HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

NEWS

ARCHIVE

CHI SIAMO



HOME

FASHION

BEAUTY

TRAVEL

DESIGN

FOOD

ARCHIVE

CHI SIAMO


A new online Magazine of the most famous International Brands and Italian-Lifestyle Testimonials




HOME

CHIUDI ...

Al Masi di Lugano: Hodler - Segantini - Giacometti




Capolavori della Fondazione Gottfried Keller in mostra fino al 28 luglio 2019 presso il Museo d'arte della Svizzera italiana, Lugano.
Originale e importante la mostra a cura di Tobia Bezzola e Francesca Benini

Franca D.Scotti



Fino al 28 luglio 2019 il Museo d'arte della Svizzera italiana, in collaborazione con il Museo nazionale svizzero di Zurigo e l'Ufficio federale della cultura, presenta una grande esposizione dedicata alla collezione della Fondazione Gottfried Keller. La mostra riunisce i principali capolavori della raccolta d'arte federale custoditi nei musei elvetici, tra cui opere di Hodler, Segantini e Giacometti.
A quasi 60 anni dall'ultima presentazione pubblica, il Museo d'arte della Svizzera italiana (MASI) ospita i capolavori della Fondazione Gottfried Keller, una delle più importanti collezioni nazionali d'arte svizzera dal XII al XX secolo.
L'esposizione, curata dal direttore Tobia Bezzola e da Francesca Benini, collaboratrice scientifica del museo, comprende principalmente opere pittoriche del XIX e XX secolo, con significative incursioni nei centenni precedenti, che documentano alcune delle figure maggiori di artisti svizzeri.


Interessante l'allestimento, che si apre con La Vergine dei Mercedari di Giovanni Serodine (1620-1625, Pinacoteca cantonale Giovanni Züst), attraversa il Settecento con importanti opere di Liotard, Petrini, Wolf, Füssli e Sablet per giungere all'Ottocento di Calame, Zünd, Böcklin, Koller, Anker, Hodler, Segantini e molti altri.
All'atto costitutivo della Fondazione Gottfried Keller nel 1891, Arnold Böcklin fu nominato da Lydia Welti-Escher membro della Commissione; con lui anche il pittore Albert Anker designato dal Consiglio federale. In mostra, l'artista basilese è rappresentato da opere fondamentali, tra cui Die Toteninsel (L'Isola dei morti, 1880, Kunstmuseum Basel), celebre esempio della sua pittura evocativa. Il dipinto fu acquistato nel 1920 per il Kunstmuseum Basel, in concomitanza con un altro capolavoro della pittura svizzera. Si tratta di Der Auserwählte (L'Eletto, 1893-94) di Ferdinand Hodler per il museo cittadino bernese, in cui l'artista segue un principio compositivo basato sulla simmetria, che diventa carattere distintivo della sua pittura simbolista. L'opera è esposta assieme al paesaggio Abend am Genfersee (Sera sul Lago Lemano, 1895, Kunsthaus Zürich), tra i soggetti preferiti di Hodler per quanto riguarda questo genere.


Giunge eccezionalmente a Lugano il maestoso trittico ispirato alle Alpi - La Natura, La Vita, La Morte- (1896-1899) di Giovanni Segantini, in deposito al Museo Segantini di St. Moritz ed esposto per la prima volta nuovamente al sud delle Alpi dal 1899.
Il suo acquisto risale al 1911, momento culminante della storia della Fondazione che permise al museo engadinese di arricchire il nucleo di lavori dell'artista. Il trittico rimarrà al MASI oltre la chiusura dell'esposizione, al centro dell'allestimento Sublime. Luce e paesaggio intorno a Giovanni Segantini, affiancato a importanti paesaggi coevi delle raccolte del MASI.

Con Meyer-Amden e Auberjonois - i primi artisti contemporanei a figurare nella collezione negli anni Sessanta -, Amiet, Vallotton, Itten e Giacometti si entra nel secolo successivo.
Nel XX secolo, Felix Vallotton riscopre con altri artisti del suo tempo il tema della Natura morta: lo testimonia un lavoro del 1914 proveniente dal Musée cantonal des Beaux-Arts di Losanna. Unica scultura esposta è Buste di Annette (Busto di Annette, 1964, Musée d'art et Histoire Genève) di Alberto Giacometti: nel volto della donna si percepiscono l'energia e il movimento che caratterizzano i lavori dello scultore svizzero.

