HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO


HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Al Museo Vincenzo Vela: Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923)





Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto accoglie fino al 28 ottobre 2018 un'ampia mostra monografica dedicata a Carl Burckhardt, figura tra le più innovative della scultura svizzera del Novecento.


Curata da Gianna A. Mina e Tomas Lochman, l'esposizione presenta per la prima volta nella Svizzera italiana un nucleo consistente di opere scultoree di Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni.
Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto rientra nel novero delle mostre di studio che il Museo Vincenzo Vela dedica ad artisti di indubbio valore, ancorché poco conosciuti in ambito italofono.



Dopo Ligornetto, la mostra verrà presentata, in forma più circoscritta, al Kunstmuseum di Basilea dal 1° dicembre 2018 al 31 marzo 2019. Entrambe le sedi
corrispondono a due tappe salienti dell'itinerario umano e professionale di Carl Burckhardt: Basilea è la città che lo vide attivo per molti anni e che conserva tuttora diverse sue importanti realizzazioni, mentre Ligornetto, località dove ultimò diverse opere distintive della sua maturità artistica, fu la sua ultima residenza.

Le opere in mostra saranno circa 120, provenienti da musei e collezioni di prestigio (tra cui il Kunstmuseum di Basilea e il Kunsthaus di Zurigo), oltre che da raccolte private svizzere.
A quarant'anni dall'ultima retrospettiva, l'esposizione presenterà in successione tematica un nucleo consistente delle opere scultoree di Carl Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni.
L'obiettivo è di illustrarne il percorso biografico e artistico nelle sue differenti sfaccettature: dalla formazione a Basilea e a Monaco ai soggiorni romani, dal fecondo periodo basilese fino a quello, breve ma altrettanto proficuo, trascorso in Ticino. Un'attenzione particolare verrà riservata alle opere scultoree che Burckhardt eseguì per tre importanti edifici progettati dal celebre architetto Karl Moser:
la Pauluskirche di Basilea, il Kunsthaus di Zurigo e la stazione badese di Basilea.


Definito da alcuni il padre della scultura moderna svizzera, Burckhardt è ai giorni nostri un artista poco noto. Nonostante abbia lasciato notevoli testimonianze nello spazio pubblico e si sia cimentato, anche sul piano teorico, nel rinnovamento della scultura nel nostro Paese, rimane una figura studiata quasi esclusivamente in ambito germanofono.

Il titolo della mostra, Echi dall'antichità, evoca un tratto essenziale della sua produzione: Burckhardt attinge infatti i soggetti delle proprie sculture dalla mitologia classica, per poi tradurli in una cifra personale. Da Zeus e Amore a Venere, dalle Amazzoni alle figure allegoriche, dalle divinità fluviali ai cavalieri eroici: queste opere, benché caratterizzate ognuna da una peculiare ricerca espressiva,
condividono un repertorio tematico che le unisce in un ideale filo rosso.


A differenza degli scultori neoclassici dell'Ottocento, vincolati agli stili e alle forme dell'antichità, Burckhardt rielabora i soggetti in una chiave del tutto originale. La sua arte è tesa a creare un moderno senza tempo o, per dirla con parole sue, «qualcosa di appena nato», di «attuale, di appena sbocciato che non ha passato». Nell'arco della sua produzione, la forma naturale si traduce in una più semplice forma spaziale: in un progressivo processo di liberazione e purificazione, Burckhardt si concentra sulla forma plastica, elaborandone una sintesi personale.



Di questa evoluzione daranno conto in modo compiuto le numerose opere in mostra. L'influenza sul giovane Burckhardt di maestri come Klinger, Maillol, Rodin, von Hildebrand o Marées si riflette in creazioni come il primo gruppo di Zeus e Amore, con la sua imitazione quasi palpabile della natura.
L'artista si orienta poi verso un approccio pittorico al modellato che dalle stilizzazioni della Venere o delle metope del Kunsthaus perviene alle forme cubiche delle sculture del Reno e della Wiese, per approdare infine a figure che dominano dinamicamente lo spazio come l'Amazzone e il San Giorgio.


