazione: dalla Soffiatura al Vistaggio, dalla Follatura al Bridaggio .
Prima di passare alla collezione storica di cappelli, donati dalla Borsalino al Comune di Alessandria nel 2000, insieme all'archivio e agli arredi storici, ecco la postazione per la ''prova virtuale'' dei diversi copricapi iconici, con anche la possibilità di condividere la propria foto sui social.
Quindi l'archivio, con i cataloghi dell'Esposizione Universale di Parigi realizzati dalla Borsalino.
I quasi 1400 cappelli selezionati per il percorso, prodotti tra 1900 e il 1960, saranno esposti secondo una divisione narrativa per aree tematiche, utilizzando anche gli originali mobili vetrina in stile ''Chippendale'' disegnati da Gardella per la cosiddetta Sala Campioni, l'originale sala dei prototi al primo piano dell'edificio, dove una decina d'anni fa era stata allestita la prima esposizione museale.

Dunque, con la possibilità di volta in volta di selezionare visivamente un cappello e ottenere informazioni e aneddoti sullo storico capo, i temi saranno: ''Evoluzione della forma del cappello. Dalla bombetta alla lobbia, dalla lobbia al Borsalino'' e ''Panama'' il cappello di Paglia'' uno dei miti della storia della moda - dichiarato patrimonio dell'Umanità nel 2012 e tra i cavalli di battaglia della Borsalino - di cui verrà spiegata la difficilissima realizzazione a partire da Montecristi, sulle coste dell'Ecuador, dove le foglie di ''palma toquilla'' vengono intrecciate manualmente.

Quindi: ''In viaggio con Borsalino'' dalla ricerca delle materie prime all'espansione dei mercati (Borsalino usa per i suoi cappelli solo peli pregiatissimi di castoro, lepre, coniglio, ma anche guanaco, camelidi ecc); ''Arte e moda, le collaborazioni Borsalino'' con tanti marchi e designer nel corso di 160 anni; infine ''Un cappello a Hollywood. Borsalino e il cinema''; ''Lady Borsalino'' ovvero i modelli femminili e ''I cappelli ecclesiastici e i modelli realizzati per il Centenario dell'Azienda''.

L'aura mitica che circonda i Borsalino - a creare la quale hanno contribuito da Giuseppe Verdi a Giovanni Giolitti, da Winston Churchill a Harry Truman, fino ai giorni nostri Jude Law e Johnny Deep - prosegue anche oggi con il rilancio internazionale del marchio e dell'azienda, gestita dal 2016 da Haeres Equita, un fondo di private equity del quale fanno parte investitori italiani ed internazionali, con l'obiettivo di rafforzarne il ruolo di protagonista nel mondo del lusso artigianale.

Luglio 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Alessandria presenta il nuovo Museo del Cappello Borsalino




Apre  ad  Alessandria  a  fine  2017, a  160  anni  dalla  nascita della  storica azienda,  in  Via  Cento  Cannoni, il nuovo Museo del Cappello Borsalino,  completamente  rinnovato negli spazi,  nel  percorso e  nel  sistema espositivo

Franca D.Scotti



Nel 1857 agli albori dell'Italia unita, le città che partecipavano alla giovane unione fecero una colletta per dotare Alessandria, che rischiava lo scontro con gli austriaci, di cento cannoni.
In quello stesso anno nel centro piemontese, Giuseppe Borsalino giovane cappellaio senza alcuna formazione scolastica, rientrato da un viaggio in Europa alla scoperta dei segreti delle maison del lusso, avviava con il fratello un piccolo laboratorio artigianale - una piccola fallatura - che in un breve volgere di anni avrebbe reso famosa la città nella storia industriale di quell'Italia in costruzione.
Il legame tra Alessandria e Borsalino - vera icona del Made in Italy, sinonimo di cappello nel mondo e autentico fenomeno di costume - è da allora indissolubile. Non solo un legame economico, ma anche culturale, sociale, perfino architettonico.

