HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO


HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Venezia, Palazzo Grassi: ''Albert Oehlen. Cows by the water''





L'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

Franca D. Scotti



Per gli spazi di Palazzo Grassi l'artista tedesco Albert Oehlen ha studiato un apposito percorso espositivo che dà origine alla mostra ''Albert Oehlen. Cows by the water'': oltre 80 opere, dalle più note a quelle meno conosciute, dagli anni '80 a oggi, scelte e organizzate da Caroline Bourgeois.

E' l'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

La Pinault Collection, dunque, è protagonista dei due eventi: da questa collezione provengono la maggior parte delle opere di Oehlen esposte a Palazzo Grassi, che rappresentano la più grande monografica dedicata in Italia all'artista, già protagonista di importanti esposizioni in tutto il mondo .



Qui la mostra non segue un ordine cronologico, ma un ritmo sincopato tra i diversi generi, a voler rappresentare il ruolo della musica nella produzione di Albert Oehlen, metafora del suo metodo di lavoro, dove contaminazione e ritmo, improvvisazione e ripetizione, densità e armonia dei suoni, diventano gesti pittorici.

Pur rifiutandosi di appartenere a una corrente o a un movimento artistico specifico, Albert Oehlen si è affermato come uno dei protagonisti della pittura contemporanea grazie a una ricerca in continua evoluzione dedicata al superamento dei limiti formali e alle sperimentazioni, più che al soggetto dell'opera.
Lo storico dell'arte Jean-Pierre Criqui suggerisce nel suo testo in catalogo, di ''vedere le opere di Albert Oehlen come territori. In realtà, l'impressione di confine, limite, riorganizzazione è molto frequente. La legge segreta - mai enunciata, incessantemente modificata - che presiede a queste creazioni è quella del palinsesto, della sedimentazione, degli strati sovrapposti, molto spesso anche dell'interferenza.''


Come nella musica, in cui spesso un'improvvisazione o un'interpretazione pienamente riuscita appare come un miracolo, come la freccia dell'arciere zen, che colpisce esattamente il centro del bersaglio, così in pittura si procede per tentativi e cancellazioni fino al miracolo.



''Quando si lavora su un dipinto per un mese, si trascorrono trenta giorni di fronte al quadro più brutto del mondo. Nel mio lavoro sono perennemente circondato dai dipinti più spaventosi. È vero. Vedo solo brandelli di una bruttezza insopportabile che all'ultimo momento, come per magia, si trasformano in qualcosa di bello'' afferma Oehlen.

L'artista abbandona la figurazione alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso (le immagini torneranno più avanti nelle sue opere, ma investite di un ruolo plastico ben diverso, molto più distaccato dal significato e dal riferimento), arrivando a definirsi artista ''post-non-figurativo''.
Dal 1992 ricorre al computer, (in combinazione o meno con la mano del pittore), espandendo e ripetendo i metodi di collage e di montaggio, sceglie l'utilizzo dei colori, con la serie dei dipinti grigi avviata nel 1997, la limitazione al nero e al rosso su fondo bianco per la serie degli Bäume (Alberi), sceglie le modalità di esecuzione, come l'idea di rallentare al massimo i gesti: tutti modi per arrivare al risultato convincente, alla fortunata coincidenza che trasformerà Quasimodo nel principe azzurro, il quadro miseramente limitato, già finito, in una rovina meravigliosa, mille volte più desiderabile nella sua imperfezione singolare.

Albert Oehlen evoca spesso il surrealismo, per esempio ricordando quanto lo ha colpito la retrospettiva su Dalí presentata a Parigi, al Centre Pompidou, nel 1979-1980, ma anche, in modo caratteristico, attirando l'attenzione sui metodi messi a punto dai surrealisti. ''Quando penso alle composizioni astratte, penso al surrealismo, alle sue condizioni. Per esempio: quali sono le regole? Come posso cambiarle? Come posso renderle più complesse?''
Lo spirito surrealista in fondo si ritrova anche nell'idea di intitolare ''Cows by the Water'' una retrospettiva di dipinti appesi alle pareti di un nobile palazzo veneziano.
Albert Oehlen. Cows by the water
Fino al 06/01/2019
Palazzo Grassi, Venezia
Catalogo: co-edizione di Marsilio Editori, Venezia, e Palazzo Grassi - Punta della Dogana

Aprile 2018

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Venezia, Palazzo Grassi: ''Albert Oehlen. Cows by the water''





L'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

Franca D. Scotti



Per gli spazi di Palazzo Grassi l'artista tedesco Albert Oehlen ha studiato un apposito percorso espositivo che dà origine alla mostra ''Albert Oehlen. Cows by the water'': oltre 80 opere, dalle più note a quelle meno conosciute, dagli anni '80 a oggi, scelte e organizzate da Caroline Bourgeois.