La pubblicazione che accompagnerà la mostra si propone di portare all'attenzione di un più vasto pubblico questo artista poliedrico, pittore e scultore insieme, analizzandone sia il rapporto con l'antichità che l'interesse per la produzione scultorea moderna.
In concomitanza con l'esposizione verrà proposto un articolato programma di iniziative collaterali.

Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto
Museo Vincenzo Vela, Ligornetto (Svizzera)
Chiusura: domenica 28 ottobre 2018, ore 17.00
Curatori: Gianna A. Mina, Direttrice del Museo Vincenzo Vela, e Tomas Lochman, curatore presso l'Antikenmuseum Basel und Sammlung Ludwig, Basilea
Orario: giugno-settembre: ma-do 10.00-18.00, ottobre 10.00-17.00, tutte le domeniche 10.00-18.00,
chiuso lunedì
Costo: CHF 12.- / ridotto CHF 8.-
Il catalogo Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto
In occasione della mostra Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto il Museo Vincenzo Vela pubblica, in collaborazione con la casa editrice Christoph Merian Verlag (cmv) di Basilea, un volume in edizione bilingue (italiano e tedesco), riccamente illustrato, a cura di Gianna A. Mina e Tomas Lochman, che tratta del poliedrico artista, il quale è stato
pittore, scultore e critico d'arte.
Il volume è distribuito nelle librerie e in vendita anche online.
Costo: CHF 49 .-, prezzo speciale se acquistato al Museo Vincenzo Vela CHF 45 .-

Franca D.Scotti

Giugno 2018

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Al Museo Vincenzo Vela: Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923)





Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto accoglie fino al 28 ottobre 2018 un'ampia mostra monografica dedicata a Carl Burckhardt, figura tra le più innovative della scultura svizzera del Novecento.


Curata da Gianna A. Mina e Tomas Lochman, l'esposizione presenta per la prima volta nella Svizzera italiana un nucleo consistente di opere scultoree di Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni.
Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto rientra nel novero delle mostre di studio che il Museo Vincenzo Vela dedica ad artisti di indubbio valore, ancorché poco conosciuti in ambito italofono.



Dopo Ligornetto, la mostra verrà presentata, in forma più circoscritta, al Kunstmuseum di Basilea dal 1° dicembre 2018 al 31 marzo 2019. Entrambe le sedi
corrispondono a due tappe salienti dell'itinerario umano e professionale di Carl Burckhardt: Basilea è la città che lo vide attivo per molti anni e che conserva tuttora diverse sue importanti realizzazioni, mentre Ligornetto, località dove ultimò diverse opere distintive della sua maturità artistica, fu la sua ultima residenza.

Le opere in mostra saranno circa 120, provenienti da musei e collezioni di prestigio (tra cui il Kunstmuseum di Basilea e il Kunsthaus di Zurigo), oltre che da raccolte private svizzere.
A quarant'anni dall'ultima retrospettiva, l'esposizione presenterà in successione tematica un nucleo consistente delle opere scultoree di Carl Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni.
L'obiettivo è di illustrarne il percorso biografico e artistico nelle sue differenti sfaccettature: dalla formazione a Basilea e a Monaco ai soggiorni romani, dal fecondo periodo basilese fino a quello, breve ma altrettanto proficuo, trascorso in Ticino. Un'attenzione particolare verrà riservata alle opere scultoree che Burckhardt eseguì per tre importanti edifici progettati dal celebre architetto Karl Moser:
la Pauluskirche di Basilea, il Kunsthaus di Zurigo e la stazione badese di Basilea.


Definito da alcuni il padre della scultura moderna svizzera, Burckhardt è ai giorni nostri un artista poco noto. Nonostante abbia lasciato notevoli testimonianze nello spazio pubblico e si sia cimentato, anche sul piano teorico, nel rinnovamento della scultura nel nostro Paese, rimane una figura studiata quasi esclusivamente in ambito germanofono.