Basti pensare alle iniziative di assistenza e previdenza avviate dal fondatore a favore dei lavoratori, precorrendo tempi e intuizioni: la cassa pensioni, la cassa infortuni, la cassa malattie aziendali, l'Educatorio per i figli dei dipendenti. Oppure ricordare le opere promosse da Teresio Borsalino (che assunse la direzione dell'azienda agli inizi del Novecento) e dal nipote: la realizzazione dell'acquedotto civico e delle fognature della città di Alessandria, le costruzioni dell'Ospizio, del Sanatorio antitubercolare, delle case dei dipendenti, affidate all'ingegnere Arnaldo Gardella e poi all'architetto Ignazio Gardella.
Basti richiamare alla memoria le cosiddette ''Borsaline'', le operaie di Alessandria divenute un mito dell'emancipazione femminile.

Il nuovo ''Museo del Cappello Borsalino'' proprio in Via Cento Cannoni, al quale la Città sta lavorando insieme all'Azienda e che verrà inaugurato a fine 2017, renderà
esplicito questo legame con Alessandria, ma anche la straordinaria storia e i tanti valori condensati in un oggetto di moda che è connubio di creatività, arte, tecnica artigianale, innovazione, stile, avventura imprenditoriale, genio italiano: un accessorio che ha fatto il giro del mondo, ammirato e desiderato da statisti e attori di Hollywood, da gangster a regine.




Il nuovo Museo del Cappello Borsalino, attraverso la storia di un oggetto-culto in cui creatività, arte e cultura s'intrecciano, racconta dunque l'evoluzione del gusto, i mutamenti del costume e dei processi produttivi nel passaggio epocale dal XIX al XXI secolo.

Non è solo una testimonianza della più alta cultura d'impresa ma una sorta di ''monumento'' al lavoro degli alessandrini che con la loro passione e maestria artigianale hanno dato corpo alle idee visionarie del fondatore.

Borsalino era il cappello prediletto da Humprey Bogart, il copricapo nero usato da Federico Fellini su tanti set, il cappello rosso decorato di ghiande oro realizzato per papa Pacelli. Borsalino è il titolo un film di gangster, con Alain Delon e Jean Paul Belmondo.

Ambienti dunque diversi e molto più funzionali rispetto al precedente sito museale - istituito ad Alessandria nel 2006 ma accessibile solo su appuntamento - percorsi museografici e narrativi completamente nuovi, molteplici servizi al pubblico e un allestimento che unisce le collezioni e le strutture storiche con le tecnologie multimediali più innovative per una visita immersiva ed emotiva, renderanno sorprendente il nuovo Museo promosso dalla Città di Alessandria e dalla Borsalino (che ne assumerà la gestione), con il sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione CRT e della Fondazione CRA.

Nello storico Palazzo Borsalino in centro città, realizzato nel 1888 su disegno di Arnaldo Gardella mescolando motivi classicisti ed Art Decò, sede degli uffici amministrativi dell'Azienda fino al 1984, campeggia ancor oggi la storica insegna dell'Antica Casa Borsalino. L'edificio, che in parte ospita l'Università, vedrà il Museo allestito negli ambienti completamente ristrutturati al piano terra, ove si trova il passaggio carraio che era utilizzato per l'ingresso degli operai e la derivazione del ramo ferroviario ad uso della fabbrica.

Tutto l'allestimento sarà caratterizzato dall'uso di nuovissimi sistemi tecnologici virtuali e interattivi, progettati da AT Media S.r.l., prima PMI innovativa della provincia di Alessandria.
In particolare verrà applicato ''Coperniko'', un algoritmo che consente al visitatore di immergersi e di muovere un video o delle immagini a 360° sul web, con il solo movimento della testa, senza usare mouse, caschi o altro, di modo che i visitatori possano essere protagonisti assoluti di nuove esperienze, come per esempio provare virtualmente i diversi cappelli d'epoca.
Dopo il museum shop e l'area servizi e dopo una presentazione della storia dell'azienda e del rapporto tra la città di Alessandria e il fondatore - Giuseppe Borsalino, pionieristico ''capitano d'impresa'' - il percorso offrirà un focus sul processo produttivo, che, tramandato di generazione in generazione, rappresenta il valore culturale della Borsalino.
Per ogni cappello in feltro prodotto ad Alessandria sono ancora necessari 52 passaggi manuali e 7 settimane di lavorazione.