E' l'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

La Pinault Collection, dunque, è protagonista dei due eventi: da questa collezione provengono la maggior parte delle opere di Oehlen esposte a Palazzo Grassi, che rappresentano la più grande monografica dedicata in Italia all'artista, già protagonista di importanti esposizioni in tutto il mondo .



Qui la mostra non segue un ordine cronologico, ma un ritmo sincopato tra i diversi generi, a voler rappresentare il ruolo della musica nella produzione di Albert Oehlen, metafora del suo metodo di lavoro, dove contaminazione e ritmo, improvvisazione e ripetizione, densità e armonia dei suoni, diventano gesti pittorici.

Pur rifiutandosi di appartenere a una corrente o a un movimento artistico specifico, Albert Oehlen si è affermato come uno dei protagonisti della pittura contemporanea grazie a una ricerca in continua evoluzione dedicata al superamento dei limiti formali e alle sperimentazioni, più che al soggetto dell'opera.
Lo storico dell'arte Jean-Pierre Criqui suggerisce nel suo testo in catalogo, di ''vedere le opere di Albert Oehlen come territori. In realtà, l'impressione di confine, limite, riorganizzazione è molto frequente. La legge segreta - mai enunciata, incessantemente modificata - che presiede a queste creazioni è quella del palinsesto, della sedimentazione, degli strati sovrapposti, molto spesso anche dell'interferenza.''


Come nella musica, in cui spesso un'improvvisazione o un'interpretazione pienamente riuscita appare come un miracolo, come la freccia dell'arciere zen, che colpisce esattamente il centro del bersaglio, così in pittura si procede per tentativi e cancellazioni fino al miracolo.



''Quando si lavora su un dipinto per un mese, si trascorrono trenta giorni di fronte al quadro più brutto del mondo. Nel mio lavoro sono perennemente circondato dai dipinti più spaventosi. È vero. Vedo solo brandelli di una bruttezza insopportabile che all'ultimo momento, come per magia, si trasformano in qualcosa di bello'' afferma Oehlen.

L'artista abbandona la figurazione alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso (le immagini torneranno più avanti nelle sue opere, ma investite di un ruolo plastico ben diverso, molto più distaccato dal significato e dal riferimento), arrivando a definirsi artista ''post-non-figurativo''.
Dal 1992 ricorre al computer, (in combinazione o meno con la mano del pittore), espandendo e ripetendo i metodi di collage e di montaggio, sceglie l'utilizzo dei colori, con la serie dei dipinti grigi avviata nel 1997, la limitazione al nero e al rosso su fondo bianco per la serie degli Bäume (Alberi), sceglie le modalità di esecuzione, come l'idea di rallentare al massimo i gesti: tutti modi per arrivare al risultato convincente, alla fortunata coincidenza che trasformerà Quasimodo nel principe azzurro, il quadro miseramente limitato, già finito, in una rovina meravigliosa, mille volte più desiderabile nella sua imperfezione singolare.

Albert Oehlen evoca spesso il surrealismo, per esempio ricordando quanto lo ha colpito la retrospettiva su Dalí presentata a Parigi, al Centre Pompidou, nel 1979-1980, ma anche, in modo caratteristico, attirando l'attenzione sui metodi messi a punto dai surrealisti. ''Quando penso alle composizioni astratte, penso al surrealismo, alle sue condizioni. Per esempio: quali sono le regole? Come posso cambiarle? Come posso renderle più complesse?''
Lo spirito surrealista in fondo si ritrova anche nell'idea di intitolare ''Cows by the Water'' una retrospettiva di dipinti appesi alle pareti di un nobile palazzo veneziano.
Albert Oehlen. Cows by the water
Fino al 06/01/2019
Palazzo Grassi, Venezia
Catalogo: co-edizione di Marsilio Editori, Venezia, e Palazzo Grassi - Punta della Dogana

Aprile 2018

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Venezia, Palazzo Grassi: ''Albert Oehlen. Cows by the water''





L'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

Franca D. Scotti



Per gli spazi di Palazzo Grassi l'artista tedesco Albert Oehlen ha studiato un apposito percorso espositivo che dà origine alla mostra ''Albert Oehlen. Cows by the water'': oltre 80 opere, dalle più note a quelle meno conosciute, dagli anni '80 a oggi, scelte e organizzate da Caroline Bourgeois.

