HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO


HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Alle Gallerie d'Italia di Milano ''L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.''




Gli eredi di Caravaggio tra Napoli, Genova e Milano a confronto | 1610-1640: in mostra alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala

Franca D.Scotti



Fino all'8 aprile 2018 le Gallerie d'Italia - Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, presentano la mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri. Napoli, Genova e Milano a confronto (1610-1640), a cura di Alessandro Morandotti con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli.

La mostra costituisce un eccezionale approfondimento delle vicende artistiche sviluppatesi nelle città di Napoli, Genova e Milano a seguito della scomparsa del Merisi, in un periodo storico-artistico diviso tra la rivoluzione devota al naturale di Caravaggio e la nuova età colorata e festosa del Barocco.
Il Martirio di sant'Orsola (1610) di Caravaggio, ultimo capolavoro del maestro che morirà poche settimane dopo, sarà quindi il punto di partenza per un confronto con gli artisti del tempo, divisi tra chi ne raccolse l'eredità e chi invece intraprese nuove strade.

Con i patrocini del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Milano nonché la partnership dei Musei di Strada Nuova di Genova e la collaborazione con l'Università degli Studi di Torino, l'esposizione L'Ultimo Caravaggio illustra in sette sezioni un Seicento in cui gli sviluppi artistici sono esemplificati anche attraverso le collezioni dei due fratelli Doria, Marcantonio e Giovan Carlo, banchieri e mecenati di grande munificenza.


Le scelte di gusto dei due genovesi rispecchiano le aree di interesse economico in cui rispettivamente si mossero.
Da un lato Napoli, ricca di caravaggismo ed echi classicheggianti, piazza preferita di Marcantonio, con opere, fra gli altri, di Battistello Caracciolo e José de Ribera, dall'altro Milano e Genova, dove Giovan Carlo si volgerà verso le pitture ''avanguardistiche'' per l'epoca, comprando opere di Giulio Cesare Procaccini, Pieter Paul Rubens, Bernardo Strozzi, Simon Vouet e molti altri maestri coevi italiani ed europei.

«Con L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri percorriamo un viaggio attraverso la pittura del primo Seicento a Napoli, Genova e Milano, tra fascinazione e resistenza al nuovo e rivoluzionario linguaggio del pittore lombardo. In questo percorso, fatto di contrapposizioni, di contaminazioni e di rispecchiamenti con altri grandi protagonisti di quel periodo, viene affrontato il tema della sfortuna e della fortuna di un artista, partendo dal suo ultimo dipinto, il Martirio di sant'Orsola», afferma Giovanni Bazoli, Presidente Emerito di Intesa Sanpaolo. «Questo capolavoro di Caravaggio, che fa parte delle raccolte della nostra banca, è messo a confronto con diversi e splendidi dipinti di Procaccini, Strozzi, Rubens, Van Dyck ed altri maestri dell'epoca, provenienti da musei nazionali e internazionali. La mostra conferma l'impegno di Intesa Sanpaolo per la promozione della straordinaria storia culturale e artistica del nostro Paese.»

Un focus speciale è dedicato al Martirio di sant'Orsola di Caravaggio, principale opera della collezione di Intesa Sanpaolo, recentemente esposta al Metropolitan Museum of Art di New York e sino alla fine di novembre inserita nel percorso di visita della mostra Dentro Caravaggio a Palazzo Reale a Milano, di cui Intesa Sanpaolo è, oltre che prestatore, main sponsor.

La tela è una straordinaria testimonianza della stagione estrema di Caravaggio, dipinta nel 1610, alla fine del suo secondo soggiorno partenopeo. Immediatamente inviato a Genova a Marcantonio Doria, che l'aveva commissionato, il Martirio però non riscosse immediata attenzione: le reazioni furono tiepide, se non indifferenti, perché le preferenze artistiche erano altre, come mostra il dipinto, raffigurante sempre il Martirio di sant'Orsola, realizzato da Bernardo Strozzi (che certamente aveva visto l'opera del Merisi) negli anni della sua prima maturità (1615-1618) e che a Milano verrà affiancato per la prima volta a quello di Caravaggio. Un confronto che svela in modo emblematico le due correnti artistiche contrapposte di quegli anni, il naturalismo caravaggesco e l'esplosione del barocco.