Grazie a macchinari storici e alla tecnologia multimediale, il visitatore si ritroverà virtualmente nella manifattura Borsalino e potrà seguire gli step fondamentali della lavorazione: dalla Soffiatura al Vistaggio, dalla Follatura al Bridaggio .
Prima di passare alla collezione storica di cappelli, donati dalla Borsalino al Comune di Alessandria nel 2000, insieme all'archivio e agli arredi storici, ecco la postazione per la ''prova virtuale'' dei diversi copricapi iconici, con anche la possibilità di condividere la propria foto sui social.
Quindi l'archivio, con i cataloghi dell'Esposizione Universale di Parigi realizzati dalla Borsalino.
I quasi 1400 cappelli selezionati per il percorso, prodotti tra 1900 e il 1960, saranno esposti secondo una divisione narrativa per aree tematiche, utilizzando anche gli originali mobili vetrina in stile ''Chippendale'' disegnati da Gardella per la cosiddetta Sala Campioni, l'originale sala dei prototi al primo piano dell'edificio, dove una decina d'anni fa era stata allestita la prima esposizione museale.

Dunque, con la possibilità di volta in volta di selezionare visivamente un cappello e ottenere informazioni e aneddoti sullo storico capo, i temi saranno: ''Evoluzione della forma del cappello. Dalla bombetta alla lobbia, dalla lobbia al Borsalino'' e ''Panama'' il cappello di Paglia'' uno dei miti della storia della moda - dichiarato patrimonio dell'Umanità nel 2012 e tra i cavalli di battaglia della Borsalino - di cui verrà spiegata la difficilissima realizzazione a partire da Montecristi, sulle coste dell'Ecuador, dove le foglie di ''palma toquilla'' vengono intrecciate manualmente.

Quindi: ''In viaggio con Borsalino'' dalla ricerca delle materie prime all'espansione dei mercati (Borsalino usa per i suoi cappelli solo peli pregiatissimi di castoro, lepre, coniglio, ma anche guanaco, camelidi ecc); ''Arte e moda, le collaborazioni Borsalino'' con tanti marchi e designer nel corso di 160 anni; infine ''Un cappello a Hollywood. Borsalino e il cinema''; ''Lady Borsalino'' ovvero i modelli femminili e ''I cappelli ecclesiastici e i modelli realizzati per il Centenario dell'Azienda''.

L'aura mitica che circonda i Borsalino - a creare la quale hanno contribuito da Giuseppe Verdi a Giovanni Giolitti, da Winston Churchill a Harry Truman, fino ai giorni nostri Jude Law e Johnny Deep - prosegue anche oggi con il rilancio internazionale del marchio e dell'azienda, gestita dal 2016 da Haeres Equita, un fondo di private equity del quale fanno parte investitori italiani ed internazionali, con l'obiettivo di rafforzarne il ruolo di protagonista nel mondo del lusso artigianale.

Luglio 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Alessandria presenta il nuovo Museo del Cappello Borsalino




Apre  ad  Alessandria  a  fine  2017, a  160  anni  dalla  nascita della  storica azienda,  in  Via  Cento  Cannoni, il nuovo Museo del Cappello Borsalino,  completamente  rinnovato negli spazi,  nel  percorso e  nel  sistema espositivo

Franca D.Scotti



Nel 1857 agli albori dell'Italia unita, le città che partecipavano alla giovane unione fecero una colletta per dotare Alessandria, che rischiava lo scontro con gli austriaci, di cento cannoni.
In quello stesso anno nel centro piemontese, Giuseppe Borsalino giovane cappellaio senza alcuna formazione scolastica, rientrato da un viaggio in Europa alla scoperta dei segreti delle maison del lusso, avviava con il fratello un piccolo laboratorio artigianale - una piccola fallatura - che in un breve volgere di anni avrebbe reso famosa la città nella storia industriale di quell'Italia in costruzione.
Il legame tra Alessandria e Borsalino - vera icona del Made in Italy, sinonimo di cappello nel mondo e autentico fenomeno di costume - è da allora indissolubile. Non solo un legame economico, ma anche culturale, sociale, perfino architettonico.