E' l'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

La Pinault Collection, dunque, è protagonista dei due eventi: da questa collezione provengono la maggior parte delle opere di Oehlen esposte a Palazzo Grassi, che rappresentano la più grande monografica dedicata in Italia all'artista, già protagonista di importanti esposizioni in tutto il mondo .



Qui la mostra non segue un ordine cronologico, ma un ritmo sincopato tra i diversi generi, a voler rappresentare il ruolo della musica nella produzione di Albert Oehlen, metafora del suo metodo di lavoro, dove contaminazione e ritmo, improvvisazione e ripetizione, densità e armonia dei suoni, diventano gesti pittorici.

Pur rifiutandosi di appartenere a una corrente o a un movimento artistico specifico, Albert Oehlen si è affermato come uno dei protagonisti della pittura contemporanea grazie a una ricerca in continua evoluzione dedicata al superamento dei limiti formali e alle sperimentazioni, più che al soggetto dell'opera.
Lo storico dell'arte Jean-Pierre Criqui suggerisce nel suo testo in catalogo, di ''vedere le opere di Albert Oehlen come territori. In realtà, l'impressione di confine, limite, riorganizzazione è molto frequente. La legge segreta - mai enunciata, incessantemente modificata - che presiede a queste creazioni è quella del palinsesto, della sedimentazione, degli strati sovrapposti, molto spesso anche dell'interferenza.''


Come nella musica, in cui spesso un'improvvisazione o un'interpretazione pienamente riuscita appare come un miracolo, come la freccia dell'arciere zen, che colpisce esattamente il centro del bersaglio, così in pittura si procede per tentativi e cancellazioni fino al miracolo.



''Quando si lavora su un dipinto per un mese, si trascorrono trenta giorni di fronte al quadro più brutto del mondo. Nel mio lavoro sono perennemente circondato dai dipinti più spaventosi. È vero. Vedo solo brandelli di una bruttezza insopportabile che all'ultimo momento, come per magia, si trasformano in qualcosa di bello'' afferma Oehlen.

L'artista abbandona la figurazione alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso (le immagini torneranno più avanti nelle sue opere, ma investite di un ruolo plastico ben diverso, molto più distaccato dal significato e dal riferimento), arrivando a definirsi artista ''post-non-figurativo''.
Dal 1992 ricorre al computer, (in combinazione o meno con la mano del pittore), espandendo e ripetendo i metodi di collage e di montaggio, sceglie l'utilizzo dei colori, con la serie dei dipinti grigi avviata nel 1997, la limitazione al nero e al rosso su fondo bianco per la serie degli Bäume (Alberi), sceglie le modalità di esecuzione, come l'idea di rallentare al massimo i gesti: tutti modi per arrivare al risultato convincente, alla fortunata coincidenza che trasformerà Quasimodo nel principe azzurro, il quadro miseramente limitato, già finito, in una rovina meravigliosa, mille volte più desiderabile nella sua imperfezione singolare.

Albert Oehlen evoca spesso il surrealismo, per esempio ricordando quanto lo ha colpito la retrospettiva su Dalí presentata a Parigi, al Centre Pompidou, nel 1979-1980, ma anche, in modo caratteristico, attirando l'attenzione sui metodi messi a punto dai surrealisti. ''Quando penso alle composizioni astratte, penso al surrealismo, alle sue condizioni. Per esempio: quali sono le regole? Come posso cambiarle? Come posso renderle più complesse?''
Lo spirito surrealista in fondo si ritrova anche nell'idea di intitolare ''Cows by the Water'' una retrospettiva di dipinti appesi alle pareti di un nobile palazzo veneziano.
Albert Oehlen. Cows by the water
Fino al 06/01/2019
Palazzo Grassi, Venezia
Catalogo: co-edizione di Marsilio Editori, Venezia, e Palazzo Grassi - Punta della Dogana

Aprile 2018

CHIUDI ...