Tra le oltre cinquanta opere - molte delle quali esposte per la prima volta a Milano - spicca la monumentale Ultima cena (40 metri quadrati) di Procaccini, presentata dopo un lungo e articolato lavoro di restauro realizzato al Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale (To), ente con cui Intesa Sanpaolo collabora intensamente.


Per la durata della mostra l'opera potrà essere ammirata da vicino, prima di tornare nella sua collocazione originale, la Chiesa della Santissima Annunziata del Vastato a Genova, a venti metri di altezza. Sempre di Procaccini, erede della pittura dolce e aggraziata di Correggio e della rapida e abbozzata abilità disegnativa di Parmigianino, viene presentato anche un Martirio di sant'Orsola da poco ritrovato, perfettamente consentaneo all'analoga prova di Strozzi.

In occasione della mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, dal 19 dicembre 2017 al 18 marzo 2018 verrà proposto alle Gallerie d'Italia un focus monografico di Omar Galliani - tra le più originali voci del panorama artistico contemporaneo - dedicato a Caravaggio e centrato sul Martirio di Sant'Orsola, con un'opera appositamente creata per Gallerie d'Italia dal titolo ''Rosso Cadmio per Caravaggio''.

Fino all'8 aprile 2018, i visitatori della mostra di Palazzo Reale, presentando il proprio biglietto alle Gallerie d'Italia, avranno diritto alla tariffa speciale per l'ingresso alla mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.
Il catalogo è edito da Skira Editore.

Dicembre 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Alle Gallerie d'Italia di Milano ''L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.''




Gli eredi di Caravaggio tra Napoli, Genova e Milano a confronto | 1610-1640: in mostra alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala

Franca D.Scotti



Fino all'8 aprile 2018 le Gallerie d'Italia - Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, presentano la mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri. Napoli, Genova e Milano a confronto (1610-1640), a cura di Alessandro Morandotti con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli.

La mostra costituisce un eccezionale approfondimento delle vicende artistiche sviluppatesi nelle città di Napoli, Genova e Milano a seguito della scomparsa del Merisi, in un periodo storico-artistico diviso tra la rivoluzione devota al naturale di Caravaggio e la nuova età colorata e festosa del Barocco.
Il Martirio di sant'Orsola (1610) di Caravaggio, ultimo capolavoro del maestro che morirà poche settimane dopo, sarà quindi il punto di partenza per un confronto con gli artisti del tempo, divisi tra chi ne raccolse l'eredità e chi invece intraprese nuove strade.

Con i patrocini del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Milano nonché la partnership dei Musei di Strada Nuova di Genova e la collaborazione con l'Università degli Studi di Torino, l'esposizione L'Ultimo Caravaggio illustra in sette sezioni un Seicento in cui gli sviluppi artistici sono esemplificati anche attraverso le collezioni dei due fratelli Doria, Marcantonio e Giovan Carlo, banchieri e mecenati di grande munificenza.


Le scelte di gusto dei due genovesi rispecchiano le aree di interesse economico in cui rispettivamente si mossero.
Da un lato Napoli, ricca di caravaggismo ed echi classicheggianti, piazza preferita di Marcantonio, con opere, fra gli altri, di Battistello Caracciolo e José de Ribera, dall'altro Milano e Genova, dove Giovan Carlo si volgerà verso le pitture ''avanguardistiche'' per l'epoca, comprando opere di Giulio Cesare Procaccini, Pieter Paul Rubens, Bernardo Strozzi, Simon Vouet e molti altri maestri coevi italiani ed europei.

«Con L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri percorriamo un viaggio attraverso la pittura del primo Seicento a Napoli, Genova e Milano, tra fascinazione e resistenza al nuovo e rivoluzionario linguaggio del pittore lombardo. In questo percorso, fatto di contrapposizioni, di contaminazioni e di rispecchiamenti con altri grandi protagonisti di quel periodo, viene affrontato il tema della sfortuna e della fortuna di un artista, partendo dal suo ultimo dipinto, il Martirio di sant'Orsola», afferma Giovanni Bazoli, Presidente Emerito di Intesa Sanpaolo. «Questo capolavoro di Caravaggio, che fa parte delle raccolte della nostra banca, è messo a confronto con diversi e splendidi dipinti di Procaccini, Strozzi, Rubens, Van Dyck ed altri maestri dell'epoca, provenienti da musei nazionali e internazionali. La mostra conferma l'impegno di Intesa Sanpaolo per la promozione della straordinaria storia culturale e artistica del nostro Paese.»