Basti pensare alle iniziative di assistenza e previdenza avviate dal fondatore a favore dei lavoratori, precorrendo tempi e intuizioni: la cassa pensioni, la cassa infortuni, la cassa malattie aziendali, l'Educatorio per i figli dei dipendenti. Oppure ricordare le opere promosse da Teresio Borsalino (che assunse la direzione dell'azienda agli inizi del Novecento) e dal nipote: la realizzazione dell'acquedotto civico e delle fognature della città di Alessandria, le costruzioni dell'Ospizio, del Sanatorio antitubercolare, delle case dei dipendenti, affidate all'ingegnere Arnaldo Gardella e poi all'architetto Ignazio Gardella.
Basti richiamare alla memoria le cosiddette ''Borsaline'', le operaie di Alessandria divenute un mito dell'emancipazione femminile.

Il nuovo ''Museo del Cappello Borsalino'' proprio in Via Cento Cannoni, al quale la Città sta lavorando insieme all'Azienda e che verrà inaugurato a fine 2017, renderà
esplicito questo legame con Alessandria, ma anche la straordinaria storia e i tanti valori condensati in un oggetto di moda che è connubio di creatività, arte, tecnica artigianale, innovazione, stile, avventura imprenditoriale, genio italiano: un accessorio che ha fatto il giro del mondo, ammirato e desiderato da statisti e attori di Hollywood, da gangster a regine.




Il nuovo Museo del Cappello Borsalino, attraverso la storia di un oggetto-culto in cui creatività, arte e cultura s'intrecciano, racconta dunque l'evoluzione del gusto, i mutamenti del costume e dei processi produttivi nel passaggio epocale dal XIX al XXI secolo.

Non è solo una testimonianza della più alta cultura d'impresa ma una sorta di ''monumento'' al lavoro degli alessandrini che con la loro passione e maestria artigianale hanno dato corpo alle idee visionarie del fondatore.

Borsalino era il cappello prediletto da Humprey Bogart, il copricapo nero usato da Federico Fellini su tanti set, il cappello rosso decorato di ghiande oro realizzato per papa Pacelli. Borsalino è il titolo un film di gangster, con Alain Delon e Jean Paul Belmondo.

Ambienti dunque diversi e molto più funzionali rispetto al precedente sito museale - istituito ad Alessandria nel 2006 ma accessibile solo su appuntamento - percorsi museografici e narrativi completamente nuovi, molteplici servizi al pubblico e un allestimento che unisce le collezioni e le strutture storiche con le tecnologie multimediali più innovative per una visita immersiva ed emotiva, renderanno sorprendente il nuovo Museo promosso dalla Città di Alessandria e dalla Borsalino (che ne assumerà la gestione), con il sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione CRT e della Fondazione CRA.

Nello storico Palazzo Borsalino in centro città, realizzato nel 1888 su disegno di Arnaldo Gardella mescolando motivi classicisti ed Art Decò, sede degli uffici amministrativi dell'Azienda fino al 1984, campeggia ancor oggi la storica insegna dell'Antica Casa Borsalino. L'edificio, che in parte ospita l'Università, vedrà il Museo allestito negli ambienti completamente ristrutturati al piano terra, ove si trova il passaggio carraio che era utilizzato per l'ingresso degli operai e la derivazione del ramo ferroviario ad uso della fabbrica.

Tutto l'allestimento sarà caratterizzato dall'uso di nuovissimi sistemi tecnologici virtuali e interattivi, progettati da AT Media S.r.l., prima PMI innovativa della provincia di Alessandria.
In particolare verrà applicato ''Coperniko'', un algoritmo che consente al visitatore di immergersi e di muovere un video o delle immagini a 360° sul web, con il solo movimento della testa, senza usare mouse, caschi o altro, di modo che i visitatori possano essere protagonisti assoluti di nuove esperienze, come per esempio provare virtualmente i diversi cappelli d'epoca.
Dopo il museum shop e l'area servizi e dopo una presentazione della storia dell'azienda e del rapporto tra la città di Alessandria e il fondatore - Giuseppe Borsalino, pionieristico ''capitano d'impresa'' - il percorso offrirà un focus sul processo produttivo, che, tramandato di generazione in generazione, rappresenta il valore culturale della Borsalino.
Per ogni cappello in feltro prodotto ad Alessandria sono ancora necessari 52 passaggi manuali e 7 settimane di lavorazione.