In mostra sono infine presenti alcune opere che costituiscono il patrimonio artistico ticinese, custodite dal MASI e da altri musei della regione. Tra cui due lavori di Filippo Franzoni, Autoritratto (1900-05) e Saleggi di Isolino (1890-95), rispettivamente della collezione della Città di Lugano e del Cantone Ticino; la già citata Vergine dei Mercedari (1620-25) di Giovani Serodine in deposito presso la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst; Dame in Pelz (1919) di Cuno Amiet dalla Pinacoteca Casa Rusca, Locarno.


In concomitanza con l'esposizione al MASI, dal 14 febbraio al 22 aprile 2019 il Museo nazionale svizzero di Zurigo ripercorre la storia della Fondazione Gottfried Keller e la varietà della sua raccolta attraverso oggetti pregiati, come opere di oreficeria, pittura su vetro, disegni, dipinti e sculture realizzate tra il XII e il XX secolo. Poste sotto il patronato della Confederazione, le esposizioni di Lugano e Zurigo hanno luogo in occasione dei 200 anni dalla nascita di Alfred Escher, padre di Lydia Welti-Escher, fondatrice della Fondazione, e di Gottfried Keller, a cui è dedicata.

La Fondazione e la Collezione Gottfried Keller
La Fondazione Gottfried Keller fu costituita nel 1890 da Lydia Welti-Escher, figlia ed erede dell'uomo politico, pioniere dell'industria e imprenditore ferroviario Alfred Escher. Lydia Welti-Escher lasciò in eredità alla Confederazione Svizzera gran parte del suo patrimonio vincolando la donazione all'acquisto di importanti opere d'arte per i musei svizzeri. Il nome della Fondazione fa riferimento all'amico di famiglia Gottfried Keller, famoso poeta e pittore svizzero. Sin dalla sua costituzione, la Fondazione prevede per statuto una Commissione di cinque membri, nominati ancora oggi dal Consiglio federale per un mandato di quattro anni. La Commissione ha l'incarico di acquistare le opere d'arte, le quali sono di proprietà della Confederazione svizzera e, nello spirito del federalismo, di distribuirle ai diversi musei svizzeri sotto forma di prestito permanente.
Nei primi anni della sua attività, la Fondazione Gottfried Keller fu decisiva nell'impedire la vendita all'estero di beni culturali e nel riportare in Svizzera importanti opere. Ancora oggi, in stretta collaborazione con i singoli musei, è costantemente impegnata nell'acquisizione di opere d'arte significative per il nostro Paese. La collezione è oggi una delle più importanti collezioni d'arte svizzera dal XII al XX secolo e si compone di oltre 6'400 opere d'arte, depositate in circa 70 musei e altre 30 istituzioni in 23 Cantoni svizzeri. Sono rappresentate quasi tutte le discipline e tecniche dell'arte e dell'arte applicata, spaziando dall'oreficeria alla fotografia; facevano inoltre parte della collezione anche alcuni immobili, come il complesso conventuale di San Giorgio a Stein am Rhein e il castello di Wülflingen a Winterthur, che nel frattempo sono stati ceduti alla Confederazione.
www.masilugano.ch

Aprile 2019

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Al Masi di Lugano: Hodler - Segantini - Giacometti




Capolavori della Fondazione Gottfried Keller in mostra fino al 28 luglio 2019 presso il Museo d'arte della Svizzera italiana, Lugano.
Originale e importante la mostra a cura di Tobia Bezzola e Francesca Benini

Franca D.Scotti



Fino al 28 luglio 2019 il Museo d'arte della Svizzera italiana, in collaborazione con il Museo nazionale svizzero di Zurigo e l'Ufficio federale della cultura, presenta una grande esposizione dedicata alla collezione della Fondazione Gottfried Keller. La mostra riunisce i principali capolavori della raccolta d'arte federale custoditi nei musei elvetici, tra cui opere di Hodler, Segantini e Giacometti.
A quasi 60 anni dall'ultima presentazione pubblica, il Museo d'arte della Svizzera italiana (MASI) ospita i capolavori della Fondazione Gottfried Keller, una delle più importanti collezioni nazionali d'arte svizzera dal XII al XX secolo.
L'esposizione, curata dal direttore Tobia Bezzola e da Francesca Benini, collaboratrice scientifica del museo, comprende principalmente opere pittoriche del XIX e XX secolo, con significative incursioni nei centenni precedenti, che documentano alcune delle figure maggiori di artisti svizzeri.