Venezia, Palazzo Grassi: ''Albert Oehlen. Cows by the water''





L'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

Franca D. Scotti

... CONTINUA

COLLISTAR ti dà il benvenuto nel modo di benessere dell'energia


Nuova tappa nelle fragranze, nelle texture, nei colori del Ben- Essere. Una sfumatura che si aggiunge a Ti Amo Italia, la collezione di specialità Collistar che è una dichiarazione d'amore verso il nostro paese e che adesso si ferma in Calabria per esaltare la bellezza dei suoi celebri agrumi, bergamotto e arancia in primis. ... CONTINUA

L'ultima novità SKINCARE in casa ESTÉE LAUDER: NUTRITIOUS MICRO-ALGAE


La nuova linea di trattamento a base di un esclusivo cocktail di tre alghe, specificatamente coltivate, ricche di nutrienti e sottoposte a lavorazione a freddo, per aiutare la pelle a liberarsi da ogni traccia di impurità e inquinamento. ... CONTINUA

Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia




A Brescia, Museo di Santa Giulia, fino al 1 luglio, un progetto espositivo attorno al grande pittore veneto

... CONTINUA

CHANEL propone due ''BOOSTER'' di idratazione dalle TEXTURE TRASFORMISTE


Di notte, piccole gocce d'acqua si depositano sulla camelia e la aiutano a respirare meglio, per rivelare tutta la sua luminosità. La Ricerca CHANEL ha tratto ispirazione da questo fenomeno naturale per creare HYDRA BEAUTY MASQUE DE NUIT AU CAMÉLIA. ... CONTINUA

Ad Asti ''Alighiero Boetti. Perfiloepersegno''





La Fondazione Palazzo Mazzetti con questa grande esposizione vuole offrire un nuovo punto di vista sulla produzione di Boetti, attraverso la lente del profondo legame che lo unisce all'importante tradizione storico-artistica del territorio che gli ha dato i natali.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre la stagione degli aperitivi rooftop firmati Hilton Milan




Con l'arrivo della primavera Hilton Milan conferma il suo speciale happening in partnership con l'esclusiva cantina Moser


... CONTINUA

MarteS Museo d'Arte Sorlini a Calvagese della Riviera (Bs)




Nell'entroterra del lago di Garda apre MarteS, Museo d'Arte Sorlini: oltre 180 dipinti, principalmente veneziani e veneti, tra il XIV e il XIX secolo dalle tavole con fondo oro tre e quattrocentesche alle grandi tele dei Maestri del Settecento

Franca D.Scotti

... CONTINUA

La vita è una maratona? Ci pensa Clinique


Ogni giorno è stracolmo di cose da fare e pieno di sorprese. Avere quindi un bell'aspetto in ogni momento è ormai un dictat . Non importa quello che stiamo facendo, che si tratti di escursioni o di un brunch domenicale o dopo lo yoga siamo sempre alla ricerca di nuovi tips per essere sempre in ordine. ... CONTINUA

CHANEL: SUBLIMAGE L'Extrait de Crème



La famiglia di Sublimage si arricchisce di una nuova stella. Una crema fine, generosa, densa, sottile, fresca, cremosa, setosa. Tutto questo allo stesso tempo. ... CONTINUA

La nuova collezione Beauty Essentials firmata da Claudia Schiffer per ART DECO


Claudia Schiffer, icona mondiale della moda e del beauty, svela una nuova capsule collection di prodotti lussuosi per la sua linea cosmetica. I prodotti della nuova collezione sono stati progettati e curati con attenzione per offrire gli ESSENTIALS necessari per ottenere l'iconico look Bardot-esque. ... CONTINUA

Profumo d'estate!


Con il primo sole è inevitabile non pensare a gite al mare e giornate distesi in spiagge in attesa delle tanto sospirate vacanze estive. L'importante però, come ogni anno, è portare con noi i prodotti giusti e preparare la pelle nel modo migliore dopo la stagione invernale. ... CONTINUA

Erbolario e FAI valorizzano la bellezza


Da sempre L'Erbolario promuove la bellezza, dalla cura della persona a quella dell'arte e
dell'ambiente e da oltre 10 anni sostiene il FAI - Fondo Ambiente Italiano: una fondazione senza scopo di lucro, nata nel 1975, con il fine di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. ... CONTINUA

Trova il tuo stile con House 99



Nel 2018, l'icona di stile più famosa al mondo crea il proprio grooming brand. Con lo spirito della
sperimentazione, l'arte del grooming di David Beckham incontra l'heritage delle tecniche della barberia. La linea per la precisione, nata con l'attenta supervisione e consulenza dei laboratori L'Oréal Luxe è destinata a quella fetta di pubblico maschile che non vuole rinunciare alla cura del proprio aspetto senza spendere somme esagerate. ... CONTINUA