Grazie a macchinari storici e alla tecnologia multimediale, il visitatore si ritroverà virtualmente nella manifattura Borsalino e potrà seguire gli step fondamentali della lavorazione: dalla Soffiatura al Vistaggio, dalla Follatura al Bridaggio .
Prima di passare alla collezione storica di cappelli, donati dalla Borsalino al Comune di Alessandria nel 2000, insieme all'archivio e agli arredi storici, ecco la postazione per la ''prova virtuale'' dei diversi copricapi iconici, con anche la possibilità di condividere la propria foto sui social.
Quindi l'archivio, con i cataloghi dell'Esposizione Universale di Parigi realizzati dalla Borsalino.
I quasi 1400 cappelli selezionati per il percorso, prodotti tra 1900 e il 1960, saranno esposti secondo una divisione narrativa per aree tematiche, utilizzando anche gli originali mobili vetrina in stile ''Chippendale'' disegnati da Gardella per la cosiddetta Sala Campioni, l'originale sala dei prototi al primo piano dell'edificio, dove una decina d'anni fa era stata allestita la prima esposizione museale.

Dunque, con la possibilità di volta in volta di selezionare visivamente un cappello e ottenere informazioni e aneddoti sullo storico capo, i temi saranno: ''Evoluzione della forma del cappello. Dalla bombetta alla lobbia, dalla lobbia al Borsalino'' e ''Panama'' il cappello di Paglia'' uno dei miti della storia della moda - dichiarato patrimonio dell'Umanità nel 2012 e tra i cavalli di battaglia della Borsalino - di cui verrà spiegata la difficilissima realizzazione a partire da Montecristi, sulle coste dell'Ecuador, dove le foglie di ''palma toquilla'' vengono intrecciate manualmente.

Quindi: ''In viaggio con Borsalino'' dalla ricerca delle materie prime all'espansione dei mercati (Borsalino usa per i suoi cappelli solo peli pregiatissimi di castoro, lepre, coniglio, ma anche guanaco, camelidi ecc); ''Arte e moda, le collaborazioni Borsalino'' con tanti marchi e designer nel corso di 160 anni; infine ''Un cappello a Hollywood. Borsalino e il cinema''; ''Lady Borsalino'' ovvero i modelli femminili e ''I cappelli ecclesiastici e i modelli realizzati per il Centenario dell'Azienda''.

L'aura mitica che circonda i Borsalino - a creare la quale hanno contribuito da Giuseppe Verdi a Giovanni Giolitti, da Winston Churchill a Harry Truman, fino ai giorni nostri Jude Law e Johnny Deep - prosegue anche oggi con il rilancio internazionale del marchio e dell'azienda, gestita dal 2016 da Haeres Equita, un fondo di private equity del quale fanno parte investitori italiani ed internazionali, con l'obiettivo di rafforzarne il ruolo di protagonista nel mondo del lusso artigianale.

Luglio 2017

CHIUDI ...


Vuoi vivere un'esperienza unica al mondo?