Un focus speciale è dedicato al Martirio di sant'Orsola di Caravaggio, principale opera della collezione di Intesa Sanpaolo, recentemente esposta al Metropolitan Museum of Art di New York e sino alla fine di novembre inserita nel percorso di visita della mostra Dentro Caravaggio a Palazzo Reale a Milano, di cui Intesa Sanpaolo è, oltre che prestatore, main sponsor.

La tela è una straordinaria testimonianza della stagione estrema di Caravaggio, dipinta nel 1610, alla fine del suo secondo soggiorno partenopeo. Immediatamente inviato a Genova a Marcantonio Doria, che l'aveva commissionato, il Martirio però non riscosse immediata attenzione: le reazioni furono tiepide, se non indifferenti, perché le preferenze artistiche erano altre, come mostra il dipinto, raffigurante sempre il Martirio di sant'Orsola, realizzato da Bernardo Strozzi (che certamente aveva visto l'opera del Merisi) negli anni della sua prima maturità (1615-1618) e che a Milano verrà affiancato per la prima volta a quello di Caravaggio. Un confronto che svela in modo emblematico le due correnti artistiche contrapposte di quegli anni, il naturalismo caravaggesco e l'esplosione del barocco.



Tra le oltre cinquanta opere - molte delle quali esposte per la prima volta a Milano - spicca la monumentale Ultima cena (40 metri quadrati) di Procaccini, presentata dopo un lungo e articolato lavoro di restauro realizzato al Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale (To), ente con cui Intesa Sanpaolo collabora intensamente.


Per la durata della mostra l'opera potrà essere ammirata da vicino, prima di tornare nella sua collocazione originale, la Chiesa della Santissima Annunziata del Vastato a Genova, a venti metri di altezza. Sempre di Procaccini, erede della pittura dolce e aggraziata di Correggio e della rapida e abbozzata abilità disegnativa di Parmigianino, viene presentato anche un Martirio di sant'Orsola da poco ritrovato, perfettamente consentaneo all'analoga prova di Strozzi.

In occasione della mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, dal 19 dicembre 2017 al 18 marzo 2018 verrà proposto alle Gallerie d'Italia un focus monografico di Omar Galliani - tra le più originali voci del panorama artistico contemporaneo - dedicato a Caravaggio e centrato sul Martirio di Sant'Orsola, con un'opera appositamente creata per Gallerie d'Italia dal titolo ''Rosso Cadmio per Caravaggio''.

Fino all'8 aprile 2018, i visitatori della mostra di Palazzo Reale, presentando il proprio biglietto alle Gallerie d'Italia, avranno diritto alla tariffa speciale per l'ingresso alla mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.
Il catalogo è edito da Skira Editore.

Dicembre 2017

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Alle Gallerie d'Italia di Milano ''L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.''




Gli eredi di Caravaggio tra Napoli, Genova e Milano a confronto | 1610-1640: in mostra alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala

Franca D.Scotti



Fino all'8 aprile 2018 le Gallerie d'Italia - Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, presentano la mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri. Napoli, Genova e Milano a confronto (1610-1640), a cura di Alessandro Morandotti con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli.

La mostra costituisce un eccezionale approfondimento delle vicende artistiche sviluppatesi nelle città di Napoli, Genova e Milano a seguito della scomparsa del Merisi, in un periodo storico-artistico diviso tra la rivoluzione devota al naturale di Caravaggio e la nuova età colorata e festosa del Barocco.
Il Martirio di sant'Orsola (1610) di Caravaggio, ultimo capolavoro del maestro che morirà poche settimane dopo, sarà quindi il punto di partenza per un confronto con gli artisti del tempo, divisi tra chi ne raccolse l'eredità e chi invece intraprese nuove strade.