BLACK SAFRRON by BYREDO

Per chi ama una fragranza speziata con agrumi

Lo zafferano, la spezia derivata dagli stimmi essiccati del Crocus Zafferano,
si coltiva da oltre 3500 anni e resta uno degli ingredienti più costosi al mondo. ... CONTINUA

Venezia, Palazzo Grassi: ''Albert Oehlen. Cows by the water''





L'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

Franca D. Scotti

... CONTINUA

COLLISTAR ti dà il benvenuto nel modo di benessere dell'energia


Nuova tappa nelle fragranze, nelle texture, nei colori del Ben- Essere. Una sfumatura che si aggiunge a Ti Amo Italia, la collezione di specialità Collistar che è una dichiarazione d'amore verso il nostro paese e che adesso si ferma in Calabria per esaltare la bellezza dei suoi celebri agrumi, bergamotto e arancia in primis. ... CONTINUA

L'ultima novità SKINCARE in casa ESTÉE LAUDER: NUTRITIOUS MICRO-ALGAE


La nuova linea di trattamento a base di un esclusivo cocktail di tre alghe, specificatamente coltivate, ricche di nutrienti e sottoposte a lavorazione a freddo, per aiutare la pelle a liberarsi da ogni traccia di impurità e inquinamento. ... CONTINUA

Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia




A Brescia, Museo di Santa Giulia, fino al 1 luglio, un progetto espositivo attorno al grande pittore veneto

... CONTINUA

CHANEL propone due ''BOOSTER'' di idratazione dalle TEXTURE TRASFORMISTE


Di notte, piccole gocce d'acqua si depositano sulla camelia e la aiutano a respirare meglio, per rivelare tutta la sua luminosità. La Ricerca CHANEL ha tratto ispirazione da questo fenomeno naturale per creare HYDRA BEAUTY MASQUE DE NUIT AU CAMÉLIA. ... CONTINUA

Ad Asti ''Alighiero Boetti. Perfiloepersegno''





La Fondazione Palazzo Mazzetti con questa grande esposizione vuole offrire un nuovo punto di vista sulla produzione di Boetti, attraverso la lente del profondo legame che lo unisce all'importante tradizione storico-artistica del territorio che gli ha dato i natali.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre la stagione degli aperitivi rooftop firmati Hilton Milan




Con l'arrivo della primavera Hilton Milan conferma il suo speciale happening in partnership con l'esclusiva cantina Moser


... CONTINUA

MarteS Museo d'Arte Sorlini a Calvagese della Riviera (Bs)




Nell'entroterra del lago di Garda apre MarteS, Museo d'Arte Sorlini: oltre 180 dipinti, principalmente veneziani e veneti, tra il XIV e il XIX secolo dalle tavole con fondo oro tre e quattrocentesche alle grandi tele dei Maestri del Settecento

Franca D.Scotti

... CONTINUA

La vita è una maratona? Ci pensa Clinique


Ogni giorno è stracolmo di cose da fare e pieno di sorprese. Avere quindi un bell'aspetto in ogni momento è ormai un dictat . Non importa quello che stiamo facendo, che si tratti di escursioni o di un brunch domenicale o dopo lo yoga siamo sempre alla ricerca di nuovi tips per essere sempre in ordine. ... CONTINUA

CHANEL: SUBLIMAGE L'Extrait de Crème



La famiglia di Sublimage si arricchisce di una nuova stella. Una crema fine, generosa, densa, sottile, fresca, cremosa, setosa. Tutto questo allo stesso tempo. ... CONTINUA

Venezia, Palazzo Grassi: ''Albert Oehlen. Cows by the water''





L'annuale importante mostra monografica protagonista di Palazzo Grassi, mentre in contemporanea, Punta della Dogana, l'altro spazio della Fondazione Pinault, ospita la collettiva ''Dancing with Myself''.