La tua camera sarà a 3.375 metri di altitudine sul Monte Bianco e il tuo benessere ti aspetterà a valle.
Da sempre il Monte Bianco suscita, in chi vi si avvicina, una potente energia, tanto da essere definito ''Montagna Sacra''. ... CONTINUA

Per il prossimo autunno TOM FORD ci stupisce con la fragranza NOIR ANTHRACITE


TOM FORD NOIR ANTHRACITE è una nuova icona di seduzione che riflette la luce nell'oscurità.
La luminosità del bergamotto e delle spezie contrastano i ricchi legni scuri e intensificano il dualismo dell'uomo Noir. ... CONTINUA

ROSE POMPON di ANNICK GOUTAL amplia la sua gamma


Nata a Febbraio 2016, Rose Pompon porta nella sua scia una leggerezza irresistibile ed un spirito gioioso. Una fragranza frizzante che inizia con un accordo lampone-ribes, con un brivido di pepe rosa. ... CONTINUA

CNMI GREEN CARPET TALENT COMPETITION : ecco I 10 finalisti


Durante la settimana della Haute Couture di Parigi, Carlo Capasa e Livia Firth, assieme ad una giuria di personalità del mondo della moda, hanno selezionato i cinque finalisti del CNMI Green Carpet Talent Competition, una sezione del Green Carpet Fashion Awards. ... CONTINUA

Chianti: l'eccellenza di Villa Trasqua





Nel cuore della regione del Chianti Classico DOCG ''Gallo Nero'', la più antica DOCG d'Italia con 300 anni di storia, sorge la grande azienda Villa Trasqua, già Official Wine Sponsor di Mille Miglia 2017

... CONTINUA

Interalpen-Hotel Tyrol - Leading Hotels of the World




L'indirizzo più chic e discreto per allontanarsi da tutto e da tutti.
A Seefeld, (Austria) la regina del Tirolo, è perfetto per un weekend romantico o una vacanza rigenerante immersi nel bosco, lontano da qualsiasi rumore.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Magnum e Moschino a Roma




MAGNUM e Jeremy Scott, direttore creativo di Moschino, hanno festeggiato a Roma il successo della campagna ''Libera il tuo istinto. Osa con Double'' e il lancio del nuovo Magnum Double Cocco.


Franca D.Scotti

... CONTINUA

SALVATORE FERRAGAMO: ecco la sua nuova ADV CAMPAIGN


Energetica, spontanea, colorata e coinvolgente

Queste sono le parole chiave di Ferragamo and I la campagna pubblicitaria Autunno/Inverno 2017-2018 di Salvatore Ferragamo. ... CONTINUA

Il sound di Lanson White Label music box




Originale e dal design elegante la confezione in metallo che racchiude la freschezza di Lanson White Label si trasforma in una cassa di amplificazione e permetterà di creare subito l'atmosfera perfetta, ovunque voi siate.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Bellinzona: Honoré Daumier, attualità e varietà





Al Museo Civico di Villa dei Cedri dal 15 settembre la mostra ''Honoré Daumier: attualità e varietà''

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Alessandria presenta il nuovo Museo del Cappello Borsalino




Apre  ad  Alessandria  a  fine  2017, a  160  anni  dalla  nascita della  storica azienda,  in  Via  Cento  Cannoni, il nuovo Museo del Cappello Borsalino,  completamente  rinnovato negli spazi,  nel  percorso e  nel  sistema espositivo

Franca D.Scotti

... CONTINUA

World SpA Awards 2017

 
I centri QC Terme finalisti per 4 categorie al prestigioso premio internazionale.
Ben 4 nomination per le strutture del Gruppo QC Terme alla terza edizione dei World Spa Awards, dal 2015 il più prestigioso programma di riconoscimenti del settore del turismo termale, nato per celebrare e premiare l'eccellenza nel mondo delle spa. ... CONTINUA

Make up dalla sfilata HAUTE COUTURE CHANEL A/I 2017/18

Foto di Benoît Peverelli
 
La pelle delle modelle è stata preparata con :
HYDRA BEAUTY MICRO GEL YEUX, HYDRA BEAUTY MICRO SERUM e LA SOLUTION 10 DE CHANEL ... CONTINUA

Milano, 6 luglio 2017,Chopard e Mercury insieme in una serata speciale.

 
Dopo il successo della cena a Firenze sulle Terrazza del Duomo, Chopard sceglie un'altra location spettacolare a Milano: la terrazza della Rinascente con lo skyline della cattedrale milanese. ... CONTINUA

Orticolario 2017: oltre i confini del giardinaggio….