Interessante l'allestimento, che si apre con La Vergine dei Mercedari di Giovanni Serodine (1620-1625, Pinacoteca cantonale Giovanni Züst), attraversa il Settecento con importanti opere di Liotard, Petrini, Wolf, Füssli e Sablet per giungere all'Ottocento di Calame, Zünd, Böcklin, Koller, Anker, Hodler, Segantini e molti altri.
All'atto costitutivo della Fondazione Gottfried Keller nel 1891, Arnold Böcklin fu nominato da Lydia Welti-Escher membro della Commissione; con lui anche il pittore Albert Anker designato dal Consiglio federale. In mostra, l'artista basilese è rappresentato da opere fondamentali, tra cui Die Toteninsel (L'Isola dei morti, 1880, Kunstmuseum Basel), celebre esempio della sua pittura evocativa. Il dipinto fu acquistato nel 1920 per il Kunstmuseum Basel, in concomitanza con un altro capolavoro della pittura svizzera. Si tratta di Der Auserwählte (L'Eletto, 1893-94) di Ferdinand Hodler per il museo cittadino bernese, in cui l'artista segue un principio compositivo basato sulla simmetria, che diventa carattere distintivo della sua pittura simbolista. L'opera è esposta assieme al paesaggio Abend am Genfersee (Sera sul Lago Lemano, 1895, Kunsthaus Zürich), tra i soggetti preferiti di Hodler per quanto riguarda questo genere.


Giunge eccezionalmente a Lugano il maestoso trittico ispirato alle Alpi - La Natura, La Vita, La Morte- (1896-1899) di Giovanni Segantini, in deposito al Museo Segantini di St. Moritz ed esposto per la prima volta nuovamente al sud delle Alpi dal 1899.
Il suo acquisto risale al 1911, momento culminante della storia della Fondazione che permise al museo engadinese di arricchire il nucleo di lavori dell'artista. Il trittico rimarrà al MASI oltre la chiusura dell'esposizione, al centro dell'allestimento Sublime. Luce e paesaggio intorno a Giovanni Segantini, affiancato a importanti paesaggi coevi delle raccolte del MASI.

Con Meyer-Amden e Auberjonois - i primi artisti contemporanei a figurare nella collezione negli anni Sessanta -, Amiet, Vallotton, Itten e Giacometti si entra nel secolo successivo.
Nel XX secolo, Felix Vallotton riscopre con altri artisti del suo tempo il tema della Natura morta: lo testimonia un lavoro del 1914 proveniente dal Musée cantonal des Beaux-Arts di Losanna. Unica scultura esposta è Buste di Annette (Busto di Annette, 1964, Musée d'art et Histoire Genève) di Alberto Giacometti: nel volto della donna si percepiscono l'energia e il movimento che caratterizzano i lavori dello scultore svizzero.

In mostra sono infine presenti alcune opere che costituiscono il patrimonio artistico ticinese, custodite dal MASI e da altri musei della regione. Tra cui due lavori di Filippo Franzoni, Autoritratto (1900-05) e Saleggi di Isolino (1890-95), rispettivamente della collezione della Città di Lugano e del Cantone Ticino; la già citata Vergine dei Mercedari (1620-25) di Giovani Serodine in deposito presso la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst; Dame in Pelz (1919) di Cuno Amiet dalla Pinacoteca Casa Rusca, Locarno.


In concomitanza con l'esposizione al MASI, dal 14 febbraio al 22 aprile 2019 il Museo nazionale svizzero di Zurigo ripercorre la storia della Fondazione Gottfried Keller e la varietà della sua raccolta attraverso oggetti pregiati, come opere di oreficeria, pittura su vetro, disegni, dipinti e sculture realizzate tra il XII e il XX secolo. Poste sotto il patronato della Confederazione, le esposizioni di Lugano e Zurigo hanno luogo in occasione dei 200 anni dalla nascita di Alfred Escher, padre di Lydia Welti-Escher, fondatrice della Fondazione, e di Gottfried Keller, a cui è dedicata.