Franca D. Scotti

... CONTINUA

COLLISTAR ti dà il benvenuto nel modo di benessere dell'energia


Nuova tappa nelle fragranze, nelle texture, nei colori del Ben- Essere. Una sfumatura che si aggiunge a Ti Amo Italia, la collezione di specialità Collistar che è una dichiarazione d'amore verso il nostro paese e che adesso si ferma in Calabria per esaltare la bellezza dei suoi celebri agrumi, bergamotto e arancia in primis. ... CONTINUA

L'ultima novità SKINCARE in casa ESTÉE LAUDER: NUTRITIOUS MICRO-ALGAE


La nuova linea di trattamento a base di un esclusivo cocktail di tre alghe, specificatamente coltivate, ricche di nutrienti e sottoposte a lavorazione a freddo, per aiutare la pelle a liberarsi da ogni traccia di impurità e inquinamento. ... CONTINUA

Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia




A Brescia, Museo di Santa Giulia, fino al 1 luglio, un progetto espositivo attorno al grande pittore veneto

... CONTINUA

CHANEL propone due ''BOOSTER'' di idratazione dalle TEXTURE TRASFORMISTE


Di notte, piccole gocce d'acqua si depositano sulla camelia e la aiutano a respirare meglio, per rivelare tutta la sua luminosità. La Ricerca CHANEL ha tratto ispirazione da questo fenomeno naturale per creare HYDRA BEAUTY MASQUE DE NUIT AU CAMÉLIA. ... CONTINUA

Ad Asti ''Alighiero Boetti. Perfiloepersegno''





La Fondazione Palazzo Mazzetti con questa grande esposizione vuole offrire un nuovo punto di vista sulla produzione di Boetti, attraverso la lente del profondo legame che lo unisce all'importante tradizione storico-artistica del territorio che gli ha dato i natali.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Riapre la stagione degli aperitivi rooftop firmati Hilton Milan




Con l'arrivo della primavera Hilton Milan conferma il suo speciale happening in partnership con l'esclusiva cantina Moser


... CONTINUA

MarteS Museo d'Arte Sorlini a Calvagese della Riviera (Bs)




Nell'entroterra del lago di Garda apre MarteS, Museo d'Arte Sorlini: oltre 180 dipinti, principalmente veneziani e veneti, tra il XIV e il XIX secolo dalle tavole con fondo oro tre e quattrocentesche alle grandi tele dei Maestri del Settecento

Franca D.Scotti

... CONTINUA

La vita è una maratona? Ci pensa Clinique


Ogni giorno è stracolmo di cose da fare e pieno di sorprese. Avere quindi un bell'aspetto in ogni momento è ormai un dictat . Non importa quello che stiamo facendo, che si tratti di escursioni o di un brunch domenicale o dopo lo yoga siamo sempre alla ricerca di nuovi tips per essere sempre in ordine. ... CONTINUA

CHANEL: SUBLIMAGE L'Extrait de Crème



La famiglia di Sublimage si arricchisce di una nuova stella. Una crema fine, generosa, densa, sottile, fresca, cremosa, setosa. Tutto questo allo stesso tempo. ... CONTINUA

La nuova collezione Beauty Essentials firmata da Claudia Schiffer per ART DECO


Claudia Schiffer, icona mondiale della moda e del beauty, svela una nuova capsule collection di prodotti lussuosi per la sua linea cosmetica. I prodotti della nuova collezione sono stati progettati e curati con attenzione per offrire gli ESSENTIALS necessari per ottenere l'iconico look Bardot-esque. ... CONTINUA

Profumo d'estate!


Con il primo sole è inevitabile non pensare a gite al mare e giornate distesi in spiagge in attesa delle tanto sospirate vacanze estive. L'importante però, come ogni anno, è portare con noi i prodotti giusti e preparare la pelle nel modo migliore dopo la stagione invernale. ... CONTINUA

Erbolario e FAI valorizzano la bellezza


Da sempre L'Erbolario promuove la bellezza, dalla cura della persona a quella dell'arte e
dell'ambiente e da oltre 10 anni sostiene il FAI - Fondo Ambiente Italiano: una fondazione senza scopo di lucro, nata nel 1975, con il fine di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. ... CONTINUA

Trova il tuo stile con House 99



Nel 2018, l'icona di stile più famosa al mondo crea il proprio grooming brand. Con lo spirito della
sperimentazione, l'arte del grooming di David Beckham incontra l'heritage delle tecniche della barberia. La linea per la precisione, nata con l'attenta supervisione e consulenza dei laboratori L'Oréal Luxe è destinata a quella fetta di pubblico maschile che non vuole rinunciare alla cura del proprio aspetto senza spendere somme esagerate. ... CONTINUA

BLACK SAFRRON by BYREDO

Per chi ama una fragranza speziata con agrumi

Lo zafferano, la spezia derivata dagli stimmi essiccati del Crocus Zafferano,
si coltiva da oltre 3500 anni e resta uno degli ingredienti più costosi al mondo. ... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 87 - 86 - 85 - 84 - 83 - 82 - 81 - 80 - 79 - 78 - 77 - 76 - 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015