Moritz Mantero, fondatore e presidente di Orticolario, annuncia l'essenza della nona edizione dell'evento culturale dedicato alla passione per il giardino e alle sue capacità di trasmettere emozioni e bellezza.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Vuoi vivere un'esperienza unica al mondo?


La tua camera sarà a 3.375 metri di altitudine sul Monte Bianco e il tuo benessere ti aspetterà a valle.
Da sempre il Monte Bianco suscita, in chi vi si avvicina, una potente energia, tanto da essere definito ''Montagna Sacra''. ... CONTINUA

Per il prossimo autunno TOM FORD ci stupisce con la fragranza NOIR ANTHRACITE


TOM FORD NOIR ANTHRACITE è una nuova icona di seduzione che riflette la luce nell'oscurità.
La luminosità del bergamotto e delle spezie contrastano i ricchi legni scuri e intensificano il dualismo dell'uomo Noir. ... CONTINUA

ROSE POMPON di ANNICK GOUTAL amplia la sua gamma


Nata a Febbraio 2016, Rose Pompon porta nella sua scia una leggerezza irresistibile ed un spirito gioioso. Una fragranza frizzante che inizia con un accordo lampone-ribes, con un brivido di pepe rosa. ... CONTINUA

CNMI GREEN CARPET TALENT COMPETITION : ecco I 10 finalisti


Durante la settimana della Haute Couture di Parigi, Carlo Capasa e Livia Firth, assieme ad una giuria di personalità del mondo della moda, hanno selezionato i cinque finalisti del CNMI Green Carpet Talent Competition, una sezione del Green Carpet Fashion Awards. ... CONTINUA

Chianti: l'eccellenza di Villa Trasqua





Nel cuore della regione del Chianti Classico DOCG ''Gallo Nero'', la più antica DOCG d'Italia con 300 anni di storia, sorge la grande azienda Villa Trasqua, già Official Wine Sponsor di Mille Miglia 2017

... CONTINUA

Interalpen-Hotel Tyrol - Leading Hotels of the World




L'indirizzo più chic e discreto per allontanarsi da tutto e da tutti.
A Seefeld, (Austria) la regina del Tirolo, è perfetto per un weekend romantico o una vacanza rigenerante immersi nel bosco, lontano da qualsiasi rumore.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Magnum e Moschino a Roma




MAGNUM e Jeremy Scott, direttore creativo di Moschino, hanno festeggiato a Roma il successo della campagna ''Libera il tuo istinto. Osa con Double'' e il lancio del nuovo Magnum Double Cocco.


Franca D.Scotti

... CONTINUA

SALVATORE FERRAGAMO: ecco la sua nuova ADV CAMPAIGN


Energetica, spontanea, colorata e coinvolgente

Queste sono le parole chiave di Ferragamo and I la campagna pubblicitaria Autunno/Inverno 2017-2018 di Salvatore Ferragamo. ... CONTINUA

Il sound di Lanson White Label music box




Originale e dal design elegante la confezione in metallo che racchiude la freschezza di Lanson White Label si trasforma in una cassa di amplificazione e permetterà di creare subito l'atmosfera perfetta, ovunque voi siate.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Bellinzona: Honoré Daumier, attualità e varietà





Al Museo Civico di Villa dei Cedri dal 15 settembre la mostra ''Honoré Daumier: attualità e varietà''

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Vuoi vivere un'esperienza unica al mondo?


La tua camera sarà a 3.375 metri di altitudine sul Monte Bianco e il tuo benessere ti aspetterà a valle.
Da sempre il Monte Bianco suscita, in chi vi si avvicina, una potente energia, tanto da essere definito ''Montagna Sacra''. ... CONTINUA

Per il prossimo autunno TOM FORD ci stupisce con la fragranza NOIR ANTHRACITE


TOM FORD NOIR ANTHRACITE è una nuova icona di seduzione che riflette la luce nell'oscurità.
La luminosità del bergamotto e delle spezie contrastano i ricchi legni scuri e intensificano il dualismo dell'uomo Noir. ... CONTINUA