La Fondazione e la Collezione Gottfried Keller
La Fondazione Gottfried Keller fu costituita nel 1890 da Lydia Welti-Escher, figlia ed erede dell'uomo politico, pioniere dell'industria e imprenditore ferroviario Alfred Escher. Lydia Welti-Escher lasciò in eredità alla Confederazione Svizzera gran parte del suo patrimonio vincolando la donazione all'acquisto di importanti opere d'arte per i musei svizzeri. Il nome della Fondazione fa riferimento all'amico di famiglia Gottfried Keller, famoso poeta e pittore svizzero. Sin dalla sua costituzione, la Fondazione prevede per statuto una Commissione di cinque membri, nominati ancora oggi dal Consiglio federale per un mandato di quattro anni. La Commissione ha l'incarico di acquistare le opere d'arte, le quali sono di proprietà della Confederazione svizzera e, nello spirito del federalismo, di distribuirle ai diversi musei svizzeri sotto forma di prestito permanente.
Nei primi anni della sua attività, la Fondazione Gottfried Keller fu decisiva nell'impedire la vendita all'estero di beni culturali e nel riportare in Svizzera importanti opere. Ancora oggi, in stretta collaborazione con i singoli musei, è costantemente impegnata nell'acquisizione di opere d'arte significative per il nostro Paese. La collezione è oggi una delle più importanti collezioni d'arte svizzera dal XII al XX secolo e si compone di oltre 6'400 opere d'arte, depositate in circa 70 musei e altre 30 istituzioni in 23 Cantoni svizzeri. Sono rappresentate quasi tutte le discipline e tecniche dell'arte e dell'arte applicata, spaziando dall'oreficeria alla fotografia; facevano inoltre parte della collezione anche alcuni immobili, come il complesso conventuale di San Giorgio a Stein am Rhein e il castello di Wülflingen a Winterthur, che nel frattempo sono stati ceduti alla Confederazione.
www.masilugano.ch

Aprile 2019

CHIUDI ...

CHIUDI ...

Al Masi di Lugano: Hodler - Segantini - Giacometti




Capolavori della Fondazione Gottfried Keller in mostra fino al 28 luglio 2019 presso il Museo d'arte della Svizzera italiana, Lugano.
Originale e importante la mostra a cura di Tobia Bezzola e Francesca Benini

Franca D.Scotti



Fino al 28 luglio 2019 il Museo d'arte della Svizzera italiana, in collaborazione con il Museo nazionale svizzero di Zurigo e l'Ufficio federale della cultura, presenta una grande esposizione dedicata alla collezione della Fondazione Gottfried Keller. La mostra riunisce i principali capolavori della raccolta d'arte federale custoditi nei musei elvetici, tra cui opere di Hodler, Segantini e Giacometti.
A quasi 60 anni dall'ultima presentazione pubblica, il Museo d'arte della Svizzera italiana (MASI) ospita i capolavori della Fondazione Gottfried Keller, una delle più importanti collezioni nazionali d'arte svizzera dal XII al XX secolo.
L'esposizione, curata dal direttore Tobia Bezzola e da Francesca Benini, collaboratrice scientifica del museo, comprende principalmente opere pittoriche del XIX e XX secolo, con significative incursioni nei centenni precedenti, che documentano alcune delle figure maggiori di artisti svizzeri.


Interessante l'allestimento, che si apre con La Vergine dei Mercedari di Giovanni Serodine (1620-1625, Pinacoteca cantonale Giovanni Züst), attraversa il Settecento con importanti opere di Liotard, Petrini, Wolf, Füssli e Sablet per giungere all'Ottocento di Calame, Zünd, Böcklin, Koller, Anker, Hodler, Segantini e molti altri.
All'atto costitutivo della Fondazione Gottfried Keller nel 1891, Arnold Böcklin fu nominato da Lydia Welti-Escher membro della Commissione; con lui anche il pittore Albert Anker designato dal Consiglio federale. In mostra, l'artista basilese è rappresentato da opere fondamentali, tra cui Die Toteninsel (L'Isola dei morti, 1880, Kunstmuseum Basel), celebre esempio della sua pittura evocativa. Il dipinto fu acquistato nel 1920 per il Kunstmuseum Basel, in concomitanza con un altro capolavoro della pittura svizzera. Si tratta di Der Auserwählte (L'Eletto, 1893-94) di Ferdinand Hodler per il museo cittadino bernese, in cui l'artista segue un principio compositivo basato sulla simmetria, che diventa carattere distintivo della sua pittura simbolista. L'opera è esposta assieme al paesaggio Abend am Genfersee (Sera sul Lago Lemano, 1895, Kunsthaus Zürich), tra i soggetti preferiti di Hodler per quanto riguarda questo genere.


Giunge eccezionalmente a Lugano il maestoso trittico ispirato alle Alpi - La Natura, La Vita, La Morte- (1896-1899) di Giovanni Segantini, in deposito al Museo Segantini di St. Moritz ed esposto per la prima volta nuovamente al sud delle Alpi dal 1899.
Il suo acquisto risale al 1911, momento culminante della storia della Fondazione che permise al museo engadinese di arricchire il nucleo di lavori dell'artista. Il trittico rimarrà al MASI oltre la chiusura dell'esposizione, al centro dell'allestimento Sublime. Luce e paesaggio intorno a Giovanni Segantini, affiancato a importanti paesaggi coevi delle raccolte del MASI.