Con i patrocini del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Milano nonché la partnership dei Musei di Strada Nuova di Genova e la collaborazione con l'Università degli Studi di Torino, l'esposizione L'Ultimo Caravaggio illustra in sette sezioni un Seicento in cui gli sviluppi artistici sono esemplificati anche attraverso le collezioni dei due fratelli Doria, Marcantonio e Giovan Carlo, banchieri e mecenati di grande munificenza.


Le scelte di gusto dei due genovesi rispecchiano le aree di interesse economico in cui rispettivamente si mossero.
Da un lato Napoli, ricca di caravaggismo ed echi classicheggianti, piazza preferita di Marcantonio, con opere, fra gli altri, di Battistello Caracciolo e José de Ribera, dall'altro Milano e Genova, dove Giovan Carlo si volgerà verso le pitture ''avanguardistiche'' per l'epoca, comprando opere di Giulio Cesare Procaccini, Pieter Paul Rubens, Bernardo Strozzi, Simon Vouet e molti altri maestri coevi italiani ed europei.

«Con L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri percorriamo un viaggio attraverso la pittura del primo Seicento a Napoli, Genova e Milano, tra fascinazione e resistenza al nuovo e rivoluzionario linguaggio del pittore lombardo. In questo percorso, fatto di contrapposizioni, di contaminazioni e di rispecchiamenti con altri grandi protagonisti di quel periodo, viene affrontato il tema della sfortuna e della fortuna di un artista, partendo dal suo ultimo dipinto, il Martirio di sant'Orsola», afferma Giovanni Bazoli, Presidente Emerito di Intesa Sanpaolo. «Questo capolavoro di Caravaggio, che fa parte delle raccolte della nostra banca, è messo a confronto con diversi e splendidi dipinti di Procaccini, Strozzi, Rubens, Van Dyck ed altri maestri dell'epoca, provenienti da musei nazionali e internazionali. La mostra conferma l'impegno di Intesa Sanpaolo per la promozione della straordinaria storia culturale e artistica del nostro Paese.»

Un focus speciale è dedicato al Martirio di sant'Orsola di Caravaggio, principale opera della collezione di Intesa Sanpaolo, recentemente esposta al Metropolitan Museum of Art di New York e sino alla fine di novembre inserita nel percorso di visita della mostra Dentro Caravaggio a Palazzo Reale a Milano, di cui Intesa Sanpaolo è, oltre che prestatore, main sponsor.

La tela è una straordinaria testimonianza della stagione estrema di Caravaggio, dipinta nel 1610, alla fine del suo secondo soggiorno partenopeo. Immediatamente inviato a Genova a Marcantonio Doria, che l'aveva commissionato, il Martirio però non riscosse immediata attenzione: le reazioni furono tiepide, se non indifferenti, perché le preferenze artistiche erano altre, come mostra il dipinto, raffigurante sempre il Martirio di sant'Orsola, realizzato da Bernardo Strozzi (che certamente aveva visto l'opera del Merisi) negli anni della sua prima maturità (1615-1618) e che a Milano verrà affiancato per la prima volta a quello di Caravaggio. Un confronto che svela in modo emblematico le due correnti artistiche contrapposte di quegli anni, il naturalismo caravaggesco e l'esplosione del barocco.



Tra le oltre cinquanta opere - molte delle quali esposte per la prima volta a Milano - spicca la monumentale Ultima cena (40 metri quadrati) di Procaccini, presentata dopo un lungo e articolato lavoro di restauro realizzato al Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale (To), ente con cui Intesa Sanpaolo collabora intensamente.


Per la durata della mostra l'opera potrà essere ammirata da vicino, prima di tornare nella sua collocazione originale, la Chiesa della Santissima Annunziata del Vastato a Genova, a venti metri di altezza. Sempre di Procaccini, erede della pittura dolce e aggraziata di Correggio e della rapida e abbozzata abilità disegnativa di Parmigianino, viene presentato anche un Martirio di sant'Orsola da poco ritrovato, perfettamente consentaneo all'analoga prova di Strozzi.