ROSE POMPON di ANNICK GOUTAL amplia la sua gamma


Nata a Febbraio 2016, Rose Pompon porta nella sua scia una leggerezza irresistibile ed un spirito gioioso. Una fragranza frizzante che inizia con un accordo lampone-ribes, con un brivido di pepe rosa. ... CONTINUA

CNMI GREEN CARPET TALENT COMPETITION : ecco I 10 finalisti


Durante la settimana della Haute Couture di Parigi, Carlo Capasa e Livia Firth, assieme ad una giuria di personalità del mondo della moda, hanno selezionato i cinque finalisti del CNMI Green Carpet Talent Competition, una sezione del Green Carpet Fashion Awards. ... CONTINUA

Chianti: l'eccellenza di Villa Trasqua





Nel cuore della regione del Chianti Classico DOCG ''Gallo Nero'', la più antica DOCG d'Italia con 300 anni di storia, sorge la grande azienda Villa Trasqua, già Official Wine Sponsor di Mille Miglia 2017

... CONTINUA

Interalpen-Hotel Tyrol - Leading Hotels of the World




L'indirizzo più chic e discreto per allontanarsi da tutto e da tutti.
A Seefeld, (Austria) la regina del Tirolo, è perfetto per un weekend romantico o una vacanza rigenerante immersi nel bosco, lontano da qualsiasi rumore.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Magnum e Moschino a Roma




MAGNUM e Jeremy Scott, direttore creativo di Moschino, hanno festeggiato a Roma il successo della campagna ''Libera il tuo istinto. Osa con Double'' e il lancio del nuovo Magnum Double Cocco.


Franca D.Scotti

... CONTINUA

SALVATORE FERRAGAMO: ecco la sua nuova ADV CAMPAIGN


Energetica, spontanea, colorata e coinvolgente

Queste sono le parole chiave di Ferragamo and I la campagna pubblicitaria Autunno/Inverno 2017-2018 di Salvatore Ferragamo. ... CONTINUA

Il sound di Lanson White Label music box




Originale e dal design elegante la confezione in metallo che racchiude la freschezza di Lanson White Label si trasforma in una cassa di amplificazione e permetterà di creare subito l'atmosfera perfetta, ovunque voi siate.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Bellinzona: Honoré Daumier, attualità e varietà





Al Museo Civico di Villa dei Cedri dal 15 settembre la mostra ''Honoré Daumier: attualità e varietà''

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Alessandria presenta il nuovo Museo del Cappello Borsalino




Apre  ad  Alessandria  a  fine  2017, a  160  anni  dalla  nascita della  storica azienda,  in  Via  Cento  Cannoni, il nuovo Museo del Cappello Borsalino,  completamente  rinnovato negli spazi,  nel  percorso e  nel  sistema espositivo

Franca D.Scotti

... CONTINUA

World SpA Awards 2017

 
I centri QC Terme finalisti per 4 categorie al prestigioso premio internazionale.
Ben 4 nomination per le strutture del Gruppo QC Terme alla terza edizione dei World Spa Awards, dal 2015 il più prestigioso programma di riconoscimenti del settore del turismo termale, nato per celebrare e premiare l'eccellenza nel mondo delle spa. ... CONTINUA

Make up dalla sfilata HAUTE COUTURE CHANEL A/I 2017/18

Foto di Benoît Peverelli
 
La pelle delle modelle è stata preparata con :
HYDRA BEAUTY MICRO GEL YEUX, HYDRA BEAUTY MICRO SERUM e LA SOLUTION 10 DE CHANEL ... CONTINUA

Milano, 6 luglio 2017,Chopard e Mercury insieme in una serata speciale.

 
Dopo il successo della cena a Firenze sulle Terrazza del Duomo, Chopard sceglie un'altra location spettacolare a Milano: la terrazza della Rinascente con lo skyline della cattedrale milanese. ... CONTINUA

Orticolario 2017: oltre i confini del giardinaggio….




Moritz Mantero, fondatore e presidente di Orticolario, annuncia l'essenza della nona edizione dell'evento culturale dedicato alla passione per il giardino e alle sue capacità di trasmettere emozioni e bellezza.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 78 - 77 - 76 - 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015