Con Meyer-Amden e Auberjonois - i primi artisti contemporanei a figurare nella collezione negli anni Sessanta -, Amiet, Vallotton, Itten e Giacometti si entra nel secolo successivo.
Nel XX secolo, Felix Vallotton riscopre con altri artisti del suo tempo il tema della Natura morta: lo testimonia un lavoro del 1914 proveniente dal Musée cantonal des Beaux-Arts di Losanna. Unica scultura esposta è Buste di Annette (Busto di Annette, 1964, Musée d'art et Histoire Genève) di Alberto Giacometti: nel volto della donna si percepiscono l'energia e il movimento che caratterizzano i lavori dello scultore svizzero.

In mostra sono infine presenti alcune opere che costituiscono il patrimonio artistico ticinese, custodite dal MASI e da altri musei della regione. Tra cui due lavori di Filippo Franzoni, Autoritratto (1900-05) e Saleggi di Isolino (1890-95), rispettivamente della collezione della Città di Lugano e del Cantone Ticino; la già citata Vergine dei Mercedari (1620-25) di Giovani Serodine in deposito presso la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst; Dame in Pelz (1919) di Cuno Amiet dalla Pinacoteca Casa Rusca, Locarno.


In concomitanza con l'esposizione al MASI, dal 14 febbraio al 22 aprile 2019 il Museo nazionale svizzero di Zurigo ripercorre la storia della Fondazione Gottfried Keller e la varietà della sua raccolta attraverso oggetti pregiati, come opere di oreficeria, pittura su vetro, disegni, dipinti e sculture realizzate tra il XII e il XX secolo. Poste sotto il patronato della Confederazione, le esposizioni di Lugano e Zurigo hanno luogo in occasione dei 200 anni dalla nascita di Alfred Escher, padre di Lydia Welti-Escher, fondatrice della Fondazione, e di Gottfried Keller, a cui è dedicata.

La Fondazione e la Collezione Gottfried Keller
La Fondazione Gottfried Keller fu costituita nel 1890 da Lydia Welti-Escher, figlia ed erede dell'uomo politico, pioniere dell'industria e imprenditore ferroviario Alfred Escher. Lydia Welti-Escher lasciò in eredità alla Confederazione Svizzera gran parte del suo patrimonio vincolando la donazione all'acquisto di importanti opere d'arte per i musei svizzeri. Il nome della Fondazione fa riferimento all'amico di famiglia Gottfried Keller, famoso poeta e pittore svizzero. Sin dalla sua costituzione, la Fondazione prevede per statuto una Commissione di cinque membri, nominati ancora oggi dal Consiglio federale per un mandato di quattro anni. La Commissione ha l'incarico di acquistare le opere d'arte, le quali sono di proprietà della Confederazione svizzera e, nello spirito del federalismo, di distribuirle ai diversi musei svizzeri sotto forma di prestito permanente.
Nei primi anni della sua attività, la Fondazione Gottfried Keller fu decisiva nell'impedire la vendita all'estero di beni culturali e nel riportare in Svizzera importanti opere. Ancora oggi, in stretta collaborazione con i singoli musei, è costantemente impegnata nell'acquisizione di opere d'arte significative per il nostro Paese. La collezione è oggi una delle più importanti collezioni d'arte svizzera dal XII al XX secolo e si compone di oltre 6'400 opere d'arte, depositate in circa 70 musei e altre 30 istituzioni in 23 Cantoni svizzeri. Sono rappresentate quasi tutte le discipline e tecniche dell'arte e dell'arte applicata, spaziando dall'oreficeria alla fotografia; facevano inoltre parte della collezione anche alcuni immobili, come il complesso conventuale di San Giorgio a Stein am Rhein e il castello di Wülflingen a Winterthur, che nel frattempo sono stati ceduti alla Confederazione.
www.masilugano.ch

Aprile 2019

CHIUDI ...


Alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana: Il Raffaello dell'Ambrosiana In principio il Cartone




Dopo il restauro, appare nel suo splendore il Cartone preparatorio della Scuola di Atene di Raffaello Sanzio, conservato alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Don Alfonso 1890 riapre e ottiene il premio Experience Pommery alla miglior selezione di Champagne




Per la gioia di tutti gli appassionati del cibo eccellente riapre, dopo la pausa invernale, il Don Alfonso 1890 ed ecco l'ennesimo riconoscimento,


... CONTINUA

Al Masi di Lugano: Hodler - Segantini - Giacometti




Capolavori della Fondazione Gottfried Keller in mostra fino al 28 luglio 2019 presso il Museo d'arte della Svizzera italiana, Lugano.
Originale e importante la mostra a cura di Tobia Bezzola e Francesca Benini

Franca D.Scotti

... CONTINUA

UN PRISMA DI COLORI SI ACCENDE CON AMO FERRAGAMO FLOWERFUL


Una pozione magica che vuole celebrare la bellezza, la leggerezza e l'ottimismo
AMO FLOWERFUL è il nuovo capitolo di AMO, ancora più dinamico, giovane, esuberate e gioioso! La nuova fragranza esprime una grande gioia di vivere. ... CONTINUA

MODA CAPELLI, LARGO AL RESTYLING DI PRIMAVERA!