In occasione della mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, dal 19 dicembre 2017 al 18 marzo 2018 verrà proposto alle Gallerie d'Italia un focus monografico di Omar Galliani - tra le più originali voci del panorama artistico contemporaneo - dedicato a Caravaggio e centrato sul Martirio di Sant'Orsola, con un'opera appositamente creata per Gallerie d'Italia dal titolo ''Rosso Cadmio per Caravaggio''.

Fino all'8 aprile 2018, i visitatori della mostra di Palazzo Reale, presentando il proprio biglietto alle Gallerie d'Italia, avranno diritto alla tariffa speciale per l'ingresso alla mostra L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.
Il catalogo è edito da Skira Editore.

Dicembre 2017

CHIUDI ...


Il nuovo Salmone Affumicato Norvegese con Alga Nori firmato KV NORDIC





Un innovativo abbinamento tra il Salmone Affumicato, che KV Nordic seleziona con cura rigorosa e l'Alga Nori, apprezzata sin dal XVII secolo in Giappone e nella Repubblica della Corea per le sue elevate proprietà nutritive.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Ora le Profumerie Douglas, Limoni, La Gardenia sono un unico grande gruppo della bellezza!


Dall'unione tra le Profumerie Douglas, Limoni, La Gardenia nasce un unico grande gruppo della bellezza ... CONTINUA

Palazzo Reale di Milano, l'attesissima mostra ''Memoria. James Nachtwey''





Ho voluto diventare un fotografo per essere un fotografo di guerra. Ma ero guidato dalla convinzione che una fotografia che riveli il volto vero della guerra sia quasi per definizione una fotografia contro la guerra.
James Nachtwey

... CONTINUA

Deutz Natale 2017: il mito dello Champagne





La Maison Deutz per Natale 2017 propone 4 preziose annate di mathusalem di Amour de Deutz, una delle due cuvée di prestigio della Maison, in una confezione di altissima qualità

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Alle Gallerie d'Italia di Milano ''L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.''




Gli eredi di Caravaggio tra Napoli, Genova e Milano a confronto | 1610-1640: in mostra alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala

Franca D.Scotti

... CONTINUA

HELENA RUBINSTEIN e BORBONESE: nuova Partnership


Per il Natale 2017, Helena Rubinstein firma una nuova partnership con Borbonese, uno degli storici marchi del Made in Italy. ... CONTINUA

AVEDA si è aggiudicata il SUSTAINABILITY LEADERSHIP AWARD


Questo riconoscimento viene conferito alle organizzazioni leader in molteplici aspetti della sostenibilità. ... CONTINUA

AVEDA presenta i nuovi  PURE-FUME HAIR MISTS


Cosa saranno?
 Delicati profumi per capelli al 99% di derivazione naturale, Mihana, Marassona e Alanara pure-fume hair mists, si ispirano alle ricche e aromatiche culture dell'Asia, Brasile e Medio Oriente e ... CONTINUA

NEUBAU EYEWEAR presenta la nuova collezione "THE WIRE" e in esclusiva mondiale la PREVIEW della linea 3D


Milano, 09 novembre 2017 - Nel suggestivo salotto underground di Killer Kiccen, neubau eyewear, il brand dell'occhialeria made in Austria, ha presentato oggi le novità per il 2018 introducendo la linea ''The Wire'', mix di design minimal e accattivante in metallo sottile dallo stile vintage. ... CONTINUA

Caffè Ottolina celebra il 25esimo anniversario





Caffè Ottolina ha festeggiato il 25esimo anniversario della sua sede in Via Decemviri inaugurando nuovi ed ampi spazi in ottica di espansione aziendale.

Franca D. Scotti

... CONTINUA

#Tasting THUN: Marco Bianchi firma il Light Dinner del THUN Caffè di Milano




Una corretta alimentazione gustosa, uno stile di vita salutare in un ambiente caldo e invitante

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Fioraio Bianchi Caffè: merende gustose e profumate





Per la stagione Autunno/Inverno 2017 il Fioraio Bianchi Caffè
apre le porte a merenda per pomeriggi d'autunno gustosi e profumati

Franca D.Scotti

... CONTINUA

CARE's 2018: Alta Badia, 14-17 gennaio





Nella prossima winter edition di CARE's il tema del recupero dello spreco da parte non solo delle piccole realtà, ma anche e soprattutto delle grandi aziende, sarà l'argomento virtuoso di un evento divenuto ormai sinonimo di etica e sostenibilità.