Il titolo della mostra, Echi dall'antichità, evoca un tratto essenziale della sua produzione: Burckhardt attinge infatti i soggetti delle proprie sculture dalla mitologia classica, per poi tradurli in una cifra personale. Da Zeus e Amore a Venere, dalle Amazzoni alle figure allegoriche, dalle divinità fluviali ai cavalieri eroici: queste opere, benché caratterizzate ognuna da una peculiare ricerca espressiva,
condividono un repertorio tematico che le unisce in un ideale filo rosso.


A differenza degli scultori neoclassici dell'Ottocento, vincolati agli stili e alle forme dell'antichità, Burckhardt rielabora i soggetti in una chiave del tutto originale. La sua arte è tesa a creare un moderno senza tempo o, per dirla con parole sue, «qualcosa di appena nato», di «attuale, di appena sbocciato che non ha passato». Nell'arco della sua produzione, la forma naturale si traduce in una più semplice forma spaziale: in un progressivo processo di liberazione e purificazione, Burckhardt si concentra sulla forma plastica, elaborandone una sintesi personale.



Di questa evoluzione daranno conto in modo compiuto le numerose opere in mostra. L'influenza sul giovane Burckhardt di maestri come Klinger, Maillol, Rodin, von Hildebrand o Marées si riflette in creazioni come il primo gruppo di Zeus e Amore, con la sua imitazione quasi palpabile della natura.
L'artista si orienta poi verso un approccio pittorico al modellato che dalle stilizzazioni della Venere o delle metope del Kunsthaus perviene alle forme cubiche delle sculture del Reno e della Wiese, per approdare infine a figure che dominano dinamicamente lo spazio come l'Amazzone e il San Giorgio.


La pubblicazione che accompagnerà la mostra si propone di portare all'attenzione di un più vasto pubblico questo artista poliedrico, pittore e scultore insieme, analizzandone sia il rapporto con l'antichità che l'interesse per la produzione scultorea moderna.
In concomitanza con l'esposizione verrà proposto un articolato programma di iniziative collaterali.

Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto
Museo Vincenzo Vela, Ligornetto (Svizzera)
Chiusura: domenica 28 ottobre 2018, ore 17.00
Curatori: Gianna A. Mina, Direttrice del Museo Vincenzo Vela, e Tomas Lochman, curatore presso l'Antikenmuseum Basel und Sammlung Ludwig, Basilea
Orario: giugno-settembre: ma-do 10.00-18.00, ottobre 10.00-17.00, tutte le domeniche 10.00-18.00,
chiuso lunedì
Costo: CHF 12.- / ridotto CHF 8.-
Il catalogo Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto
In occasione della mostra Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto il Museo Vincenzo Vela pubblica, in collaborazione con la casa editrice Christoph Merian Verlag (cmv) di Basilea, un volume in edizione bilingue (italiano e tedesco), riccamente illustrato, a cura di Gianna A. Mina e Tomas Lochman, che tratta del poliedrico artista, il quale è stato
pittore, scultore e critico d'arte.
Il volume è distribuito nelle librerie e in vendita anche online.
Costo: CHF 49 .-, prezzo speciale se acquistato al Museo Vincenzo Vela CHF 45 .-

Franca D.Scotti

Giugno 2018

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Al Museo Vincenzo Vela: Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923)





Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto accoglie fino al 28 ottobre 2018 un'ampia mostra monografica dedicata a Carl Burckhardt, figura tra le più innovative della scultura svizzera del Novecento.


Curata da Gianna A. Mina e Tomas Lochman, l'esposizione presenta per la prima volta nella Svizzera italiana un nucleo consistente di opere scultoree di Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni.
Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto rientra nel novero delle mostre di studio che il Museo Vincenzo Vela dedica ad artisti di indubbio valore, ancorché poco conosciuti in ambito italofono.