Un nuovo taglio made in Go Coppola e un trattamento detox Phyto: cosa c'è di meglio per iniziare la nuova stagione?

Per accogliere la primavera con giusto mood, l'ideale è scegliere tinte luminose, da abbinare a tagli leggeri e sbarazzini. Il celebre parrucchiere Mauro Situra di Go Coppola ha creato diversi look primaverili, tutti all'insegna della massima naturalezza. ... CONTINUA

ÉTOILE D'UNE NUIT, IL PROFUMO DI UN CIELO STELLATO


La collezione Les Oiseaux de Nuit di Goutal si arricchisce con una nuova fragranza

Il mistero sensuale della notte fonda racchiuso in una preziosa essenza: è Étoile d'une Nuit, la nuova creazione della maison Goutal. ... CONTINUA

BULGARI PRESENTA L'EYEWEAR BZERO1 INDOSSATI IN CAMPAGNA DA BELLA HADID


Gli occhiali da sole ispirati al mondo BZero1, sono declinati in tre principali modelli e presentati in campagna dalla Brand Ambassador Bella Hadid.  ... CONTINUA

SISLEY YOUTH ANTIPOLLUTION, UNA CARICA DI ENERGIA PER LA PELLE


In arrivo il siero unisex idratante e protettivo pensato per il viso dei Millenials

Ritmi serrati, inquinamento, serate con gli amici, ore e ore passate davanti a computer e smartphone: la vita nella giungla urbana non è mai stata tanto frenetica. Per conservare la luminosità e compattezza della pelle dei giovani, Sisley ha rinnovato la sua linea Youth con il nuovo siero Sisley Youth Antipollution. ... CONTINUA

PIERRE FABRE CI FA SCOPRIRE LE NOVITA' 2019 DEI SUOI MARCHI


A-DERMA, EAU THERMALE AVENE, KLORANE ... CONTINUA

BENVENUTI NEGLI SWAROVSKI KRISTALLWELTEN


Swarovski ha dato vita nel 1995 con gli Swarovski Kristallwelten a un luogo in cui il cristallo diventa un'esperienza da vivere con tutti i sensi. ... CONTINUA

PANTONE Living Coral: presso i Costance Hotels e Resorts




Un colore avvolgente da scoprire nel Constance Halaveli e nel Constance Moofushi, esclusivi resort maldiviani dove sostenibilità è la parola chiave.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Torino e in Piemonte: ''Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro''





Una grande occasione per Torino, città che custodisce nella Biblioteca Reale di piazza Castello un nucleo preziosissimo di suoi disegni autografi di cui fa parte il suo Autoritratto




... CONTINUA

Il VOI COLONNA VILLAGE in Sardegna torna a splendere!




Dopo un anno di chiusura, grazie alla nuova gestione VOIhotels ripartono gli investimenti sul resort di Golfo Aranci per renderlo nuovamente protagonista dell'isola.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Palazzo Arzaga Hotel Spa & Golf Resort: Pasqua o weekend fuori porta sul Lago di Garda all'insegna di golf, benessere e relax




Che si tratti di un week end lungo o di una gita last minute di un solo giorno, Palazzo Arzaga è la meta ideale per iniziare a gustare i primi assaggi di primavera e approfittare delle festività pasquali o dei prossimi ponti.


... CONTINUA

Masseria San Domenico SPA - Talasso & golf: un punto di riferimento internazionale nell'ambito dell'ospitalità.





La Masseria San Domenico, una splendida masseria del XIV secolo, immersa in ettari di ulivi secolari, vere e proprie sculture en plein air, è il top dei resort di campagna in Puglia


Franca D.Scotti

... CONTINUA

Alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana: Il Raffaello dell'Ambrosiana In principio il Cartone




Dopo il restauro, appare nel suo splendore il Cartone preparatorio della Scuola di Atene di Raffaello Sanzio, conservato alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Don Alfonso 1890 riapre e ottiene il premio Experience Pommery alla miglior selezione di Champagne




Per la gioia di tutti gli appassionati del cibo eccellente riapre, dopo la pausa invernale, il Don Alfonso 1890 ed ecco l'ennesimo riconoscimento,