... CONTINUA

Per celebrare le feste di fine anno CHANEL propone tre novità irresistibili


Eccole in anteprima per voi:
N° 5 FRAGMENTS D'OR
Per le fedelissime di N°5 e coloro che amano profumo e luminosità, CHANEL
crea il gel N°5 FRAGMENTS D'OR, ... CONTINUA

Di nuovo insieme per PULCINELLA CARTHUSIA e TEATRO SAN CARLO


Si rinnova, Sabato 18 novembre prossimo, la collaborazione tra il Teatro di San Carlo di Napoli e Carthusia, che nel 2013 aveva dato vita a Prima, ... CONTINUA

Il nuovo Salmone Affumicato Norvegese con Alga Nori firmato KV NORDIC





Un innovativo abbinamento tra il Salmone Affumicato, che KV Nordic seleziona con cura rigorosa e l'Alga Nori, apprezzata sin dal XVII secolo in Giappone e nella Repubblica della Corea per le sue elevate proprietà nutritive.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Ora le Profumerie Douglas, Limoni, La Gardenia sono un unico grande gruppo della bellezza!


Dall'unione tra le Profumerie Douglas, Limoni, La Gardenia nasce un unico grande gruppo della bellezza ... CONTINUA

Palazzo Reale di Milano, l'attesissima mostra ''Memoria. James Nachtwey''





Ho voluto diventare un fotografo per essere un fotografo di guerra. Ma ero guidato dalla convinzione che una fotografia che riveli il volto vero della guerra sia quasi per definizione una fotografia contro la guerra.
James Nachtwey

... CONTINUA

Deutz Natale 2017: il mito dello Champagne





La Maison Deutz per Natale 2017 propone 4 preziose annate di mathusalem di Amour de Deutz, una delle due cuvée di prestigio della Maison, in una confezione di altissima qualità

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Alle Gallerie d'Italia di Milano ''L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.''




Gli eredi di Caravaggio tra Napoli, Genova e Milano a confronto | 1610-1640: in mostra alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala

Franca D.Scotti

... CONTINUA

HELENA RUBINSTEIN e BORBONESE: nuova Partnership


Per il Natale 2017, Helena Rubinstein firma una nuova partnership con Borbonese, uno degli storici marchi del Made in Italy. ... CONTINUA

AVEDA si è aggiudicata il SUSTAINABILITY LEADERSHIP AWARD


Questo riconoscimento viene conferito alle organizzazioni leader in molteplici aspetti della sostenibilità. ... CONTINUA

AVEDA presenta i nuovi  PURE-FUME HAIR MISTS


Cosa saranno?
 Delicati profumi per capelli al 99% di derivazione naturale, Mihana, Marassona e Alanara pure-fume hair mists, si ispirano alle ricche e aromatiche culture dell'Asia, Brasile e Medio Oriente e ... CONTINUA

NEUBAU EYEWEAR presenta la nuova collezione "THE WIRE" e in esclusiva mondiale la PREVIEW della linea 3D


Milano, 09 novembre 2017 - Nel suggestivo salotto underground di Killer Kiccen, neubau eyewear, il brand dell'occhialeria made in Austria, ha presentato oggi le novità per il 2018 introducendo la linea ''The Wire'', mix di design minimal e accattivante in metallo sottile dallo stile vintage. ... CONTINUA

Caffè Ottolina celebra il 25esimo anniversario





Caffè Ottolina ha festeggiato il 25esimo anniversario della sua sede in Via Decemviri inaugurando nuovi ed ampi spazi in ottica di espansione aziendale.

Franca D. Scotti

... CONTINUA

Il nuovo Salmone Affumicato Norvegese con Alga Nori firmato KV NORDIC





Un innovativo abbinamento tra il Salmone Affumicato, che KV Nordic seleziona con cura rigorosa e l'Alga Nori, apprezzata sin dal XVII secolo in Giappone e nella Repubblica della Corea per le sue elevate proprietà nutritive.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Ora le Profumerie Douglas, Limoni, La Gardenia sono un unico grande gruppo della bellezza!