Dopo Ligornetto, la mostra verrà presentata, in forma più circoscritta, al Kunstmuseum di Basilea dal 1° dicembre 2018 al 31 marzo 2019. Entrambe le sedi
corrispondono a due tappe salienti dell'itinerario umano e professionale di Carl Burckhardt: Basilea è la città che lo vide attivo per molti anni e che conserva tuttora diverse sue importanti realizzazioni, mentre Ligornetto, località dove ultimò diverse opere distintive della sua maturità artistica, fu la sua ultima residenza.

Le opere in mostra saranno circa 120, provenienti da musei e collezioni di prestigio (tra cui il Kunstmuseum di Basilea e il Kunsthaus di Zurigo), oltre che da raccolte private svizzere.
A quarant'anni dall'ultima retrospettiva, l'esposizione presenterà in successione tematica un nucleo consistente delle opere scultoree di Carl Burckhardt, unitamente a una selezione di dipinti e disegni.
L'obiettivo è di illustrarne il percorso biografico e artistico nelle sue differenti sfaccettature: dalla formazione a Basilea e a Monaco ai soggiorni romani, dal fecondo periodo basilese fino a quello, breve ma altrettanto proficuo, trascorso in Ticino. Un'attenzione particolare verrà riservata alle opere scultoree che Burckhardt eseguì per tre importanti edifici progettati dal celebre architetto Karl Moser:
la Pauluskirche di Basilea, il Kunsthaus di Zurigo e la stazione badese di Basilea.


Definito da alcuni il padre della scultura moderna svizzera, Burckhardt è ai giorni nostri un artista poco noto. Nonostante abbia lasciato notevoli testimonianze nello spazio pubblico e si sia cimentato, anche sul piano teorico, nel rinnovamento della scultura nel nostro Paese, rimane una figura studiata quasi esclusivamente in ambito germanofono.

Il titolo della mostra, Echi dall'antichità, evoca un tratto essenziale della sua produzione: Burckhardt attinge infatti i soggetti delle proprie sculture dalla mitologia classica, per poi tradurli in una cifra personale. Da Zeus e Amore a Venere, dalle Amazzoni alle figure allegoriche, dalle divinità fluviali ai cavalieri eroici: queste opere, benché caratterizzate ognuna da una peculiare ricerca espressiva,
condividono un repertorio tematico che le unisce in un ideale filo rosso.


A differenza degli scultori neoclassici dell'Ottocento, vincolati agli stili e alle forme dell'antichità, Burckhardt rielabora i soggetti in una chiave del tutto originale. La sua arte è tesa a creare un moderno senza tempo o, per dirla con parole sue, «qualcosa di appena nato», di «attuale, di appena sbocciato che non ha passato». Nell'arco della sua produzione, la forma naturale si traduce in una più semplice forma spaziale: in un progressivo processo di liberazione e purificazione, Burckhardt si concentra sulla forma plastica, elaborandone una sintesi personale.



Di questa evoluzione daranno conto in modo compiuto le numerose opere in mostra. L'influenza sul giovane Burckhardt di maestri come Klinger, Maillol, Rodin, von Hildebrand o Marées si riflette in creazioni come il primo gruppo di Zeus e Amore, con la sua imitazione quasi palpabile della natura.
L'artista si orienta poi verso un approccio pittorico al modellato che dalle stilizzazioni della Venere o delle metope del Kunsthaus perviene alle forme cubiche delle sculture del Reno e della Wiese, per approdare infine a figure che dominano dinamicamente lo spazio come l'Amazzone e il San Giorgio.


La pubblicazione che accompagnerà la mostra si propone di portare all'attenzione di un più vasto pubblico questo artista poliedrico, pittore e scultore insieme, analizzandone sia il rapporto con l'antichità che l'interesse per la produzione scultorea moderna.
In concomitanza con l'esposizione verrà proposto un articolato programma di iniziative collaterali.

Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto
Museo Vincenzo Vela, Ligornetto (Svizzera)
Chiusura: domenica 28 ottobre 2018, ore 17.00
Curatori: Gianna A. Mina, Direttrice del Museo Vincenzo Vela, e Tomas Lochman, curatore presso l'Antikenmuseum Basel und Sammlung Ludwig, Basilea
Orario: giugno-settembre: ma-do 10.00-18.00, ottobre 10.00-17.00, tutte le domeniche 10.00-18.00,
chiuso lunedì
Costo: CHF 12.- / ridotto CHF 8.-
Il catalogo Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto
In occasione della mostra Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923). Uno scultore tra Basilea, Roma e Ligornetto il Museo Vincenzo Vela pubblica, in collaborazione con la casa editrice Christoph Merian Verlag (cmv) di Basilea, un volume in edizione bilingue (italiano e tedesco), riccamente illustrato, a cura di Gianna A. Mina e Tomas Lochman, che tratta del poliedrico artista, il quale è stato
pittore, scultore e critico d'arte.
Il volume è distribuito nelle librerie e in vendita anche online.
Costo: CHF 49 .-, prezzo speciale se acquistato al Museo Vincenzo Vela CHF 45 .-

Franca D.Scotti

Giugno 2018

CHIUDI ...


Relais La Costa Dimora Storica: nel cuore delle colline senesi




Un'antica stazione di posta del 1000 sulla Via Francigena reinterpreta l'ospitalità.
Tra valori autentici e moderna esclusività

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Eclat et transparence de CHANEL COLLECTION CRUISE 2018


 E' la collezione trucco per l'estate di Chanel che punta su giochi di luce, ombre e trasparenze per ricreare un fascino misterioso e audace. ... CONTINUA

SKINIUS presenta NATRUX crema fluida corpo


 Idratante rassodante elasticizzante con il complesso Fospidina
NATRUX è la crema fluida corpo per un'efficace idratazione, rassodamento e incremento dell'elasticità cutanea. ... CONTINUA

CHANEL trasforma la detersione in un momento di assoluto benessere


La nuova collezione di struccanti Chanel è ideale per tutti i tipi di pelle e ogni tipologia di make up.
 LA COLLECTION DES DEMAQUILLANTS di CHANEL  è composta da sei prodotti dalle differenti texture per un rituale di detersione impeccabile. ... CONTINUA

Al Museo Vincenzo Vela: Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923)





Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto accoglie fino al 28 ottobre 2018 un'ampia mostra monografica dedicata a Carl Burckhardt, figura tra le più innovative della scultura svizzera del Novecento.

... CONTINUA

Al MASI di Lugano: Balthasar Burkhard, dal documento alla fotografia monumentale




L'intera carriera di Burkhard, sia nella sua attività di cronista della scena artistica internazionale fra gli anni Sessanta e Settanta, che nelle opere attraverso cui contribuì a rivoluzionare la pratica della fotografia.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Grand Hotel di Rimini: the Grand Anniversary





E' ricco e importante il calendario di iniziative che caratterizzano il compleanno del Grand Hotel di Rimini, che quest'anno compie 110 anni.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Il make-up CLARINS ''sboccia'' in Rinascente!


Make-up session & Body Art con i complici Clarins, ... CONTINUA

Focus idratazione con Collistar



Collistar lancia IDRO-ATTIVA® Idratazione Detox 72H, una linea di sette specialità viso scientificamente avanzate che assicurano alla pelle idratazione fino a 72H e protezione a 360° da stress ossidativi e inquinamento. Trattamenti pluri-attivi che associano l'esclusivo Idro-Attiva® Complex, idratante e rimpolpante, a un prezioso estratto di Peonia Italiana, antiossidante e detox.  ... CONTINUA

A Monza: Beyond shapes and colors A retrospective of HO KAN




La Villa Reale di Monza dedica fino al 9 luglio una retrospettiva all'artista Ho Kan, considerato oggi come uno dei grandi pionieri dell'astrazione cinese.