... CONTINUA

Al Masi di Lugano: Hodler - Segantini - Giacometti




Capolavori della Fondazione Gottfried Keller in mostra fino al 28 luglio 2019 presso il Museo d'arte della Svizzera italiana, Lugano.
Originale e importante la mostra a cura di Tobia Bezzola e Francesca Benini

Franca D.Scotti

... CONTINUA

UN PRISMA DI COLORI SI ACCENDE CON AMO FERRAGAMO FLOWERFUL


Una pozione magica che vuole celebrare la bellezza, la leggerezza e l'ottimismo
AMO FLOWERFUL è il nuovo capitolo di AMO, ancora più dinamico, giovane, esuberate e gioioso! La nuova fragranza esprime una grande gioia di vivere. ... CONTINUA

MODA CAPELLI, LARGO AL RESTYLING DI PRIMAVERA!


Un nuovo taglio made in Go Coppola e un trattamento detox Phyto: cosa c'è di meglio per iniziare la nuova stagione?

Per accogliere la primavera con giusto mood, l'ideale è scegliere tinte luminose, da abbinare a tagli leggeri e sbarazzini. Il celebre parrucchiere Mauro Situra di Go Coppola ha creato diversi look primaverili, tutti all'insegna della massima naturalezza. ... CONTINUA

ÉTOILE D'UNE NUIT, IL PROFUMO DI UN CIELO STELLATO


La collezione Les Oiseaux de Nuit di Goutal si arricchisce con una nuova fragranza

Il mistero sensuale della notte fonda racchiuso in una preziosa essenza: è Étoile d'une Nuit, la nuova creazione della maison Goutal. ... CONTINUA

BULGARI PRESENTA L'EYEWEAR BZERO1 INDOSSATI IN CAMPAGNA DA BELLA HADID


Gli occhiali da sole ispirati al mondo BZero1, sono declinati in tre principali modelli e presentati in campagna dalla Brand Ambassador Bella Hadid.  ... CONTINUA

SISLEY YOUTH ANTIPOLLUTION, UNA CARICA DI ENERGIA PER LA PELLE


In arrivo il siero unisex idratante e protettivo pensato per il viso dei Millenials

Ritmi serrati, inquinamento, serate con gli amici, ore e ore passate davanti a computer e smartphone: la vita nella giungla urbana non è mai stata tanto frenetica. Per conservare la luminosità e compattezza della pelle dei giovani, Sisley ha rinnovato la sua linea Youth con il nuovo siero Sisley Youth Antipollution. ... CONTINUA

PIERRE FABRE CI FA SCOPRIRE LE NOVITA' 2019 DEI SUOI MARCHI


A-DERMA, EAU THERMALE AVENE, KLORANE ... CONTINUA

BENVENUTI NEGLI SWAROVSKI KRISTALLWELTEN


Swarovski ha dato vita nel 1995 con gli Swarovski Kristallwelten a un luogo in cui il cristallo diventa un'esperienza da vivere con tutti i sensi. ... CONTINUA

Alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana: Il Raffaello dell'Ambrosiana In principio il Cartone




Dopo il restauro, appare nel suo splendore il Cartone preparatorio della Scuola di Atene di Raffaello Sanzio, conservato alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Don Alfonso 1890 riapre e ottiene il premio Experience Pommery alla miglior selezione di Champagne




Per la gioia di tutti gli appassionati del cibo eccellente riapre, dopo la pausa invernale, il Don Alfonso 1890 ed ecco l'ennesimo riconoscimento,


... CONTINUA

Al Masi di Lugano: Hodler - Segantini - Giacometti




Capolavori della Fondazione Gottfried Keller in mostra fino al 28 luglio 2019 presso il Museo d'arte della Svizzera italiana, Lugano.
Originale e importante la mostra a cura di Tobia Bezzola e Francesca Benini

Franca D.Scotti

... CONTINUA

UN PRISMA DI COLORI SI ACCENDE CON AMO FERRAGAMO FLOWERFUL


Una pozione magica che vuole celebrare la bellezza, la leggerezza e l'ottimismo
AMO FLOWERFUL è il nuovo capitolo di AMO, ancora più dinamico, giovane, esuberate e gioioso! La nuova fragranza esprime una grande gioia di vivere. ... CONTINUA

MODA CAPELLI, LARGO AL RESTYLING DI PRIMAVERA!


Un nuovo taglio made in Go Coppola e un trattamento detox Phyto: cosa c'è di meglio per iniziare la nuova stagione?