Dall'unione tra le Profumerie Douglas, Limoni, La Gardenia nasce un unico grande gruppo della bellezza ... CONTINUA

Palazzo Reale di Milano, l'attesissima mostra ''Memoria. James Nachtwey''





Ho voluto diventare un fotografo per essere un fotografo di guerra. Ma ero guidato dalla convinzione che una fotografia che riveli il volto vero della guerra sia quasi per definizione una fotografia contro la guerra.
James Nachtwey

... CONTINUA

Deutz Natale 2017: il mito dello Champagne





La Maison Deutz per Natale 2017 propone 4 preziose annate di mathusalem di Amour de Deutz, una delle due cuvée di prestigio della Maison, in una confezione di altissima qualità

Franca D.Scotti


... CONTINUA

Alle Gallerie d'Italia di Milano ''L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri.''




Gli eredi di Caravaggio tra Napoli, Genova e Milano a confronto | 1610-1640: in mostra alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala

Franca D.Scotti

... CONTINUA

HELENA RUBINSTEIN e BORBONESE: nuova Partnership


Per il Natale 2017, Helena Rubinstein firma una nuova partnership con Borbonese, uno degli storici marchi del Made in Italy. ... CONTINUA

AVEDA si è aggiudicata il SUSTAINABILITY LEADERSHIP AWARD


Questo riconoscimento viene conferito alle organizzazioni leader in molteplici aspetti della sostenibilità. ... CONTINUA

AVEDA presenta i nuovi  PURE-FUME HAIR MISTS


Cosa saranno?
 Delicati profumi per capelli al 99% di derivazione naturale, Mihana, Marassona e Alanara pure-fume hair mists, si ispirano alle ricche e aromatiche culture dell'Asia, Brasile e Medio Oriente e ... CONTINUA

NEUBAU EYEWEAR presenta la nuova collezione "THE WIRE" e in esclusiva mondiale la PREVIEW della linea 3D


Milano, 09 novembre 2017 - Nel suggestivo salotto underground di Killer Kiccen, neubau eyewear, il brand dell'occhialeria made in Austria, ha presentato oggi le novità per il 2018 introducendo la linea ''The Wire'', mix di design minimal e accattivante in metallo sottile dallo stile vintage. ... CONTINUA

Caffè Ottolina celebra il 25esimo anniversario





Caffè Ottolina ha festeggiato il 25esimo anniversario della sua sede in Via Decemviri inaugurando nuovi ed ampi spazi in ottica di espansione aziendale.

Franca D. Scotti

... CONTINUA

#Tasting THUN: Marco Bianchi firma il Light Dinner del THUN Caffè di Milano




Una corretta alimentazione gustosa, uno stile di vita salutare in un ambiente caldo e invitante

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Fioraio Bianchi Caffè: merende gustose e profumate





Per la stagione Autunno/Inverno 2017 il Fioraio Bianchi Caffè
apre le porte a merenda per pomeriggi d'autunno gustosi e profumati

Franca D.Scotti

... CONTINUA

CARE's 2018: Alta Badia, 14-17 gennaio





Nella prossima winter edition di CARE's il tema del recupero dello spreco da parte non solo delle piccole realtà, ma anche e soprattutto delle grandi aziende, sarà l'argomento virtuoso di un evento divenuto ormai sinonimo di etica e sostenibilità.

... CONTINUA

Per celebrare le feste di fine anno CHANEL propone tre novità irresistibili


Eccole in anteprima per voi:
N° 5 FRAGMENTS D'OR
Per le fedelissime di N°5 e coloro che amano profumo e luminosità, CHANEL
crea il gel N°5 FRAGMENTS D'OR, ... CONTINUA

Di nuovo insieme per PULCINELLA CARTHUSIA e TEATRO SAN CARLO


Si rinnova, Sabato 18 novembre prossimo, la collaborazione tra il Teatro di San Carlo di Napoli e Carthusia, che nel 2013 aveva dato vita a Prima, ... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015