... CONTINUA

Al m.a.x. museo di Chiasso la mostra ''Achille Castiglioni'' Visionario




In occasione del centenario della nascita, la mostra celebra un grande protagonista della stagione d'oro del design degli anni Sessanta, che ha realizzato oltre 150 oggetti di design e ben 484 allestimenti.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Da Lecce a Milano - Arriva Pescheria con Cottura




Pescheria con Cottura Milano apre in via Tito Speri 7 alle spalle dei grattacieli milanesi, tra Eataly e Corso Como, in uno dei quartieri dinamici della città che sta diventando il nuovo Distretto dell'enogastronomia.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

TOM FORD SOLEIL SUMMER 2018 COLLECTION


Un caleidoscopio di tonalità solari e formule dalla texture seducente per occhi scintillanti, labbra carnose e nutrite e una pelle radiosa, baciata dal sole tutto l'anno. ... CONTINUA

Bugatti Jacqueline: il bollitore più glamour del momento




Ha la forma iconica di una borsa. Il nuovo bollitore Bugatti è un must have per gli amanti del tè perfetto.

... CONTINUA

''Culinary Germany'': la campagna tematica mondiale del DZT





L'Ente Nazionale Germanico per il Turismo punta sulla enogastronomia come attrattore fondamentale per il turismo: ingredienti e ricette tipiche, locande rurali e ristoranti stellati, grandi feste popolari

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Relais La Costa Dimora Storica: nel cuore delle colline senesi




Un'antica stazione di posta del 1000 sulla Via Francigena reinterpreta l'ospitalità.
Tra valori autentici e moderna esclusività

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Eclat et transparence de CHANEL COLLECTION CRUISE 2018


 E' la collezione trucco per l'estate di Chanel che punta su giochi di luce, ombre e trasparenze per ricreare un fascino misterioso e audace. ... CONTINUA

SKINIUS presenta NATRUX crema fluida corpo


 Idratante rassodante elasticizzante con il complesso Fospidina
NATRUX è la crema fluida corpo per un'efficace idratazione, rassodamento e incremento dell'elasticità cutanea. ... CONTINUA

CHANEL trasforma la detersione in un momento di assoluto benessere


La nuova collezione di struccanti Chanel è ideale per tutti i tipi di pelle e ogni tipologia di make up.
 LA COLLECTION DES DEMAQUILLANTS di CHANEL  è composta da sei prodotti dalle differenti texture per un rituale di detersione impeccabile. ... CONTINUA

Al Museo Vincenzo Vela: Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923)





Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto accoglie fino al 28 ottobre 2018 un'ampia mostra monografica dedicata a Carl Burckhardt, figura tra le più innovative della scultura svizzera del Novecento.

... CONTINUA

Al MASI di Lugano: Balthasar Burkhard, dal documento alla fotografia monumentale




L'intera carriera di Burkhard, sia nella sua attività di cronista della scena artistica internazionale fra gli anni Sessanta e Settanta, che nelle opere attraverso cui contribuì a rivoluzionare la pratica della fotografia.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Grand Hotel di Rimini: the Grand Anniversary





E' ricco e importante il calendario di iniziative che caratterizzano il compleanno del Grand Hotel di Rimini, che quest'anno compie 110 anni.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Il make-up CLARINS ''sboccia'' in Rinascente!


Make-up session & Body Art con i complici Clarins, ... CONTINUA

Focus idratazione con Collistar



Collistar lancia IDRO-ATTIVA® Idratazione Detox 72H, una linea di sette specialità viso scientificamente avanzate che assicurano alla pelle idratazione fino a 72H e protezione a 360° da stress ossidativi e inquinamento. Trattamenti pluri-attivi che associano l'esclusivo Idro-Attiva® Complex, idratante e rimpolpante, a un prezioso estratto di Peonia Italiana, antiossidante e detox.  ... CONTINUA

A Monza: Beyond shapes and colors A retrospective of HO KAN




La Villa Reale di Monza dedica fino al 9 luglio una retrospettiva all'artista Ho Kan, considerato oggi come uno dei grandi pionieri dell'astrazione cinese.