Per accogliere la primavera con giusto mood, l'ideale è scegliere tinte luminose, da abbinare a tagli leggeri e sbarazzini. Il celebre parrucchiere Mauro Situra di Go Coppola ha creato diversi look primaverili, tutti all'insegna della massima naturalezza. ... CONTINUA

ÉTOILE D'UNE NUIT, IL PROFUMO DI UN CIELO STELLATO


La collezione Les Oiseaux de Nuit di Goutal si arricchisce con una nuova fragranza

Il mistero sensuale della notte fonda racchiuso in una preziosa essenza: è Étoile d'une Nuit, la nuova creazione della maison Goutal. ... CONTINUA

BULGARI PRESENTA L'EYEWEAR BZERO1 INDOSSATI IN CAMPAGNA DA BELLA HADID


Gli occhiali da sole ispirati al mondo BZero1, sono declinati in tre principali modelli e presentati in campagna dalla Brand Ambassador Bella Hadid.  ... CONTINUA

SISLEY YOUTH ANTIPOLLUTION, UNA CARICA DI ENERGIA PER LA PELLE


In arrivo il siero unisex idratante e protettivo pensato per il viso dei Millenials

Ritmi serrati, inquinamento, serate con gli amici, ore e ore passate davanti a computer e smartphone: la vita nella giungla urbana non è mai stata tanto frenetica. Per conservare la luminosità e compattezza della pelle dei giovani, Sisley ha rinnovato la sua linea Youth con il nuovo siero Sisley Youth Antipollution. ... CONTINUA

PIERRE FABRE CI FA SCOPRIRE LE NOVITA' 2019 DEI SUOI MARCHI


A-DERMA, EAU THERMALE AVENE, KLORANE ... CONTINUA

BENVENUTI NEGLI SWAROVSKI KRISTALLWELTEN


Swarovski ha dato vita nel 1995 con gli Swarovski Kristallwelten a un luogo in cui il cristallo diventa un'esperienza da vivere con tutti i sensi. ... CONTINUA

PANTONE Living Coral: presso i Costance Hotels e Resorts




Un colore avvolgente da scoprire nel Constance Halaveli e nel Constance Moofushi, esclusivi resort maldiviani dove sostenibilità è la parola chiave.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

A Torino e in Piemonte: ''Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro''





Una grande occasione per Torino, città che custodisce nella Biblioteca Reale di piazza Castello un nucleo preziosissimo di suoi disegni autografi di cui fa parte il suo Autoritratto




... CONTINUA

Il VOI COLONNA VILLAGE in Sardegna torna a splendere!




Dopo un anno di chiusura, grazie alla nuova gestione VOIhotels ripartono gli investimenti sul resort di Golfo Aranci per renderlo nuovamente protagonista dell'isola.

Franca D.Scotti

... CONTINUA

Palazzo Arzaga Hotel Spa & Golf Resort: Pasqua o weekend fuori porta sul Lago di Garda all'insegna di golf, benessere e relax




Che si tratti di un week end lungo o di una gita last minute di un solo giorno, Palazzo Arzaga è la meta ideale per iniziare a gustare i primi assaggi di primavera e approfittare delle festività pasquali o dei prossimi ponti.


... CONTINUA

Masseria San Domenico SPA - Talasso & golf: un punto di riferimento internazionale nell'ambito dell'ospitalità.





La Masseria San Domenico, una splendida masseria del XIV secolo, immersa in ettari di ulivi secolari, vere e proprie sculture en plein air, è il top dei resort di campagna in Puglia


Franca D.Scotti

... CONTINUA

HOME: NEWS - ARCHIVIO: 99 - 98 - 97 - 96 - 95 - 94 - 93 - 92 - 91 - 90 - 89 - 88 - 87 - 86 - 85 - 84 - 83 - 82 - 81 - 80 - 79 - 78 - 77 - 76 - 75 - 74 - 73 - 72 - 71 - 70 - 69 - 68 - 67 - 66 - 65 - 64 - 63 - 62 - 61 - 60 - 59 - 58 - 57 - 56 - 55 - 54 - 53 - 52 - 51 - 50 - 49 - 48 - 47 - 46 - 45 - 44 - 43 - 42 - 41 - 40 - 39 - 38 - 37 - 36 - 35 - 34 - 33 - 32 - 31 - 30 - 29 - 28 - 27 - 26 - 25 - 24 - 23 - 22 - 21 - 20 - 19 - 18 - 17 - 16 - 15 - 14 - 13 - 12 - 11 - 10 - 9 - 8 - 7 - 6 - 5 - 4 - 3 - 2 - 1 -


  PRIVACY AND COOKIES
Powered by MMS © EUROTEAM 2015