... CONTINUA

Relais La Costa Dimora Storica: nel cuore delle colline senesi




Un'antica stazione di posta del 1000 sulla Via Francigena reinterpreta l'ospitalità.
Tra valori autentici e moderna esclusività

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Eclat et transparence de CHANEL COLLECTION CRUISE 2018


 E' la collezione trucco per l'estate di Chanel che punta su giochi di luce, ombre e trasparenze per ricreare un fascino misterioso e audace. ... CONTINUA

SKINIUS presenta NATRUX crema fluida corpo


 Idratante rassodante elasticizzante con il complesso Fospidina
NATRUX è la crema fluida corpo per un'efficace idratazione, rassodamento e incremento dell'elasticità cutanea. ... CONTINUA

CHANEL trasforma la detersione in un momento di assoluto benessere


La nuova collezione di struccanti Chanel è ideale per tutti i tipi di pelle e ogni tipologia di make up.
 LA COLLECTION DES DEMAQUILLANTS di CHANEL  è composta da sei prodotti dalle differenti texture per un rituale di detersione impeccabile. ... CONTINUA

Al Museo Vincenzo Vela: Echi dall'antichità. Carl Burckhardt (1878-1923)





Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto accoglie fino al 28 ottobre 2018 un'ampia mostra monografica dedicata a Carl Burckhardt, figura tra le più innovative della scultura svizzera del Novecento.

... CONTINUA

Al MASI di Lugano: Balthasar Burkhard, dal documento alla fotografia monumentale




L'intera carriera di Burkhard, sia nella sua attività di cronista della scena artistica internazionale fra gli anni Sessanta e Settanta, che nelle opere attraverso cui contribuì a rivoluzionare la pratica della fotografia.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Grand Hotel di Rimini: the Grand Anniversary





E' ricco e importante il calendario di iniziative che caratterizzano il compleanno del Grand Hotel di Rimini, che quest'anno compie 110 anni.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Il make-up CLARINS ''sboccia'' in Rinascente!


Make-up session & Body Art con i complici Clarins, ... CONTINUA

Focus idratazione con Collistar



Collistar lancia IDRO-ATTIVA® Idratazione Detox 72H, una linea di sette specialità viso scientificamente avanzate che assicurano alla pelle idratazione fino a 72H e protezione a 360° da stress ossidativi e inquinamento. Trattamenti pluri-attivi che associano l'esclusivo Idro-Attiva® Complex, idratante e rimpolpante, a un prezioso estratto di Peonia Italiana, antiossidante e detox.  ... CONTINUA

A Monza: Beyond shapes and colors A retrospective of HO KAN




La Villa Reale di Monza dedica fino al 9 luglio una retrospettiva all'artista Ho Kan, considerato oggi come uno dei grandi pionieri dell'astrazione cinese.

... CONTINUA

Al m.a.x. museo di Chiasso la mostra ''Achille Castiglioni'' Visionario




In occasione del centenario della nascita, la mostra celebra un grande protagonista della stagione d'oro del design degli anni Sessanta, che ha realizzato oltre 150 oggetti di design e ben 484 allestimenti.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Da Lecce a Milano - Arriva Pescheria con Cottura




Pescheria con Cottura Milano apre in via Tito Speri 7 alle spalle dei grattacieli milanesi, tra Eataly e Corso Como, in uno dei quartieri dinamici della città che sta diventando il nuovo Distretto dell'enogastronomia.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

TOM FORD SOLEIL SUMMER 2018 COLLECTION


Un caleidoscopio di tonalità solari e formule dalla texture seducente per occhi scintillanti, labbra carnose e nutrite e una pelle radiosa, baciata dal sole tutto l'anno. ... CONTINUA

Bugatti Jacqueline: il bollitore più glamour del momento




Ha la forma iconica di una borsa. Il nuovo bollitore Bugatti è un must have per gli amanti del tè perfetto.

... CONTINUA

''Culinary Germany'': la campagna tematica mondiale del DZT





L'Ente Nazionale Germanico per il Turismo punta sulla enogastronomia come attrattore fondamentale per il turismo: ingredienti e ricette tipiche, locande rurali e ristoranti stellati, grandi feste popolari

Franca D.Scotti

... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 87 - 86 - 85 - 84 - 83 - 82 - 81 - 80 - 79 - 78 - 77 - 76 - 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015